lunedì 29 febbraio 2016

New Look | 29 - 02 - 2016 |


Cari lettori, quest'oggi, ultimo del mese, 'La Rapunzel dei libri' cambia look. 
Ammetto di aver lavorato giorni e giorni sulla grafica, cercando di curare i minimi dettagli. Come potete vedere, la mia inattività è giustificata. Ero dietro le quinte che davo vita ai nuovi colori e disegni. Mi chiedo: vi piace?
Vi domanderete perché ho scelto questi colori, e vi dirò che l'ispirazione viene leggendo. Recentemente ho ospitato sul mio comodino due romanzi, che ho amato particolarmente. Del primo ve ne ho già parlato qui, si tratta de 'La notte che ho dipinto il cielo' di Estelle Laure, mentre il secondo è '99 giorni' di K.A. Tucker. 
Nel primo romanzo significativo è il cielo. L'ho immaginato sereno, senza alcuna nuvola all'orizzonte. Mentre nel secondo, emblematica è l'acqua, limpida e dal colore verde smeraldo. Insomma la miscela dei colori, azzurro del cielo e verde smeraldo dell'acqua, hanno dato vita a quello che vedete: turchese. Magari non è un colore propriamente primaverile ma è quello su cui ho più fantasticato recentemente e così ho dato vita alla nuova grafica. 
Certo le imperfezioni non mancano mai. Vi ricordo di non essere una professionista del web designer, sono una semplice dilettante che adora perdersi tra pennelli, colori, effetti,... 
Il segreto: non arrendermi mai. Questa grafica è frutto di numerosi tentavi vani, ma ciò che importa è il risultato, non è vero?
Ora, mi auguro di non voler più apportare modifiche al blog. Mi legherò le mani, promesso. 
Mi rimboccherò le maniche per arricchire il blog di contenuti. Questa settimana sarò fuori Italia, sebbene per pochi giorni, pertanto al mio ritorno non mancherò di raccontarvi le news, di mostrarvi le foto scattate (solo le più belle), le letture da viaggio,... Ritornerò più carica che mai.

Stay tuned! <3
A presto, 
Rapunzel

venerdì 26 febbraio 2016

Recensione: 'La bella e la bestia' di Vanessa Rubio-Barreau

Cari lettori, quest'oggi spetta a me pubblicare la recensione del libro che ho scelto per il dominio letterario di febbraio, organizzato dal Team Passione Blog. 
Non è la prima volta che partecipo a questa iniziativa, ma in questa occasione ho avuto difficoltà a scegliere il libro che ben si collegasse a quello scelto da Maria del bookblog Words, ovvero un classico del secolo precedente. Collegandomi all'epoca, precisamente al libro 'La bella e la bestia' di Hambly Barbara del 1990, ho deciso di leggere il romanzo: 'La bella e la bestia' di Vanessa Rubio-Barreau. Ho optato per il romanzo di Vanessa Rubio-Barreau in quanto era nella mia mia wishlist ed ho colto questa occasione per leggerlo. 

Titolo: La bella e la bestia | Titolo originale: La Belle et la Bête | Scrittrice: Vanessa Rubio-Barreau | Pagine: 93 | Data di pubblicazione: 18/02/2016 | Casa editrice: Mondadori

  C'era una volta, tanto tempo fa un ricco mercante. Era vedovo e aveva sei figli, tre maschi e tre femmine. Era un uomo buono e generoso e voleva bene a tutti e sei, ma una sola era la sua prediletta: Belle. Il ricco mercante possedeva tre grandi navi che solcavano i mari del mondo, ma un brutto giorno una tempesta le travolse e le fece affondare. L'uomo perse tutto e la famiglia fu costretta a trasferirsi in campagna. Quando il padre tornò per la prima volta in città, mentre le sue sorelle pretendevano abiti, cappellini e belletti, Belle chiese soltanto una rosa. Fu così che, per accontentarla, il mercante cadde nell'inganno della Bestia, il mostruoso padrone di un castello stregato. Solo Belle può placare la collera della Bestia, derubata della sua rosa più rara: svelando il segreto nascosto nel passato del suo carceriere e sciogliendo l'incantesimo che restituirà a entrambi la libertà e l'amore. Una storia d'amore senza tempo, tratta dal film con Vincent Cassel, e con Lea Seydoux. Adattamento di Vanessa Rubio-Barreau, basato sulla sceneggiatura di Christophe Gans e Sandra Vo-Anh.


