martedì 31 gennaio 2017

"Remember. Un amore indimenticabile" di Ashley Royer | Recensione

Salve lettori, oggi il blog ospita la recensione di "Remember. Un amore indimenticabile" di Ashley Royer, edito proprio oggi, martedì 31 gennaio, da De Agostini Planeta.

REMEMBER. UN AMORE INDIMENTICABILE | ASHLEY ROYER | REMEMBER TO FORGET SERIE #1 | YOUNG ADULT | 281 PP. | DeA | 30/01/2017
Dopo la tempesta arriva sempre il sereno. Levi ne era davvero convinto. Per tutta la vita ha osservato la pioggia e rincorso gli arcobaleni, credendo ciecamente nel lieto fine. Ma un giorno le cose sono cambiate: il giorno in cui Delia, la sua ragazza, è morta in un tragico incidente d’auto. Da quel momento il temporale l’ha inghiottito, e la luce non è più tornata. Così Levi ha smesso di parlare. Furioso con il mondo intero, Levi ha deciso di non permettere a nessuno di forzare l’armatura dietro cui si è barricato. Né a sua madre che lo ha spinto a lasciarsi alle spalle il passato e l’Australia, né a suo padre che gli ha aperto le porte di casa in Maine, e nemmeno a Delilah, la ragazza che gli è apparsa come in un sogno e gli ha ricordato terribilmente Delia. Delilah in realtà è più che contenta di stargli alla larga: l’ultima cosa di cui ha bisogno è un tipo così scontroso e imprevedibile. Ma più passano i giorni, e più si rende conto che, dietro quel modo di fare insolente e sprezzante, si nasconde un’anima profondamente ferita, un cuore spezzato che deve ritrovare se stesso. E solo lei può aiutarlo. 
Dalla penna di un’autrice giovanissima, una storia sorprendente che racconta in modo delicato l’amore, il lutto e la malattia. 
Un romanzo indimenticabile che ha conquistato il premio votato dai lettori di Wattpad come esordio letterario dell’anno. Un nuovo, straordinario fenomeno nato dal web.

RECENSIONE
Io e i fenomini wattpad non andiamo d'amore e d'accordo, purtroppo l'ho sperimentato con Anna Todd e lo confermo con un'altra scrittrice che nasce da questa piattaforma: Ashley Royer. Fermo restando che ho questa app sul mio tablet e la uso raramente (ad esempio quando le scrittrici come Colleen Hoover pubblicano dei brevi episodi), ma credo che le giovani voci, che magari scrivono senza alcuna intenzione di esser notate da editori, non mi entusiasmino poi tanto. Infatti ho trovato questo libro per certi versi un po' simile ad "After" della Todd e il protagonista maschile, Levi, mi ha irritata ad un certo punto come accadde con  il protagonista di After, Hardin.
Tuttavia, non voglio bocciare questa prima uscita dell'anno della De Agostini Young Adult perché, seppure non è una lettura strepitosa, resta un libro piacevole, senza nulla di eccezionale. Ad esser sincera ho apprezzato le primissime pagine, quelle in cui Levi si racconta come un ragazzo che non ama il sole ma la pioggia. Adora il suo picchiettio contro i vetri, la sensazione dell'acqua tra le mani e, dopo ogni tempesta, Levi è incantato dall'arcobaleno, tanto che resterebbe giornate intere ad ammirarlo. Purtroppo a diciassette anni Levi non è più quel bambino che cerca la pioggia ed ama l'arcobaleno, perchè in lui non c'è alcun colore degli arcobaleni che tante volte ha visto da piccolo. Dentro di sé c'è solo il buio pesto e da questa oscurità sembra non poter più uscirne. La sua vita prende una svolta quando si trasferisce da suo padre, nel Maine, e qui, circondato da persone che non conosce e che ignorano il suo passato, tenta di rifarsi un vita, migliore della precedente. 
Aiden ed Delilah saranno fondamentali per Levi, come d'altronde anche suo padre.

lunedì 30 gennaio 2017

Outfit #3 per il sabato sera invernale | Come ti vesti?

Buongiorno lettori, oggi riprendo una rubrica che mi sta molto a cuore: Come ti vesti, della sezione Outfit & Accessori.
Ho indossato l'outfit che vi mostro oggi giovedì sera in pizzeria, ma è l'ideale per il sabato sera invernale. Come potete vedere, ho optato per uno dei tre outfit consigliati per le ragazze dai fianchi larghi. Per chi non avesse letto il post, ve lo lascio qui.

MAGLIA BLU IN COTONE, ALTEZZA OMBELICO
Comprai questa maglia tempo fa, mi sembra ottima da abbinare con gonne o pantaloni a vita alta, così da mostrare la particolarità del pantalone o gonna. Non è un capo invernale, lo ammetto, in quanto non tiene al caldo e questo lo potete immaginare grazie alle foto. E' semplice cotone, tuttavia io ho trovato una soluzione: ho inserito una maglia più calda sotto e poi l'ho nascosta dentro la gonna, era cosa se non ci fosse, nessuno si è accorto che indossassi una doppia maglia.
Come vi mostrano le foto, la maglia è molto semplice, la sua particolarità sta solo ai bordi: colletto, maniche...Io la indosso su tutto, anche in primavera, quando temo che sia ancora presto per passeggiare con solo una t-shirt o in estate, la sera per qualsisia evenienza.
La comprai da Bershka ai saldi dell'anno scorso. Un acquisto che non ho mai rimpianto e non credo rimpiangerò

GONNA A PALLONCINO DI LANETTA
Questa gonna è l'ideale per l'inverno, calda e dai colori accesi. Ricordo di averla ricevuta in regalo da mia sorella, che conosce molto bene i miei gusti e che in taluni casi mi esorta a cambiare un po', e indossare qualcosa di meno classico ed impegnativo. Con questa gonna non fu amore a prima vista ma devo dire che oggi non potrei fare a meno di averla nell'armadio. E' sicuramente la gonna che più uso in tutta la stagione invernale proprio perché è caldissima. Tra l'altro mi piacciono molto i colori e le decorazioni.

Con una gonna così è d'obbligo indossare un capo al di sopra che sia di un colore omogeneo, e stessa cosa va detta per collant, scarpe e cappotto. Non è fondamentale usare una scarpa alta, perché il fatto che sia ampia slancia eccome la figura femminile, perciò anche delle stringate stanno benissimo, tuttavia anche gli stivaletti con un piccolo tacco non sono male, anzi. Le scarpe che ho indossato, così come per la borsa, le trovate qui, nel precedete post dedicato agli outfit.

Inutile dirvi che per completare ho indossate collant neri e pesanti, da 50 denari, scarpe nere e cappotto di panno nero.

Bene lettori, per oggi è tutto.
Scrivetemi nei commenti.
Bacioni, R ♥

domenica 29 gennaio 2017

Weekly Recap | 5^ settimana [2017]

Salve lettori, oggi appuntamento con il Weekly recap.

POST DELLA SETTIMANA

LETTURE DELLA SETTIMANA
In questa settimana ho ultimato "Color Fuoco" di Jenny Valentine ed ho iniziato "La lama dell'assassina" di Sarah J. Maas e "Remember. Un amor indimenticabile" di Ashley Royer. 

LETTURE DELLA PROSSIMA SETTIMANA
Completerò "La lama dell'assassina" di Sarah J. Maas e "Remember. Un amor indimenticabile" di Ashley Royer e magari leggerò "Beautiful" di Christina Lauren (che ho comprato in formato ebook), in attesa che arrivi il pacco da la Feltrinelli ordinato più di una settimana fa. 

sabato 28 gennaio 2017

Quiche con ricotta, prosciutto cotto e mozzarella | Le mie ricette

Salve lettori, oggi voglio proporvi una ricetta salata, assolutamente promossa dalla sottoscritta. Si tratta di una QUICHE, davvero molto semplice che chiunque può divertirsi a prepararla, anche i meni capaci in cucina. Io ho davvero apprezzato questa quiche in quanto mangio con piacere ogni ingrediente. La ricotta la adoro ed anche il cotto e mozzarella sono delle costanti sulla mia tavola.

