/ La Rapunzel dei libri e non solo | Rosalba Ranieri : "Harry Potter e la camera dei segreti" di J.K. Rowling | Recensione

venerdì 10 marzo 2017

"Harry Potter e la camera dei segreti" di J.K. Rowling | Recensione

Salve lettori, oggi voglio parlarvi dell'ultima lettura affrontata: Harry Potter e la camera dei segreti.
 
HARRY POTTER E LA CAMERA DEI SEGRETI | J.K. ROWLING | HARRY POTTER SERIES #2 | FANTASY | 307 pp. | SALANI | 2005
Harry Potter è ormai celebre: durante il primo anno alla Scuola di Magia e Stregoneria di Hogwarts ha sconfitto il terribile Voldemort, vendicando la morte dei suoi genitori e coprendosi di gloria. Ma una spaventosa minaccia incombe sulla scuola: un incantesimo che colpisce i compagni di Harry uno dopo l'altro, e che sembra legato a un antico mistero racchiuso nella tenebrosa Camera dei Segreti. Nel secondo, attesissimo libro delle avventure di Harry Potter, J.K. Rowling supera se stessa, arricchendo il suo universo fantastico di personaggi indimenticabili e di trovate esilaranti. Harry e i suoi amici sfidano oscure magie e terribili mostri, parlano con i gufi e viaggiano in automobili volanti, in un percorso magico dal ritmo incalzante e dalla sequenza infinita, come da scatole cinesi. E su tutto emerge il gusto per il romanzo d'avventura, ciclico e perfetto, in cui l'elemento soprannaturale si trasforma in quotidiano, emoziona il lettore e lo conquista al gioco della fantasia.

RECENSIONE 
Ho ricevuto questo libro da mia madre e mia sorella per la festa della befana e solo qualche settimana fa ho deciso di leggerlo. 
Inizio questa recensione col dire che la storia mi ha sorpreso notevolmente, infatti ho apprezzato molto più questo capitolo piuttosto che il primo. Non so dirvi bene il motivo per il quale ho adorato questo secondo capitolo più del primo, probabilmente sarà stato il fatto che Harry, Hermione e Ron li conoscevo già ed é stato come se tornassi a leggere le avventure di tre amici ma soprattutto, a farmi apprezzare di più questo episodio, è stato il mondo di Hogwarts, che a differenza del primo libro, si prospetta fin dai primi capitoli, senza attendere tutti quei capitoli di introduzione che troviamo nel primo libro. Non che non abbia apprezzato quest'ultimi perché lo stile della scrittrice è fluido e lineare, ma sono solo dei capitoli in cui non c'è la vera magia.
Ebbene, Harry Potter è una serie che migliora libro dopo libro, queste le parole dei lettori che hanno amato la serie e, seppure la mia esperienza si limita ai soli primi due libri, posso confermare questa affermazione. 
Tornare ad Hogwarts è sempre una grande emozione, dove maghi, streghe e forze oscure ci allietano per tutto il libro. 
Questa volta Harry non è più il ragazzo indifeso e succube dei suoi zii, ma è un mago, ma non uno qualsiasi, bensì un mago conosciuto da chiunque ad Hogwarts. Scoperta la sua identità, Hogwarts è il suo mondo ed é tutto ciò che desidera mentre trascorre le vacanze estive dai suoi zii Babbani. Tuttavia tornare ad Hogwarts non è così semplice come credeva. Una serie di eventi porteranno Harry a vivere diverse esperienze, alcune delle quali con il suo amico più fidato Ron. 
Tornati a scuola, i ragazzi troveranno tante novità, come il nuovo professore di arti oscure, un nuovo membro della squadra serpeverde di Quidditch, ma soprattutto conosceranno Mirtilla Malcontenta, un fantasma piagnucolone e permaloso. 
Ma tra tutti i fantasmi il mio preferito è Nick senza testa. È davvero dolce e sopratutto ingenuo: non avrebbe mai pensato che Harry e i suoi amici sarebbero scappati a gambe levate dalla festa del suo complemorte. Ebbene, come anche Ron se lo domanda, chi festeggerebbe l'anniversario della propria morte? Ma ad Hogwarts non c'è nulla di normale ed é questo, anche tali piccoli dettagli, a rendere straordinario questo mondo. 
Ciò che incuriosiscono il lettore e che lo portano a leggere Harry Potter sono le peripezie che lo vedono interessato in prima persona, con Hermione e Ron a suo fianco. Anche questa volta i maghetti rischieranno tanto ma con l'aiuto di Hagrid e Silente la magia buona vincerà su quella oscura. 
Questo capitolo, mi ha colpito più del primo, sarà perché quanto raccontato mi ha entusiasmato molto più e perché ricordo che il film, dedicato al secondo volume della serie, era uno dei miei preferiti. 
Come vi dicevo pac'anzi, Harry Potter e la camera dei segreti mi è piaciuto così tanto che, seppure abbia impiegato più tempo del solito a leggerlo, ho comunque adorato pagina dopo pagina. Come di solito accade, si arriva ad un certo punto della storia in cui è impossibile chiudere e riporre il libro perciò ho colto la palla al balzo per proseguire e terminare il libro. Così, seppure con un inizio lento, la parte roccambolesca. tra colpi di bacchette e pozioni magiche, è divorabile in quattro e quattr'otto. Non perdete l'opportunità di godere del tempo con Harry Potter e i suoi amici perché la fantascienza del libro è genuina e appassionante. 
Bello ed imperdibile. 
4.5 stars!
Non vedo l'ora di comprare il terzo volume della serie, che non ho potuto comprare a febbraio infrangendo il mio proposito di comprare un volume al mese, per tornare ancora ad Hogwarts.

Bene lettori, oggi è tutto. Scrivetemi nei commenti se avete letto questo libro e cosa ne pensante.
Vi abbraccio, R ❤️

2 commenti:

  1. Sono molto felice che ti sia piacendo molto, adoro questa saga una delle più belle e mi è venuta una gran voglia di rileggerla!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Susy, non so come abbia fatto a non leggerla prima questa serie. Sono molto felice di aver seguito i vostri consigli. Un bacione ♥

      Elimina

Se il post ti è piaciuto, lascia un commento. Risponderò presto!