RECENSIONE 
Ho letto questo romanzo molto velocemente, non solo per le poche pagine ma anche perchè la storia è davvero molto bella. Vi ricordate la fiaba 'La bella e la bestia'? Rispolveriamola.
C'era una volta un mercante, vedovo, con sei figli e tre navi, che gli portarono grande fortuna,  ma un giorno la loro vita cambiò. Le tre navi affondarono e al mercante non restò più nulla se non pagare tutti i debiti contratti. Il destino di questa famiglia era ormai segnato: furono costretti a lasciare la città, la loro bella casa, a separarsi dei loro averi e rifugiarsi in campagna. Nessuno di loro sembrava contento tranne Belle, la figlia più piccola. A differenza di tutti i suoi fratelli e sorelle, Belle aveva un animo gentile e un grande cuore, non le importava di nulla tranne di lasciare i suoi ricordi nella loro precedente casa. Giunti in campagna, Belle si rimboccò le maniche, mentre le sue sorelle erano scontente per aver abbandonato la città, le sale da ballo e i cavalieri. Ecco come questo romanzo ci fa riflettere su quanto talvolta l'uomo è troppo materiale e da troppa importanza al superfluo. 
Tutto sembrava andare male fin quando al mercante non gli venne data la notizia di esser stata ritrovata dagli abissi dell'oceano una delle sue tre navi. Così il mercante partì per la città con suo figlio maggiore e il suo cavallo per affari. Prima di partire, il mercante chiese alle sue figlie cosa desideravano ricevere al suo ritorno: le più grandi desideravano vestiti, profumi, scarpe, mentre Belle desiderava solo un fiore: una rosa.
Il mercante si rese ben conto di esser indebitato tanto da non riuscire a pagare tutti i creditori con quanto rinvenuto, così disperato e in groppa al suo cavallo imboccò la strada di ritorno. Preso dalla stanchezza, il mercante si addormentò e al suo risveglio si imbatté in una reggia disabitata, che ormai era priva di ogni splendore. Lì si rinfoncillò, si godette un bel riposino e trovò anche i regali per le sue figlie, anche la rosa per Belle. Quando il mercante raccolse il fiore ignorava il significato che la rosa aveva per il padrone della reggia: la Bestia. Così la Bestia, privata della cosa più preziosa che possedeva, gli intimò di ritornare ben presto presso la sua reggia, altrimenti avrebbe ucciso il mercante e tutta la sua famiglia. 
Di ritorno, il mercante raccontò ai figli la sua disavventura e con coraggio e amore per la sua famiglia, Belle fuggì con il cavallo alla volta della reggia della Bestia.
Quello che succede di seguito è storia, tutti voi lo conoscete.
Belle scopre che la Bestia non è malvagia, anzi è sempre più colpita dalla gentilezza e premura che talvolta le mostra, in altre occasioni, invece, è molto irritata dai suoi modi bruschi, ma quegli occhi non le infondono timore. Belle va oltre l'aspetto della Bestia, guarda al di là della sua peluria, della sua stazza, guarda nel profondo del suo cuore e della sua anima e scopre un uomo facile d'amare. D'altronde un animo dolce come quello di Belle non può non amare un essere umano, anche quella Bestia minacciosa, che nasconde un'anima sofferente, per aver perso tutto ciò che aveva con la maledizione che l'ha colpito.
Non servono parole. Questa storia ci insegna di andar oltre le apparenze, di gettar via i pregiudizi e seguire il nostro cuore. 
Una storia che colpisce il lettore di qualsiasi età, una fiaba che riscalda il cuore e che porta a riflettere.
Tutti voi conoscete il racconto, ma allo stesso tempo vi invito a leggere questo libro. Non perdetevi la bellezza di rileggere questa bellissima storia attraverso le parole di Vanessa Rubio-Barreau  e attraverso il film di Vincent Cassel e Lea Seydoux, per gli amanti dello schermo.

 Valuto questo romanzo come:


A recensione terminata, vi propongo le solite domande: avete letto questo romanzo? Lo leggerete?
A voi i commenti.
Vi ricordo che le tappe del dominio non sono terminate e vi invito a seguire la successiva sul blog di Isabella, 'Bosco dei sogni fantastici'.
Anche per oggi è tutto.
Un bacione,
Rapunzel

martedì 23 febbraio 2016

Libri in anteprima: 'Perfect: La perfezione di un attimo' di Alison G. Bailey

Cari lettori, quest'oggi sono molto entusiasta di parlarvi di un libro da me molto atteso. 
Si tratta di 'Perfect: La perfezione di un attimo' di
presso l'Indie Romance Convention. 
Insomma tutte queste news ci invitano alla lettura.