INGREDIENTI
1 rotolo di pasta sfoglia o pasta brisee
200 g di ricotta,
2 uova
2 cucchiai di parmigiano
2 cucchiai di latte
4 fette di cotto
1 mozzarella
sale e pepe q.b

PROCEDIMENTO
Per prima cosa uniamo alle uova, sale, pepe, parmigiano e latte. Mescoliamo il composto e aggiungiamo la ricotta. Continuiamo a mescolare fin quando non otteniamo un composto omogeneo.
Successivamente, poniamo la sfoglia su una teglia, bucherelliamo il fondo della sfoglia ed adagiamo sopra ad essa il composto. Successivamente poniamo sul composto le fette di cotto e sopra di esse la mozzarella. Chiudiamo i bordi della pasta sfoglia, spennelliamo sopra il composto con un po' d'uovo ed inforniamo per 40 minuti a 160°.

Bene lettori, questo è tutto per oggi. Spero che questo post vi abbia fatto venire un certo languorino. Io non vedo l'ora di prepararla nuovamente, e voi?
Vi aspetto nei commenti. 
Bacioni, R ♥

"Color Fuoco" di Jenny Valentine | Recensione



Salve lettori, oggi voglio parlarvi di un libro molto dolce, che affronta tematiche di rilievo con toni leggeri. Si tratta di "Color Fuoco" di Jenny Valentine, edito da Rizzoli il 19 gennaio.

COLOR FUOCO (FIRE COLOUR ONE) | JENNY VALENTINE | STAND-ALONE | YA | 224PP | RIZZOLI | 19/01/2017


Iris, 16 anni, non ha mai conosciuto il padre Ernest, celebre collezionista d’arte, ma soprattutto uomo inaffidabile, a detta della madre Hannah. Ernest ha però una malattia incurabile, e Iris viene spedita al suo capezzale per mettere un’ipoteca sull’eredità che Hannah considera il giusto risarcimento all’irresponsabilità del marito. Ma quando arriva alla villa-museo di Ernest, Iris trova una persona lontana dai ritratti della madre, e d’un tratto tutto ciò che credeva di sapere – su di lei e sul padre – sfuma nel nero. A Ernest non rimangono molti giorni, ma saranno sufficienti a Iris per capire che c’è un nocciolo di bellezza purissima nei segreti che velano la sua infanzia, e che ce n’è uno altrettanto sfolgorante nel suo futuro tutto da scoprire. Un inno ai legami che uniscono padri e figli, e allo straordinario potere dell’Arte, in qualsiasi sua forma, di unirci, cambiarci, renderci eterni.


RECENSIONE
Non ero affatto preparata a questo libro. Dopo aver letto la trama, ammetto di aver maturato delle aspettative in merito a questo romanzo, ma anche se queste aspettative non hanno avuto alcun riscontro con il libro, sono davvero contenta di questa lettura.
Oltre il fatto che la scrittrice ha uno stile molto coinvolgente, ho trovato che Jenny Valentine sapesse come parlare al cuore dei lettori. Con i suoi modi ha tessuto una trama lineare e alquanto semplice arricchendola di tanti significati. Non cadete nel mio stesso errore: considerare il libro solo dal profilo della  malattia  e della morte, in quanto, se vi avvicinerete al romanzo, rifletterete su tanto altro. 
Quale valore diamo al denaro? Cosa teniamo più a cuore: vestiti, gioielli,scarpe o ricordi, emozioni, amicizia e amore? Forse Hannah non ha idea di cosa sia l'amore, troppe presa ad inseguire la bellezza, glamour e successo, ma ciò che nasconde sotto i riflettori e sotto un ampio e felice sorriso è un cuore di pietra. Hannah non ha solo privato Ernest della gioia di crescere la loro figlia ma gli ha regalato anni di solitudine e di rimorso per aver perso quel raggio di sole che illuminava le sue giornate. Era solo uno scricchiolo Iris, eppure era così bella, delicata e dolce che tutto il mondo scompariva quando era con lei. 
 Disse che nel sonno sobbalzavo e tremavo, quasi che tutti i miei sogni stessero per cadere, e le mie mani si aprivano e chiudevano come piccole stelle. Non ero più grande di un uccello. 
Ernest le ha dedicato tutto se stesso ma un giorno sua moglie e sua figlia spariscono nel nulla. La vita di Ernest perde vitalità ed ogni speranza anno dopo anno senza la sua Iris, ma a colorargli la vita sono state le lunghe pennellate sulle sue tele. Non passa giorno in cui Ernest non esprima i suoi sentimenti sulle sue tele e dentro ogni quadro c'è solo una ragione: Iris, un amore profondo, che un vero padre prova per sua figlia.
«Sei l’unica occasione in cui in tutta la mia esistenza ho preferito la vita reale all’arte». 
Iris è cresciuta da una madre incurante dei bisogni di sua figlia e questo l'ha resta vulnerabile in tali momenti, in cui tutto sembra migliore con un fuoco acceso. Le fiamme gialle ed arancio squarciano la notte e sono loro a darle pace e serenità. Quel gesto da molti incompreso e ritenuto irresponsabile è solo un modo con il quale Iris esprime i sentimenti che reprime: tristezza, rabbia, delusione, ma non è assolutamente un sintomo di pazzia.
Per me era fisiologicamente impossibile guardare altrove, se c’era un fuoco che stava bruciando. Si contrae e si allarga, si propaga e respira, è una cosa viva e mi assorbe completamente. Penso a quanto è antico, questo frammento di magia che crea e distrugge, quanto è necessario e miracoloso, quanto è leale e temibile, penso alla natura del fuoco, danzante, mobile, elusiva, ai colori che produce, diversi da qualunque altro io abbia visto in una vita passata a guardare. Mi seduce. Mi conquista, ogni volta.
Quando Iris conosce suo padre, nonostante Ernest sia in fin di vita, impara ad amare ciò che la circonda. Il suo amore per l'arte e le cose belle gliel'ha trasmesso suo padre quando ancora era molto piccola ed è tra le braccia magre e deboli di Enerst che Iris trova la sua casa e il suo porto sicuro.
Se volete leggere questo libro dovete esser preparati al fatto che potrete ritrovarvi tra fiumi di lacrime, perché è un romanzo intenso, che strapazza il cuore del lettore. Non sapete quante volte avrei voluto frenare le mie lacrime, quante volte ho alzato gli occhi al cielo sperando di non versare alcuna lacrima, ma sono state speranze vane, non solo perché questo libro porta il lettore faccia a faccia con talune malattie che distruggono l'uomo fino a portarlo ad una lenta morte, ma anche alla vita di chi ama quelle persone che comunque continua, nonostante la presenza latente di un dolore che sembra incurabile.
 «Quando sai per certo che stai per perdere una cosa, capisci all’improvviso quanto l’hai amata e quanto avresti dovuto prendertene più cura, fin dall’inizio». 
Ho apprezzato molto questa storia: per i messaggi che la scrittrice ha voluto trasmettere al lettore, per l'arte descritta con forme e colori meravigliosi, per l'anima di Ernest, il cuore di Iris e la forza di Thurston. Tre protagonisti che rendono incredibilmente bello il romanzo. 
Vi perderete nelle pagine del libro, avidi di conoscere cose spinge la nostra protagonista ad esser attratta dal fuoco e di scoprire la verità, la vera storia di Ernest, Hannah ed Iris.

POCO MENO DI 4 STELLINE/5

Bene lettori, anche per oggi è tutto. Spero che questa recensione vi sia piaciuta tanto da comprare e leggere questo libro.
Vi aspetto nei commenti.
Baci, R ♥

venerdì 27 gennaio 2017

Il diario di Anne Frank | La Giornata della Memoria 27.01

Salve lettori, oggi celebriamo la Giornata della Memoria, per non dimenticare la Shoah. 
Ricordo che mi raccontarono questa triste storia quando ero ancora molto piccola, incurante delle tragedie e della crudeltà del mondo. Poi, fu la mia insegnante di storia a parlare della Shoah, ed ebbi modo di comprendere meglio il contesto storico. Ma solo quando fui cresciuta abbastanza da comprendere il reale significato della parola Shoah amai la storia di Anne Frank.
Come vedete, il mio libro è consunto, consumato dagli anni e dalle mie mani che da bambina sfogliavano avide le pagine di diario di Anne. Sapevo che ciò che raccontava non era altro che una storia triste, eppure la rileggevo sempre e dopo aver concluso il libro ero del tutto consapevole che l'anno successivo sarei tornata da questo libro. E' così che Il diario di Anne Frank ha vissuto per anni sul mio comodino. Ammetto di non aver avuto un'infanzia ricca di libri, tuttavia questo libro mi ricorda di esser sempre stata circondata da carta e inchiostro ed ho apprezzato questa storia, seppure letta e vissuta con occhi diversi.
Quest'oggi non voglio rileggere il  romanzo, come ho fatto in passato, in quanto ammetto di conoscerlo quasi a memoria, tuttavia voglio prenderlo tra le mani e condividere con voi lincipit.

IL DIARIO DI ANNA FRANK.
"Spero che ti potrò confidare tutto,
come non ho mai potuto fare con nessuno,
e spero che sarai per me un gran sostegno.
ANNA FRANK, 12 giugno 1942".

Domenica, 14 giugno 1942.
Venerdì 12 giugno ero già sveglia alle sei: si capisce, era il mio compleanno! Ma alle sei non mi era consentito d'alzarmi,
e così dovetti frenare la mia curiosità fino alle sei e tre quarti. Allora non potei più tenermi e andai in camera da pranzo,
dove Moortje, il gatto, mi diede il benvenuto strusciandomi addosso la testolina.
Subito dopo le sette andai da papà e mamma e poi nel salotto per spacchettare i miei regalucci. Il primo che mi apparve
fosti tu, forse uno dei più belli fra i miei doni. Poi un mazzo di rose, una piantina, due rami di peonie: ecco i figli di Flora
che stavano sulla mia tavola quella mattina; altri ancora ne giunsero durante il giorno.
Da papà e mamma ebbi ina quantità di cose, e anche i nostri numerosi conoscenti mi hanno veramente viziata. Fra
l'altro ricevetti un gioco di società, molte ghiottonerie, cioccolata, un "puzzle", una spilla, la "Camera Obscura" di
Hildebrand, le Leggende Olandesi" di Joseph Cohen, le "Vacanze di Montagna di Daisy", un libro straordinario, e un
po' di denaro, così che mi potrò comperare i "Miti di Grecia e di Roma". Che bellezza!
Poi Lies venne a prendermi e andammo a scuola. Nell'intervallo offrii dei biscottini ai professori e ai compagni e poi ci
rimettemmo al lavoro.
Ora devo smettere di scrivere. Diario mio, ti trovo tanto bello!

Lunedì, 15 giugno 1942.
Nel pomeriggio di domenica ho festeggiato il mio compleanno. Fu proiettato un film, "Il guardiano del faro", con
Rin-tin-tin, che è piaciuto molto ai miei compagni di scuola. Ci divertimmo molto e ci trovammo perfettamente affiatati.
C'era una quantità di ragazzi e ragazze. Mamma vuol sempre sapere chi sposerò. Non sospetta nemmeno che sia Peter
Wessel, perché una volta con una gran faccia tosta sono riuscita a furia di chiacchiere a toglierle quell'idea dalla testa.
Lies Goosens e Sanne Houtman sono state per anni le mie migliori amiche. Poi ho conosciuto Jopie de Waal al Liceo
ebraico. Ora è lei la mia migliore amica, e stiamo molto insieme. Lies è più legata con un'altra ragazza e Sanne è passata
in un'altra scuola, dove ha fatto nuove amicizie.


Bene lettori, per oggi è tutto.
A presto, R ♥

giovedì 26 gennaio 2017

"Love is forever" di Claire Contreras | Recensione

Cari lettori, oggi voglio parlarvi di una novella, con circa quarantasette pagine, che ho adorabile senza mezzi termini. Ecco a voi: "Love is forever" di Claire Contreras.

cover
LOVE IS FOREVER (TORN HEARTS) | CLAIRE CONTRERAS | HEARTS SERIES | NEW ADULT | 49 PP | NEWTON COMPTON | 14/12/2016

Mia e Jensen, aspirante scrittore lui, esuberante fotografa in erba lei, sono inseparabili durante gli anni del college. Quando Jensen deve lasciare la California per frequentare l’Università a New York, entrambi decidono di prendersi una pausa, con la promessa di ritrovarsi di nuovo insieme alla fine del cammino. Ma le cose non vanno esattamente come avevano sperato.

Cinque anni dopo, vita e carriere ormai avviate, Mia e Jensen si rivedono al matrimonio di Elle e Oliver. E se Mia è ancora intenta a detestarlo ed evitarlo, Jensen ha ben altri piani…


RECENSIONE
Dopo aver letto "Life is love" (RECENSIONE) ero davvero molto, ma molto, curiosa di conoscere la storia di Mia e Jensen, una coppia scoppiata che si intravede già nel primo libro, ma della quale la scrittrice non svela poi tanto. Non ho pensato due volte a leggere questo libro, incurante della dimensione e del costo, Mia e Jensen mi attraggono particolarmente e per questo mi sono immersa nella lettura e in poco meno di un'ora la novella era già bella che terminata ed io ero insoddisfatta. Perché era già finita? Io volevo di più, o meglio, io voglio di più e lo voglio al più presto perché è davvero una storia struggente quella che leggeremo in Paper Hearts, titolo originale del libro in quanto è ancora sconosciuto il titolo con il quale sarà pubblicato dalla Newton Compton in Italia. Sicuramente la casa editrice pubblicherà l'intera serie in quanto non può assolutamente tenere il lettore sulle spine così a lungo e il fatto che abbia pubblicato il primo volume e la novella in tempi così brevi fa presagire solo belle cose. 
Mia, fotografa di successo, odia profondamente Jensen, uno scrittore-illustratore di libri per bambini, niente meno che amico di famiglia e della sua migliore amica Estrelle. L'odio che Mia prova nei suoi confronti non è nato senza alcun motivo ed è in questa novella che comprendiamo le scelte e i comportamentali di Mia, che abbia letto in Life is love. Vedete, Mia è un una ragazza che ha sofferto tanto per amore, quell'amore che opprime il petto, che rende impossibile respirare, e guardare in faccia l'uomo che l'ha portata sulla luna e gettandola subito dopo all'inferno, la rende vulnerabile.

mercoledì 25 gennaio 2017

3 Appuntamenti cinematografici da non perdere | Film al Cinema

Salve lettori, oggi voglio segnalarvi tre future uscite cinematografiche, una per gennaio, una per febbraio e l'ultima per marzo. Non so voi, ma io non posso definirmi una habitué, infatti non amo molto il cinema, sarà l'odore detestabile dei popcorn, tuttavia vado al cinema pochissimo, al massimo una o due volte al mese. L'anno nuovo porta con se tante nuove uscite cinematografiche strepitose, che certamente mi vedranno in prima fila al cinema.