La paura può prendere il sopravvento? Possiamo reprimere i nostri sentimenti solo per timore di viverli? 
Questa è la storia di due amici per la pelle: Amanda e Noah, che scoprono quanto sia sottile il confine tra amore e amicizia e che l'amicizia può diventare amore.
Seppure il romanzo non narra una storia innovativa, sono certa che questo romanzo saprà sorprenderci. 
Amanda e Noah ci raccontano una storia fatta di errori, gelosia, dolore e tantissimo amore. 
Talvolta accade qualcosa che porta l'uomo a mettere in dubbio tutto e talvolta vale la pena vivere un solo attimo di felicità che tutta una vita senza.
Mi aspetto un romanzo che sappia emozionarmi fin dal primo rigo, che sappia coinvolgermi tanto da non riuscire a metter giù il libro. 
Perfect, la storia di un amore forte e duraturo, ricco di paure e fragilità.
Amanda e Noah lotteranno per la felicità?
Non perdetevi il book trailer, vi basterà recarvi sulla pagina facebook De Agostini Young Adult.

Titolo: Perfect: La perfezione di un attimo
Titolo originale: Present Perfect
Scrittrice: Alison G. Bailey
Serie: Perfect, primo romanzo di una trilogia
1. Perfect:  La perfezione di un attimo
2. Past Imperfect
3. Presently perfect 
Genere: New Adult
Casa editrice: De Agostini
Data di pubblicazione: 08/03/2016
Prezzo: 6,99€ ebook 14,90€ cartaceo

Può la vera felicità durare più di un attimo? È quello che si domanda Amanda, diciotto anni e una vita di insicurezze, quando decide di rifiutare con ostinazione l'amore di Noah. Noah che è il suo migliore amico, la sua anima gemella, il suo cavaliere dall'armatura scintillante. Amanda sa che Noah potrebbe renderla felice, immensamente felice, ma sa anche che tanta felicità potrebbe non durare. E perdere Noah le spezzerebbe il cuore. Ecco perché preferisce rinunciare a lui, e all'illusione di un momento, piuttosto che vivere con il rimpianto di averlo perso per sempre. Per molto tempo Amanda e Noah si rincorrono, soffocando la passione che li divora, gettandosi a capofitto in storie sbagliate e avventure di una notte. Ma quando un tragico evento sconvolge la vita di Amanda, le cose cambiano. Costretta a lottare con tutte le proprie forze per ricominciare, la ragazza capisce che al mondo non esiste dono più prezioso di ogni singolo istante in cui possiamo respirare, correre, ridere e amare. E si rende conto di non avere più nemmeno un secondo da sprecare. Perché, a volte, un solo attimo di felicità vale più di una vita intera. 
Uno straordinario fenomeno del web, bestseller di Amazon. 
Commovente come Colpa delle stelle, sexy come After.


Insomma un libro che sembra proprio di essere P E R F E C T !!! 
Una lettura imperdibile, disponibile su gli store digitali e non dall' 08 marzo del 2016. 
Miei cari lettori, sono molto felice che manchi molto poco per godermi questa storia d'amore. 
Voi cosa ne pensate? Lo aspettate anche voi? E' nella vostra wishlist?
Per oggi è tutto.
Vi lascio, un bacione.
Rapunzel

lunedì 22 febbraio 2016

Gli estratti: 'Una più uno' di Jojo Moyes

Cari lettori, iniziamo questa settimana con un estratto estrapolato dal libro 'Una più uno' di Jojo Moyes, appena terminato. 
Ho iniziato questo libro spinta dal desiderio di leggere qualcosa della Moyes, in vista della futura pubblicazione nelle sale cinematografiche della pellicola 'Io prima di te', tratto dall'omonimo romanzo della scrittrice. Tra i diversi romanzi della scrittrice pubblicati da Mondadori in Italia, ho optato per una storia molto dolce, quella di Ed e Jess. Ho ben valutato questo libro per la storia semplice, con toni leggeri ma profondi ed intensi allo stesso tempo, arricchito da uno stile scorrevole e fluido.