FALLEN - 26 GENNAIO
L'uscita più attesa è sicuramente quella di Fallen, tratto dall'omonimo libro "Fallen" di Lauren Kate.
poster ita
DATA USCITA: 26 gennaio 2017
GENERE: Fantasy, Drammatico, Thriller
ANNO: 2016
REGIA: Scott Hicks
ATTORI: Addison Timlin, Jeremy Irvine, Harrison Gilbertson, Joely Richardson
SCENEGGIATURA: Nichole Millard, Kathryn Price
FOTOGRAFIA: Alar Kivilo
MONTAGGIO: Scott Gray
MUSICHE: Mark Isham
PRODUZIONE: IF Entertainment, Mayhem Pictures, Silver Reel
DISTRIBUZIONE: M2 Pictures
PAESE: USA
DURATA: 91 Min

FALLEN ha per protagonista Lucinda "Luce" Price, una diciassettenne molto determinata che apparentemente sembra vivere una vita normale, fino a quando non viene accusata di un crimine che non ha commesso. Spedita al rigido riformatorio Sword & Cross, Luce si trova a essere corteggiata da due ragazzi, ai quali si sente inspiegabilmente legata. Sola e perseguitata da strane visioni, Luce inizia a svelare dei segreti legati al suo passato e scopre che i due giovani sono angeli caduti che si contendono il suo amore da secoli. Luce dovrà far chiarezza nei suoi sentimenti e scegliere da che parte schierarsi in un’epica battaglia tra Bene e Male per difendere il suo vero amore.
TRAILER


Book Buying Tag | Book Tag

Salve lettori e ben ritrovati. Oggi parliamo di libri con un bel booktag, dal titolo "Book Buying Tag". Ringrazio The book case of my mind per il tag. Ed ora ci sbizzarriamo a rispondere alle 10 domande del booktag. Ovviamente voi potete rispondere con me e potete inviarmi le vostre risposte tramite i commenti. 
libri e margherite

1. Where do you buy your books from? (ITA: Dove compri i tuoi libri?)
Semplicemente da qualsiasi libreria o sito internet affidabile. Acquisto da LA FELTRINELLI soprattutto, in quanto possessore della carta MULTI PIÙ, ma compro anche da IBS, AMAZON, GIUNTI AL PUNTO, HOEPLI (per i manuali universitari o codici)...Spero non aver dimenticato nessun sito.

2. Do you ever pre orders book and if so do you do this in store or online? (ITA: Hai mai pre-ordinato un libro? Se sì, l'hai pre-ordinato in libreria o online?)
Sì, mi è capito di ordinare dei libri, in entrambi, sia online che nella mia libreria di fiducia, ma molto più spesso online. E' comodo per tutti ricevere libri direttamente a casa, specie se la libreria più fornita si trova a chilometri di distanza, come nel mio specifico caso.

3. On average, how many books do you buy a month? (ITA: Mediamente, quanti libri compri al mese?)
Non c'è un numero ben preciso, molto spesso dipende dalle offerte, ad esempio questo mese ho approfittato del 25% di sconto sui libri Newton ed ho comprato ben cinque libri newton ed uno giunti. Diciamo che mediamente spendo una quarantina massimo cinquantina di euro al mese per i libri. Per fortuna però leggo tanto anche in formato ebook e grazie anche alle letture in anteprima per le case editrici con cui collaboro riesco a sopravvivere tutto il mese ed arrivare ai sette o otto libri letti mediamente nell'arco di un mese. Preciso che la media dei libri lette in un mese si abbassa praticamente quando sono sotto esame, praticamente ora.

martedì 24 gennaio 2017

YANKEE CANDLE, le mie profumazioni

Cari lettori, quest'oggi un post profumato. Proprio in questo momento c'è un ottimo profumino di cannella in casa (CHRISTMAS MEMORIES YANKEE CANDLE), ma voi purtroppo non potete sentirlo, ma potete vedere in foto la candela dalla quale proviene questo odore. Ebbene, oggi ho finalmente deciso di parlarvi di YANKEE CANDLE. Io e Gracy abbiamo comprato tante candele e con loro abbiamo preso anche un Bruciatore per tart.
Il momento adatto per accendere le candele e godere del loro profumo è al mattino, dopo aver svolto le faccende domestiche. Il profumo della candela si sprigiona in tutta la casa e dà sensazione di pulito. 
In formato Sampler Yankee Candle ho solo due candele, ma ho comprato delle altre davvero ottime. Si tratta di:
SNOW IN LOVE 2,65€
EVENING AIR 2,65€
CINNAMON STICK 2.65€

Ecco le Tart, la maggior parte di queste acquistate in saldo, ad eccezione di soft blanket:
MACARON TREATS -30%  2,25€  1,58€
CRANBERRY ICE -30%  2,25€  1,58€
CHRISTIMAS EVE -30%  2,25€  1,58€
WINTER GLOW -30%  2,25€  1,58€
SNOW IN LOVE -30%  2,25€  1,58€ 
SNOWFLAKE COOKIE -30%  2,25€  1,58€
CHERRIES ON SNOW -30%  2,25€  1,58€
CHRISTIMAS MEMORIES -30%  2,25€  1,58€


Fin'ora ne ho provate pochissime, in quanto una candela è riutilizzabile ripetutamente. Ma le migliori, secondo me, sono state Soft blanket ed Evening night.

Bene lettori, questo è tutto per oggi.
Fatemi sapere se anche voi avete provato le yankee candle e quale la vostra proferita.
Vi aspetto.
Baci, R ♥

lunedì 23 gennaio 2017

"Color Fuoco" di Jenny Valentine | 5^ tappa del blogtour: playlist

Buongiorno lettori, quest'oggi il blog ospita la quinta tappa del blogtour dedicato a "Color Fuoco" di Jenny Valentine, pubblicato da Rizzoli il 19 gennaio.
COLOR FUOCO (FIRE COLOR ONE) | JENNY VALENTINE | STANDALONE |
YA | 224 PP | RIZZOLI | 19/01/2017
Iris, 16 anni, non ha mai conosciuto il padre Ernest, celebre collezionista d’arte, ma soprattutto uomo inaffidabile, a detta della madre Hannah. Ernest ha però una malattia incurabile, e Iris viene spedita al suo capezzale per mettere un’ipoteca sull’eredità che Hannah considera il giusto risarcimento all’irresponsabilità del marito. Ma quando arriva alla villa-museo di Ernest, Iris trova una persona lontana dai ritratti della madre, e d’un tratto tutto ciò che credeva di sapere – su di lei e sul padre – sfuma nel nero. A Ernest non rimangono molti giorni, ma saranno sufficienti a Iris per capire che c’è un nocciolo di bellezza purissima nei segreti che velano la sua infanzia, e che ce n’è uno altrettanto sfolgorante nel suo futuro tutto da scoprire. Un inno ai legami che uniscono padri e figli, e allo straordinario potere dell’Arte, in qualsiasi sua forma, di unirci, cambiarci, renderci eterni.

Una storia molto toccante, capace di arrivare dritta al cuore con la sua dolcezza e semplicità. Trovare una colonna sonora per questo romanzo è stato bellissimo, in quanto ho scoperto canzoni a me sconosciute che ben si sposano con la storia di Iris ed Ernest. Eccole di seguito:

PLAYLIST
Ed Sheeran - All Of The Stars
Rag'n'Bone Man - Human
Birdy - Not About Angels
Sia - Angel By The Wings
Birdy - Wings
Birdy - Fire and Rain
Human - Christina Perri
Ed Sheeran - Even my dad does sometimes
Gabrielle Aplin - The Power of Love
Marco Mengoni - Ti ho voluto bene veramente
Francesca Michielin - L'amore esiste
Hope - Time To Say Goodbye
Hallelujah - Pentatonix

Bene lettori, mi auguro vi piaccia questa playlist. Fatemi sapere cosa ne pensate e soprattutto date un 'occhiata alle tappe del blogtour, che vi lascio qui sotto.

Bacioni, R ♥

domenica 22 gennaio 2017

"Carve the Mark" di Veronica Roth | 3^ tappa blogtour: recensione

Cari lettori, quest'oggi il blog ospita la terza tappa del blogtour, dedicato al libro "Carve the mark" di Veronica Roth, pubblicato il 17 gennaio in contemporanea mondiale. Scopriamolo insieme.


CARVE THA MARK. I PREDESTINATI | VERONICA ROTH | CARVE THE MARK SERIES #1 | YA-FANTASY |  427 PP. | MONDADORI CHRYSALIDE | 17/01/2017
Il primo capitolo della nuova saga di Veronica Roth.
 In una galassia lontana, dove la vita degli uomini è dominata dalla violenza e dalla vendetta, ogni essere umano possiede un “donocorrente”, ovvero un potere unico e particolare, in grado di determinarne il futuro. Ma mentre la maggior parte degli uomini trae un vantaggio dal dono ricevuto in sorte, Akos e Cyra non possono farlo. Al contrario, i loro doni li hanno resi vulnerabili al controllo altrui. Cyra è la sorella del brutale tiranno Shotet Ryzek. Il suo donocorrente, ovvero la capacità di trasmettere dolore agli altri attraverso il semplice contatto fisico, viene utilizzato dal fratello per controllare il loro popolo e terrorizzare i nemici. Ma Cyra non è soltanto un’arma nelle mani di un tiranno. La verità è che la ragazza è molto più forte e in gamba di quanto Ryzek pensi. Akos appartiene al pacifico popolo dei Thuvhesiti, e la lealtà nei confronti della famiglia è assoluta. Quando lui e il fratello vengono catturati dai soldati Shotet di Ryzek, l’unico suo pensiero è di riuscire a liberarlo e a portarlo in salvo, costi quel che costi. Quando poi viene costretto a entrare a far parte del mondo di Cyra, l’ostilità tra i loro due popoli sembra diventare insormontabile, tanto da costringere i due ragazzi a una scelta drammatica e definitiva: aiutarsi a vicenda a sopravvivere o distruggersi l’un l’altro. 

RECENSIONE
Che Veronica Roth avesse scritto un altro dei suoi romanzi era una gran notizia che appresi un po' tempo fa con grandissimo entusiasmo, tuttavia non avevo la benché minima idea che si trattasse di un libro così bello, che potesse conquistarmi come è accaduto.
Dopo il successo della precedente serie, dal titolo "Divergent", Veronica Roth dà vita ad un altro capolavoro fantasy, con una storia tutta da scoprire. Non è stato solo il nome dell'autrice a farmi aprire gli occhi su questa pubblicazione, di certo lo è stata la tram, ma ad incuriosirmi sopra ogni cosa è stato il nuovo mondo che ci regala la Roth. Immersi nell'universo, i lettori si imbattono nella storia di Akos e Cyra.
Vi preannuncio che non mi aspettavo assolutamente una storia come questa, non credevo di trovare due protagonisti per i quali avrei perso letteralmente la testa, perchè sia Akos che Cyra hanno superato le mie aspettative e mi hanno davvero sorpreso, di questo ne sono molto felice.
Ci troviamo a Thuvhe, il pianeta di ghiaccio, coperto da una coltre di neve e dai preziosi fiori del silenzio. Thuvhe e i thuvhesiti sono ufficialmente riconosciuti dall'Assembra delle Nazioni rispettivamente come pianeta e cittadini, tuttavia Thuvhe è abitata anche dagli shotet, che diversamente dai pacifici e gentili thuvhesiti, sono brutali ed ostili. Tanto tra gli shotet che tra i thuvhesiti ci sono i predestinati: uomini, donne, bambini che hanno o svilupperanno un donocorrente, un potere che li renderà diversi e speciali agli occhi della gente. Il donocorrente della mamma di Akos e di suo fratello Eijhe e sua sorella Cisi è molto importante, si tratta della sacerdotessa-oracolo di Thuvhe, che vede e predice il futuro. Come il futuro, l'oracolo predice anche i donicorrente dei predestinati e quando questi vengono svelati pubblicamente e noti in tutta la Nazione, la vita di Akos e della sua famiglia, come quella di molte altre, cambia tutto d'un tratto.

sabato 21 gennaio 2017

"Life is love" di Claire Contreras | Recensione

Salve lettori e ben ritrovati, oggi voglio parlarvi di un libro che ho letteralmente divorato e che mi ha conquistato pagina dopo pagina. Si tratta di "Life is love" di Claire Contreras.
LIFE IS LOVE (KALEIDOSCOPE HEARTS) | CLAIRE CONTRERAS | HEART SERIES #1| NEW ADULT | 320 PP | NEWTON COMPTON | 06/10/2016
A distanza di un anno dall’improvvisa e tragica morte del suo fidanzato, Estelle stenta a far ripartire la propria vita e, per cercare di superare il dolore, decide di trasferirsi per un po’ da suo fratello Vic. Appena arrivata, si ritrova faccia a faccia con Oliver, il suo primo grande amore, ed Estelle sente il cuore tornare a battere forte anche dopo così tanto tempo. Oliver, il migliore amico di suo fratello, per lei era il principe azzurro, il ragazzo dei sogni, ma lui l’ha trattata sempre e solo come una sorellina da proteggere e nulla di più. Ciò che Estelle non sa è che anche Oliver era terribilmente attratto da lei, ma aveva deciso di ignorare i propri sentimenti per non perdere l’amicizia di Vic, il quale non avrebbe tollerato avances nei confronti della sorella. Adesso però lei è tornata in città e sono entrambi adulti e indipendenti... Oliver è deciso a prendersi ciò che ha sempre desiderato, ma Estelle non è più la ragazzina spensierata di un tempo: ha sofferto molto e neppure lei sa come coltivare, nel suo cuore ormai arido, l’idea di una seconda possibilità...

RECENSIONE
Ormai goodreads.com è diventato una garanzia per me lettrice, prima di comprare o di avvicinarmi ad un libro. Accade sempre più spesso di maturare dei dubbi sulle letture che devo affrontare, talvolta perchè credo di esser stanca di legger sempre le stesse storie trite e ritrite e talvolta perché cerco qualcosa di originale e di ben scritto, che sappia arrivarmi dritto al cuore. Posso amare un libro che racconti una storia banale, ma magari colpisce per la prosa, che fa la differenza, in altri casi posso amare storie un po' più complesse, un po' più drammatiche, con quel pizzico di pathos che rende un po' più reale il racconto, e altre volte ancora, molto più frequenti ultimamente, cerco il fantasy, qualcosa di surreale, che mi porti in un mondo diverso dal mio, affascinante e bellissimo.
«Cuori infranti», commenta lui digrignando i denti. «Mi sembra appropriato.»
«Non sono cuori infranti , sono cuori caleidoscopici», lo correggo.
«E che differenza fa? Sono fatti comunque di frammenti».
«La differenza è che sono già rotti, ma io utilizzo i pezzi per ricostruirli. La differenza è che al cuore viene data una seconda occasione; forse si spezzerà di nuovo, ma visto che è già in frammenti, è possibile che la prossima volta si faccia meno male».
Con "Life is love" non è stato amore a prima vista, sarà stata la sua copertina, ma non ero convinta a comprarlo e leggerlo, tuttavia tantissimi pareri positivi e l'altissima valutazione su goodreads mi ha fatto ricredere. Questa è l'ennesima volta che forse ripeterò tra me e me che un libro non deve mai esser giudicato dalla copertina o anche sola dalla trama, che a volte può sembrare insulsa, ma bisogna addentrarsi e scoprire cosa c'è dentro per comprendere se il libro fa per noi o no. Grazie al cielo ho dato una possibilità a "Life is love" altrimenti non mi sarei mai perdonata il grandissimo errore di metterlo da parte e non concedergli una chance. Ho adorato questo libro, l'ho amato tantissimo perché è un libro meraviglioso, che si fa apprezzare e adorare pagina dopo pagina.
«Viviamo in una galassia tutta nostra», sussurro baciandogli il lobo dell’orecchio, e sorrido quando sento che il respiro di Oliver si fa affannoso. «Una galassia dove la tempesta passa, le luci si spengono e tutto cessa di esistere tranne noi».