C’era una volta Ed, che un giorno incontrò una ragazza, la più ottimista che avesse mai conosciuto. Una ragazza che portava le infradito per propiziare l’arrivo della primavera. Attraversava la vita saltellando come Tigro, apparentemente incurante delle cose che avrebbero abbattuto la maggior parte delle persone.
Se cadeva, si rimetteva subito in piedi, come una palla che rimbalza. E se cadeva di nuovo, si stampava in faccia un sorriso, si scrollava la polvere di dosso e andava avanti. Ed non era ancora riuscito a capire se quello fosse il comportamento più eroico o più stupido che avesse mai visto.
E poi si era ritrovato sul ciglio della strada, davanti a una casa con quattro camere da letto situata in un quartiere elegante dalle parti di Carlisle, a osservare quella stessa ragazza che vedeva cadere a pezzi tutto quello in cui aveva creduto finché non era rimasto più nulla di lei se non un fantasma seduto sul lato del passeggero, con lo sguardo vuoto fisso sul parabrezza. Il suono del suo ottimismo che si scioglieva sgocciolando via era quasi percepibile. E nel cuore di Ed qualcosa si era spezzato.
Aveva prenotato un bungalow in riva al lago, a venti minuti d’auto dalla casa di Marty, o meglio, dalla casa della sua nuova compagna. Non era riuscito a trovare un albergo che accettasse i cani nel raggio di 150 chilometri, ma l’ultima receptionist con cui aveva parlato, una donna gioviale che l’aveva chiamato “cocco” almeno otto volte, gli aveva parlato di una nuova struttura gestita dalla nuora di una sua amica. Ed aveva dovuto pagare per tre giorni, il periodo di permanenza minimo, ma non ci aveva badato. Jess non gli aveva chiesto nulla. Forse non aveva nemmeno notato dove si trovavano.


Insomma questo è uno degli estratti più emozionati. Un libro davvero bello, al quale dovete concedere un'opportunità. Ve ne parlerò meglio nella recensione.
Cosa pensate di questa paginetta? Pensate che il libro posso fare al caso vostro? 
Vi aspetto nei commenti.
Per oggi è tutto. 
Bacioni,
Rapunzel 

sabato 20 febbraio 2016

Sul mio scaffale #14

Cari lettori, perdonate la mia assenza. Oggi rimedierò, promesso.
Oggi torno con la rubrica: Sul mio scaffale. Tra le diverse rubriche, questa è una alla quale sono molto affezionata. Mi piace parlare con voi dei nuovi acquisti librosi.
Iniziamo subito a parlare di libri...


Titolo: Una più uno 
Titolo originale: One plus one 
Scrittrice: Jojo Moyes 
Libro auto-conclusivo 
Genere: Narrativa straniera 
Pagine: 372 
Data di Pubblicazione: 02/01/2015 
Casa editrice: Mondadori 
Prezzo: 6,99€ ebook 13,60€ cartaceo
Jess Thomas, giovane mamma single con due figli da mantenere, fa del suo meglio per vivere dignitosamente, ma i sacrifici sono molti, specie quando non c'è nessuno che ti possa dare una mano. Suo marito se ne è andato da tempo, sua figlia Tanzie è un genietto dei numeri, ma per far fruttare il suo talento matematico c'è bisogno di un aiuto concreto. E poi c'è Nicky, un adolescente difficile come tutti i ragazzi della sua età, vittima di bullismo, che non può certo combattere da solo… La famiglia di Jess è proprio scombinata e spesso lei non sa come fare e corre dei rischi inutili, finché inaspettatamente sul suo cammino incontra Ed Nicholls, quell'antipatico uomo d'affari cui lei pulisce la casa per arrotondare. Jess e Ed non si conoscono affatto. Jess non sa che lui è travolto da una crisi profonda e che uno stupido errore gli è costato tutto, e Ed non sa fino a che punto la ragazza sia nei guai, ma entrambi sanno cosa significhi essere davvero soli e desiderano la stessa cosa. Capiscono, nonostante la loro diversità, che hanno molto da imparare l'uno dall'altra e che una più uno fa più di due. In questo suo nuovo romanzo, Jojo Moyes racconta con grande empatia una storia d'amore insolita e coinvolgente tra due persone che si incontrano in circostanze inverosimili, come solo la vita sa riservare

Ho deciso di leggere 'Una più uno' di Jojo Moyes in occasione della futura pubblicazione, presso le sale cinematografiche, della pellicola 'Io prima di te', tratto dall'omonimo romanzo di Jojo Moyes. Ho amato non poco questa scrittrice con il suo romanzo strappa lacrime 'Io prima di te' e spinta dal desiderio di leggere ancora le sue storie mi sono concessa un altro romanzo, questa volta dai toni più soft. Ecco che il mio scaffale si è arricchito di un nuovo libro, ora in lettura.