giovedì 19 gennaio 2017

3 outfit per le ragazze dai fianchi larghi | Outfit & Accessori

Ciao ragazze, oggi il post è tutto e solo per voi. Ebbene sì, vi svelerò tre outfit che uso per rendere meno evidenti i miei fianchi larghi.
Talvolta ci troviamo dinnanzi lo specchio a squadrarci da capo ai piedi e diciamo "no, bocciato". Talvolta gli outfit che creiamo non sono adatti al nostro corpo, ci diciamo: "eppure ad un'altra ragazza quell'outfit stava da dio", e ci domandiamo "perchè a me no?". Spesso a questo quesito rispondiamo: "Sono grossa", "sono brutta" e blabla bla...tante altre cattiverie che la nostra mente pensa l'una dopo l'altra, ma nessuna di queste cattiverie è vera. Non siamo brutte o grasse, semplicemente non indossiamo l'abito adatto al nostro corpo, che risalti i nostri punti forti e minimizzi i nostri punti deboli. E' importante accertarsi, sentirsi bene nel proprio corpo, sentirsi belle per la nostra unicità, perchè diciamocelo: "come me non c'è nessuno"e "sono speciale".
Se penso a cosa indossare per rendere meno evidenti i miei fianchi larghi, messi in risalto da una vita molto molto stretta, allora penso a tre diversi outfit, l'uno più comodo dell'altro, credetemi. Non c'è alcuna necessità di usare tacchi o trampoli per avere una figura slanciata ma possiamo ottenere un ottimo risultato anche indossando:

•Gonne a vita alta e a palloncino.
L'ideale sarebbe indossare una gonna che si fermi in vita e che sia molto ampia e svasata. Se poi ci mettete anche una maglia corta, altezza ombelico, o un body o ancora una maglia come quelle che indossano le ragazze sotto, tanto meglio.


martedì 17 gennaio 2017

Evento FALLEN a Bari, 14 gennaio

Salve lettori, oggi ho il piacere di raccontarvi dell'evento Fallen, tenutosi presso la Fondazione Giuseppe Tatarella, a Bari, perchè noi c'eravamo.

Seppure con pochi minuti di ritardo, causato dai mezzi di trasporto, io e Annalisa, una mia amica, siamo giunte presso la Biblioteca in via Piccinni, a Bari, dove si sarebbe tenuto l'evento Fallen. Appena accolte da una delle tre organizzatrici, Monica, ci siamo accomodate in sala, gremita di gente. A creare una calorosa atmosfera però non è stata solo Monica, ma anche Roberta, che in sala ha chiesto a ciascun partecipante di presentarsi, pochissime parole per lasciare un quadro di sé agli altri.

In attesa del film, che sarà disponibile a partire da giovedì 26 gennaio nelle sale cinematografiche, abbiamo pregustato alcune scene molto significative del film. Abbiamo visto in anteprima due piccoli estratti dal film, che hanno incrementato il mio desiderio di scoprire al più presto come hanno riprodotto su pellicola il libro. Il momento più divertente è stato quando abbiamo giocato a Taboo, realizzando due squadre: teamCam e teamDaniel, attribuendo la vittoria a quest'ultimo.

lunedì 16 gennaio 2017

"Nikolaj" di Kristen Kyle | Release Blitz



Esce oggi Nikolaj, primo romanzo della serie Men of Honor di Kristen Kyle.



Titolo: Nikolaj
Autrice: Kristen Kyle
Serie: Men of Honor, #1
Genere: Mafia Romance
Editore: Self-Publishing
Prezzo eBook:  € 1.99 (prezzo lancio per la prima settimana € 0.99)
Uscita: 15 Gennaio 2017



TRAMA:

Le mie origini mi perseguitano.
Le mie mani sono sporche del sangue dei miei nemici.
Ho lottato per essere libero.
Ho combattuto per conquistare il mio posto nel mondo.
L’ambizione e il successo hanno sempre placato il mio desiderio di riscatto.
Ma non i miei incubi.
Ora finalmente sono sul punto di raggiungere tutti i miei obiettivi e dimenticare il passato. Sulla mia strada, però, c’è un ostacolo: Anthony Calabrese.
Il boss della mafia italiana mi ha fatto una proposta che non posso accettare.
La guerra è inevitabile, tuttavia non ho bisogno di un esercito.
Isabella Calabrese sarà la mia arma.
La principessa scoprirà che con i russi non si scherza.
Suo padre dovrà scegliere tra il vivere senza il suo cuore o arrendersi a me.
C’è solo un problema.
Gli occhi di Isabella mi scavano dentro, leggono la mia anima corrotta, si insinuano nella mia mente disturbata.
Riuscirò a piegarla prima che lei distrugga me?

**Attenzione**
Il romanzo contiene scene di sesso esplicite e tratta contenuti delicati. Se ne consiglia la lettura a un pubblico adulto e consapevole.

Men of Honor è una serie di romanzi AUTOCONCLUSIVI.


MAN of HONOR
1 – Nikolaj
2 – Vincent

domenica 15 gennaio 2017

Weekly recap | 3 settimana

Salve lettori e buona Domenica a tutti voi. Oggi sul blog vi aspetta il Weekly recap.

Come è andata la vostra settimana? La mia è stata ricca di accadimenti che voglio condividere con voi. Lunedì ho finalmente pubblicato il DECEMBER BOOK HAUL, un post che avevo programmato da tanto tempo ma che ho avuto modo di pubblicare solo questo Lunedì. Mi sono diventata nel riprendere i libri che ho acquistato questo dicembre ed è davvero un grande piacere mostrarveli. E' uno dei migliori bottini mai avuti, in cui non conta la quantità bensì la qualità. 
Ho dedicato l'intera giornata di Martedì studiando e leggendo. Non ho voluto saperne di riporre il libro che stavo leggendo, nonché "Life is love" di Claire Contreras, un libro bellissimo, del quale vi parlerò prestissimo. Non ho pubblicato nessun post, ma solo un breve messaggio sulla pagina facebook del blog. 

venerdì 13 gennaio 2017

Instagram, la mia droga!

Salve lettori, quest'oggi voglio parlarvi di un'applicazione, della quale non posso più fare a meno. Si tratta di Instagram. Con questo post voglio spiegarvi l'importanza di questo social.
Per chi ancora non mi seguisse, il mio account è il seguente: larapunzeldeilibri

Tutto il mondo ha fatto di Instagram un'applicazione da usare quotidianamente e più volte al giorno, non solo per pubblicare le nostre foto e creare le nostre storie, ma anche cercare i nostri amici, condividere i loro momenti. Istagram è inoltre un'app con la quale poter seguire i nostri idoli, i nostri personaggi famosi preferiti, un modo per essere sempre aggiornati su cosa stanno facendo e cosa hanno in programma di fare. E' incredibile, Instagram è davvero un'applicazione ben fatta. Tra l'altro trovo che sia molto più facile e più pratica di snapchat, che io continuo a detestare. Inutile dire che non mi ha conquistato per niente snapchat e per questo non mi trovate lì. 
Torniamo su  Instagram. Come dicevo, Instagram è una droga, ormai più di facebook, dai colori più vivaci e dalla varietà di profili, ai quali basta seguire, senza nessun altro intento che quello di seguire le foto del vostro instagrammer.
Adoro la nuova versione di Instagram, non solo per il lineare ed ordinato design, ma anche le nuove funzionalità, come le chat, le storie e i suggerimenti degli instragrammer da seguire.

COME USO INSTAGRAM E UN PAIO DI CONSIGLI
1•Caricare una foto, scegliere la dimensione più adatta, inserire o meno il bordo, e optare per l'effetto più bello.
Spesso e volentieri mi ritrova a scegliere sempre tra gli stessi effetti, e tra i miei preferiti ci sono:
-CLARENDON, colori più accesi, tendenti al blu.
-GINGHAM, un effetto vintage con elevata dissolvenza,
-LARK, un effetto che dà più luminosità all'immagine senza modificare radicalmente i colori originali,
-JUNO, colori più vividi,
-INKWELL, uno dei miei preferiti effetti bianco e nero,
-WALDEN,
-STINSON, uno dei miei preferiti effetti vintage,
-DOGPATCH, colori più vividi e più scuri.
Per ogni effetto, consiglio di graduare l'intensità, per evitare che l'effetto modifichi evidentemente la vostra foto. In taluni casi è sempre meglio aumentare solo la luminosità ed i contorni, ma talvolta è indispensabile usare uno o più di questi effetti per rendere più sofisticata e curata la foto. 

2•Inserire gli hashtag. Il successo di una foto molto spesso è dato dai like che ha. Certo che più followers abbiamo e più like possiamo, più probabilmente, ricevere, ma non è sempre vero. Mediante i tag, quali #likeforlike, #followme #followforfollow, #tagsforlike è possibile avere like da chi si avventura per questi hashtag. Altri hashtag che incrementano il pubblico sono: #photooftheday, #photo, #picoftheday, #pic... Ma attenzione, gli hastag devono esser sempre veritieri. Oltre che inserire gli hasthag sopra citati, che servono per aumentare il pubblico, altri hashtag che possiamo inserire sono quelli inerenti all'oggetto raffigurato in foto. Se parliamo di libri allora possiamo inserire #book, #text, #pages, #read, #plot e tanto altro, così come per un prodotto make-up: #makeup, #trucco, #palette, #lips...bisogno sola sbizzarrirsi. Attenti a non ripetere mai due hashtag e a non metterne troppi.

mercoledì 11 gennaio 2017

"Carve the mark" di Veronica Roth | Libri in Anteprima

Salve lettori, quest'oggi riprendo la rubrica librosa: libri in anteprima, perchè voglio condividere con voi il mio entusiasmo per la prossima pubblicazione in casa Mondadori.
Di cosa sto parlando? Ma certo, di Carve the mark di Veronica Roth.
Foto tratta da Libri Mondadori

Tutto il mondo è in fermento. Finalmente il nuovo libro di Veronica Roth sarà in tutte le librerie a partire da martedì 17 gennaio. Mancano pochissimi giorni!!! Quanti di voi lo attendono?

Pupa Vamp palette occhi n.003 Bon ton | Make up

Salve lettori, quest'oggi, con l'aiuto di Gracy, parliamo di un nuovo acquisto: Pupa Vamp palette occhi n.003 Bon ton. 

Ho comprato questa palette i primi giorni dell'anno nuovo perchè il packeging è molto sofisticato e pratico da portare in borsetta, con un piccolo specchietto e 5 colori che comprendono alcune gradazioni del grigio, con colori perlati e metallici. Preferisco i colori scintillanti e metallici perchè illuminano lo sguardo e rendono il make up particolare. Confezione a specchio anche all'estero e un doppio applicatore all'interno. Tutto molto chic.





lunedì 9 gennaio 2017

December Book Haul

Salve lettori, quest'oggi parliamo del DECEMBER BOOK HAUL. Ecco il mio bottino di dicembre, che in realtà conta più libri che ho ordinato nel mese di dicembre ma sono arrivati a gennaio e per questo motivo ho deciso di inserirli nel book haul di gennaio.
Finalmente è giunto il momento di mostrarmi i nuovi libri che arricchiscono il mio scaffale. Vi ricordo che la foto soprastante, che vi riporterò di seguito senza logo, è solo dimostrativa, in quanto non riproduce tutti i libri del mio bottino libroso di dicembre ma solo, per questioni pratiche, i libri cartacei. Il mio kobo è un po' a riposo in questi ultimi giorni ma ho fatto degli acquisti davvero molto interessanti. 
Iniziamo dai cartacei.
-FLOWER di ELIZABETH CRAFT e SHEA OLSEN -(RECENSIONE)- E' stato un libro ricevuto, con grande sorpresa, dalla casa editrice. Ho adorato la cover ma ho poco apprezzato il contenuto. Per maggiori informazioni, leggete la mia recensione. Troverete la mia opinione sul romanzo.

Finalmente ho acquistato e completato la serie di Leisa Rayven, edita da Fabbri Editore.
-CANCELLA IL GIORNO CHE MI HAI INCONTRATO di LEISA RAYVEN - Letto in ebook, un libro che mi ha entusiasmato e che ho adorato fin dalle primissime pagine. L'alternanza tra passato e presente rende il libro diverso da altri romanzi e capace di svelare la vera indole dei personaggi. Un aspetto che ho molto apprezzato. La mia recensione la trovate QUI.
-PUOI FIDARTI DI ME di LEISA RAYVEN - Lessi anche questo libro in formato digitale, e ricordo di averlo definito come il miglior libro conclusivo di una meravigliosa storia d'amore. Certo, non mi fece battere il cuore come il primo, ma è pur sempre una bellissima lettura.. Per leggere la mia recensione, cliccate QUI.
-NON MENTIRE AL MIO CUORE di LEISA RAYVEN- E' stato questo romanzo a spingermi ad acquistare l'intera serie. Non avevo ancora letto questo libro prima d'ora e mi ha totalmente convinta. Un'altra coppia che, seppure prende come stereotipo la storia tra Ethan e Cassie, si lascia amare dai lettori. Una bellissima storia d'amore che saprà conquistarvi se avete amato i primi due volumi. Tra l'altro, la penna della scrittrice crea quella magia inconfondibile, che in tutti e tre i romanzi sa ricreare con maestria. Qui trovate la recensione di Gracy.

domenica 8 gennaio 2017

Weekly Recap | 2 Settimana

Salve lettori e buona domenica. Le vecchie abitudini sono difficili da cambiare, perciò anche oggi sul blog trovate il weekly recap. Ho un sacco di cosa da raccontarvi e tante news da condividere con voi,perciò continuate la lettura del Weekly recap.

Finalmente ho potuto usare questa splendida foto, scattata il mese scorso, per il weekly recap. Rappresenta benissimo le temperature di questi giorni, siamo vicino lo zero o sotto zero. E' vero, i Russi sono abiuati e noi ne facciamo una questione di stato per un po' di neve, ma dalle mie parti (Puglia), è davvero un fenomeno strano la neve e siamo ancora increduli al fatto che qui si geli.
In compagnia di una tazza fumante di cioccolata calda e del mio camino, oggi scrivo il WEEKLY RECAP.

POST DELLA SETTIMANA

LETTURE DELLA SETTIMANA SCORSA
"Non mentire al mio cuore" di Leisa Rayven 
"Prima di innamorarmi" di G.J. Walker-Smith

LETTURE DELLA SETTIMANA PROSSIMA
"Color fuoco" di Jenny Valentine
"Life is love" di Claire Contreras

sabato 7 gennaio 2017

"Prima di innamorarmi" di G.J. Walker-Smith | Recensione

Salve lettori, oggi vi parlo di "Prima di innamorarmi" di G.J. Walker-Smith, novella de "La serie dei desideri". Ho amato questa serie pubblicata non interamente, ma solo i primi tre libri, dalla Newton Comppton. Tre episodi talmente belli da finire nella mia lista dei libri preferiti del 2016. Per i più curiosi, vi lascio i link del primo (  E L'AMORE BUSSO' ), secondo (E L'AMORE CHIAMO')e terzo libro ( L'AMORE CHE SARA' ). Oggi la mia attenzione è tutta puntata su "Prima di innamorarmi" di G.J. Walker-Smith, una novella di poco meno di cento pagine, che narra le vicende precedenti al primo libro, di Gabrielle ed Alex. 


PRIMA DI INNAMORARMI | G.J. WALKER-SMITH | LA SERIE DEI DESIDERI #2.5 | CONTEMPORARY ROMANCE | NEWTON COMPTON | 01/01/2017

Dall’autrice del bestseller E l’amore bussò

La serie dei desideri

Gabrielle Décarie ha smesso con gli uomini arroganti, ma questo non significa che non possa divertirsi un po’. Quando fa la sua mossa con Alex Blake, si ripromette di non andare oltre una sola notte. È troppo sicuro di sé, provocante e complicato. E ciononostante, si innamora follemente di lui.