Titolo: 99 giorni
Titolo originale: Burying Water 
Scrittrice: K.A. Tucker
Serie: Burying Water, primo di una trilogia
1. 99 Giorni 
2. Becoming Rain
3. Chasing River
Genere: Romance
Pagine: 384
Data di pubblicazione: 15/02/2016
Casa editrice: Newton Compton
Prezzo: 4,99€ ebook 9,90€ cartaceo

Abbandonata nella campagna dell’Oregon, dove la credono morta, una giovane donna sfida ogni previsione e sopravvive, ma quando si sveglia non ha alcuna idea di chi sia, o di cosa le sia successo. La donna si dà il nome di Acqua, per un piccolo tatuaggio che scopre sul suo corpo, il solo indizio di un passato che non ricorda. Accolta da Ginny Fitzgerald, una signora irascibile ma gentile che vive in una fattoria, Acqua comincia lentamente a ricostruire la propria vita. Ma mentre cerca di rimetterne insieme i frammenti, altre domande si fanno strada nella sua mente: chi è il vicino di casa che in silenzio lavora sotto il cofano della sua Barracuda? Perché Ginny non gli fa mettere piede nella sua proprietà? E perché Acqua sente di conoscerlo? Jesse Welles non sa quanto tempo ci vorrà prima che la memoria di Acqua riaffiori. Per il suo bene, Jesse spera che non accada mai. Per questo cerca di tenersi alla larga da lei. Perché avvicinarsi troppo potrebbe far riemergere cose che è meglio lasciare sepolte. Ma si sa, l’acqua trova sempre una strada per tornare in superficie…

Dopo aver letteralmente amato questa scrittrice e esser diventata una della mie preferite con la serie dei 'Dieci piccoli respiri', non potevo resistere al suo nuovo romanzo, appena edito da Newton Compton. Se pensavate che mi potesse sfuggire questa chicca, beh vi sbagliavate! Pensate che è il prossimo romanzo che leggerò. Ho deciso, non voglio aspettare altro tempo, devo leggere questo libro il prima possibile.

Titolo: Inevitabile
Titolo originale: Inevitable
Scrittrice: Angela Graham
Serie: Harmony, primo romanzo
0.5 Indulge
1. Inevitabilr
2. Irrepaceable
3. Indestructible
3.5 Infinite: a Novelette
4. Inferno
Genere: Romance
Pagine: 579
Data di pubblicazione: 18/02/2016
Casa editrice: Leggereditore
Prezzo: 4,99€ ebook
La ventiduenne Cassandra Clarke ha appena ultimato gli studi al college. Si è da poco lasciata alle spalle una relazione finita bruscamente e ora desidera soltanto una vita solitaria e non ha alcuna intenzione di rincorrere un nuovo amore. Ma quando la casa accanto alla sua viene venduta, Cassandra è travolta da un’attrazione inattesa per il nuovo vicino, Logan West. Bello e affascinante, Logan è un padre single con la reputazione da playboy. Attraverso i racconti del piccolo Oliver, il figlio di Logan che si rifugia appena può nella casa sull’albero in cui Cassandra giocava da bambina, la ragazza scoprirà gli aspetti più veri e nascosti del carattere dell’uomo.
Nonostante la consapevolezza che una nuova storia d’amore potrebbe trasformarsi in un’altra delusione, quelle rivelazioni innocenti spingono Cassandra a rimettersi in gioco, per scoprire se Logan le saprà dare ciò che più desidera: l’amore.