RECENSIONE
Dopo aver adorato i primi tre romanzi de "La serie dei desideri", ho voluto dare un'opportunità alla novella dedicata a Gabrielle ed Alex. Chi avrà letto questi libri, saprà che Gabrielle è l'insegnante di francese di Charlie, un'alunna molto difficile, rapportarsi con la quale è molto faticoso. Tuttavia quella ragazza ha un fratello bello, bellissimo da togliere il fiato, così bello che ogni mattina gli occhi di Gabrielle si posano nell'azzurro più azzurro che abbia mai visto. 
Fuggita dalla vita, che noi chiameremmo perfetta, a New York, Gabrielle giunge in Tasmania, alla ricerca del lavoro dei suoi sogni, della vita dei sogni sogni e anche dell'uomo dei suoi sogni. Fuggita da un uomo che non sapeva mantenere le mutande al suo posto, Gabrielle non ha alcuna intenzione di innamorarsi ma con Alex accade e basta. 
Alex è un uomo bellissimo, dall'aspetto semplice, ma dall'animo gentile e generoso. La sua vita sarebbe liscia come l'olio se non avesse un vulcano a colorargli la giornata. Charlie è sua sorella minore, è tutto ciò che ha, per anni sono sempre stati solo Alex e Charlie, ma ora il cuore di Alex ospita una persona in più: Gabrielle, gentile, rigorosa, ma anche molto passionale.
Sono molto contenta che sia stata dedicata una novella ad Alex e Gabrielle. Non vi nego che durante la lettura dei tre romanzi, questa coppia mi ha colpito non poco. Alex e Gabrielle mi hanno incuriosito e avrei voluto tanto leggere ancora dei due se non fosse che la novella fosse già bella che finita.

venerdì 6 gennaio 2017

BOOK TAG DELL'EPIFANIA | BOOK TAG

Salve lettori e buona Epifania a tutti voi. Ho mantenuto fede al mio primo proposito dell'anno e ,come vedete, la grafica ha subito alcuni cambiamenti, che non sono ancora terminati.
Quest'oggi avrei dovuto pubblicare un video book tag, ma non sono riuscita a realizzarlo in questi giorni, sia a causa di una brutta influenza che ha colpito mia madre e ho dovuto starle accanto e sostituirla in alcuni casi, sia a causa della frenesia di questi ultimi giorni. Tuttavia la Befana è arrivata anche a casa mia e, anche se di solito porta dolci, caramelle e tante altre bontà a quantità, quest'anno il bottino è stato molto più sostanzioso. Ma di questo ne parleremo in un altro post, nel quale vi mostrerò i miei regali di Natale e anche quelli scartati stamane.

BOOK TAG DELL'EPIFANIA
tratto dal blog di Susy: "I miei magici mondi"

CARBONE
Un libro che ti trovi nella libreria, ma non sai se leggerlo
"THAT BOY" di Jillian Dodd è la mia scelta. In effetti non so se leggerò questo libro e l'intera serie. Presi la versione Super Insuperabili, nella quale è possibile trovare 3 romanzi in uno e ricordo di averlo pagato a soli 9.90€. Sicuramente un affare ma oggi, con il senno di poi, mi rendo conto che forse non merita poi così tanto e che ci sono tante altre letture da affrontare. Se lo leggerò, sarà durante la pausa estiva, sempre che non trovi null'altro da leggere prima.
CARAMELLE
Una saga di libri che vorresti proprio iniziare a leggere
Una saga che vorrei proprio iniziare è "SHADOWHUNTERS" di Cassandra Clare. Mi dispiace non averla letta via via, durante la pubblicazione dei libri dalla Mondadori, perchè ora mi ritrovo a dover recuperare una saga che conta tantissimi volumi. Devo dire che in questo caso sono stata troppo "contro corrente". Mentre tutti leggevano Cassandra Clare, io leggevo...non me lo ricordo, ma oggi penso che avrei dovuto dare ascolto ai lettori che, entusiasti, consigliavano questi libri e questa scrittrice.

giovedì 5 gennaio 2017

Rossetti MAT | La mia esperienza

Bentornati lettori, quest'oggi voglio inaugurare il primo post dedicato al make up e ai cosmetici, piuttosto che recensioni voglio tenere un diario aggiornato, nel quale raccontare le mie esperienze con alcuni prodotti usati e in questo caso vi parlo in generale dei ROSSETTI MAT!
In questi giorni sono stata indecisissima se aprire o meno questa rubrica, in quanto non è che spenda ore ed ore dinnanzi allo specchio. Insomma avete presente la strega di Biancaneve 🍎? Non posso assolutamente paragonarmi a lei perché al mio specchio non chiedo mai chi è la più bella del reame, anzi, quando sono sotto esame spero solo di riconoscermi allo specchio, tuttavia non manco di indossare un rossetto per impreziosire il mio trucco minimal, che non può mancare quando esco di casa. Tra i migliori rossetti indossati negli ultimi tempi annovero i rossetti mat. 
Non importa il brand ma importa il fatto che siano mat e non lucidi o glitterati. 
Per anni son fuggita dai rossetti cremosi con poca resistenza e che mi imbrattavano tutto il viso. Eh sì, mi bastava una smorfia qualunque per sporcare mento e naso, poi le dita delle mani compivano il resto. Ho odiato per anni anche il lucida labbra. Per una quattrocchi come me, indossare il lucida labbra durante una giornata ventilata è sempre stato un incubo, i capelli entravano in contatto con le labbra e, a causa del vento, i capelli sporcavano gli occhiali. 
L'unico a sopravvivere sempre nella mia borsetta è il burro cacao ma capirete bene che non è il massimo. E poi tutti possono indossare un burro cacao, anche le bambine e in qualsiasi occasione. Io cercavo un rossetto che mi facesse venir voglia di colorar le labbra e con i rossetti mat ho trovato ciò che cercavo. 

mercoledì 4 gennaio 2017

10 propositi per il 2017 | Anno nuovo, propositi nuovi

Salve lettori e ben ritrovati. Quest'anno ho diversi propositi che voglio condividere con voi, ma, come ogni anno, non manca mai il timore che qualcuno non si realizzi in quanto non tutti sono di facile concretizzazione.

1.MODIFICARE LA GRAFICA DEL BLOG
E' ormai da tempo che penso di cambiare la grafica del blog ma non lo faccio mai sia a causa del tempo, che preferisco dedicarlo ad altro, sia a causa del fatto che lo stile minimal mi piace tanto. Magari cambierò alcune cose del layout, i font, e poi voglio dare un po' di colore al blog, per dare vivacità. Sono ancora indecisa su quale colore scegliere, magari potete consigliarmi i vostri colori preferiti. Io ho pensato al prugna, al lilla, al glicine o al verde o all'oro.
Fatemi sapere cosa ne pensate.

2.LEGGERE ALMENO 70 LIBRI
Per chi mi segue su goodreads saprà che leggere 70 libri è stato il mio obiettivo da raggiungere per la reading challenge del 2016, tuttavia non ho voluto fare la spaccona per il 2017. Nonostante ho super superato il limite, leggendo ben 100 libri durante l'anno scorso, non ho voluto incrementare il mio obiettivo. 70 libri sono tanti e, se si tratta di libri che davvero un lettore vuole leggere, sono anche abbastanza.

3.INIZIARE E/O COMPLETARE LE SEGUENTI SERIE:
•Shadowhunters di  Cassandra Clare
•Le cronache lunari di Marissa Mayer
•Talon di Julie Kagawa
•Revenants di Amy Plum
•Il trono di ghiaccio di Sarah J. Maas
•The dark artifices di Cassandra Clare
•Red Queen di Victoria Aveyard (per questa serie ho dei dubbi. Voi cosa ne pensate? Merita?)
•Harry Potter di J.K. Rowling
•Anna and the French Kiss di Stephanie Perkins
•Elements di Brittainy C. Cherry
•Crave the  mark di Veronica Roth
•The Raven Circle di Maggie Stiefvater
•The wolves of Mercy Falls  di Maggie Stiefvater
•Shatter Me di Tahereh Mafi

TI POSSONO INTERESSARE

Se il post ti è piaciuto, lascia un commento. Ti aspetto!