Spinta dalla trama, ma soprattutto dai commenti più che positivi dei lettori americani su questo romanzo, non ci ho pensato due volte a renderlo mio. Così 'Inevitabile' è sul mio kobo che attende di esser letto. Mi spetto di leggere una bellissima storia, che sappia coinvolgermi e appassionarmi.

mercoledì 17 febbraio 2016

Recensione: 'Non vorrei però ti amo' di Noelle August

Cari lettori, quest'oggi vi parlo della mia lettura più recente:  'Non vorrei però ti amo' di Noelle August (pseudonimo di Veronica Rossi e Lorin Oberweger), firmato Fabbri Editori Life, pubblicato in Italia l'11 febbraio 2016.
Titolo: Non vorrei però ti amo
Titolo originale: Boomerang
Scrittrici: Noelle August
Serie: Boomerang
1. Non vorrei però ti amo
2. Rebound
3. Bounce 
Casa editrice: Fabbri Editori Life
Genere: New Adult
Pagine: 352
Data di pubblicazione: 11/02/2016
Prezzo: 9.99€ cartaceo 13,52€ copertina rigida

Quando Mia si sveglia nel letto di un perfetto sconosciuto è ancora annebbiata dall’alcol e non riesce a ricordare nulla della notte appena trascorsa. Ma oltre a ignorare tutto di Ethan, il ragazzo che dorme al suo fianco, e delle ultime ore passate con lui, non sa che il taxi che condivideranno quel la mattina li accompagnerà incredibilmente nello stesso luogo: la sede di un sito di incontri, Boomerang, dove entrambi stanno per iniziare uno stage.
Dopo la presunta notte di passione, quella che avrebbe potuto trasformarsi in una bella storia d’amore rischia di morire sul nascere: Mia e Ethan, oltre a trovarsi in diretta competizione per attirare le attenzioni dei capi e ottenere l’unico posto di lavoro disponibile alla fine dell’estate, scopriranno a proprie spese che l’azienda ha una politica molto rigorosa e vieta qualsiasi genere di relazione tra i suoi dipendenti. Riusciranno i due ragazzi – affamati di successo ma forse anche desiderosi di innamorarsi davvero – a rimanere concentrati sul loro futuro, oppure la passione li trascinerà sotto quelle lenzuola dove tutto è cominciato?


RECENSIONE
In occasione della festa degli innamorati, San Valentino, la casa editrice ha pensato bene di deliziarci con una storia d'amore molto romantica, un vero gioiello per chi è innamorato dell'amore. 
Grazie alla disponibilità dell'addetta alla stampa Fabbri Editori, ho ricevuto questo romanzo qualche giorno prima della pubblicazione, tuttavia è stata una lettura lenta, terminata solo ieri.
Ebbene la lentezza, a parer mio, è dovuto dal fatto che non sono entrata in empatia con il romanzo fin dalle prime pagine. Non vi nego di aver maturato una certa curiosità in questa storia, perchè le prime battute inevitabilmente invitano il lettore ad approfondire la storia, ma la lettura si è protratta in modo alquanto lento per le prime cento pagine, e c'è solo un motivo per questo: non riuscivo a dimenticare il romanzo precedente, del quale vi ho cantato le lodi largamente nella sua recensione (per i più curiosi si tratta di 'La notte che ho dipinto il cielo di Estelle Laure. La recensione la trovate cliccando qui.). Dopo le prime cento pagine, leggere il romanzo è stato un gioco e un piacere inaspettato. Immaginate che avrò terminato il libro nell'arco di tre ore e mezza o quattro. Non l'avrei mai immaginato, ma si sa: non sempre c'è amore a prima vista. 
Al di là di questo inconveniente il libro è davvero bello, mi è piaciuto e non poco. Se non riuscivo a staccarmi dal mio (amatissimo) e-reader un motivo dev'esserci. Scopriamolo assieme.
Come vi dicevo, le prime, anzi primissime battute infondono nel lettore la curiosità di leggere questo romanzo, in quanto il lettore è catapultato nei pensieri di Mia, che appena apre gli occhi non riconosce la stanza da letto in cui si trova e soprattutto non conosce quel bel ragazzo, tutto muscoli, che le dorme accanto. Insomma Mia si trova completamente nuda, nel letto di un estraneo, non conosce come è finita nelle lenzuola dell'estraneo e non ricorda neanche il nome dell'uomo con cui la notte prima, si presume, abbia fatto scintille. Per completare, Mia ha un post-sbornia da smaltire proprio il primo giorno di lavoro. Un disastro, anzi no, una vera catastrofe universale. 

lunedì 15 febbraio 2016

Tell a Story With a Song #5: 'La notte che ho dipinto il cielo' di Estelle Laure

Cari lettori, ritorna la rubrica TSWS, ovvero Tell a Story With a Song. 
Il libro di oggi è 'La notte che ho dipinto il cielo' di Estelle Laure in occasione della sua pubblicazione da De Agostini.
Dopo aver amato questo libro alla follia, vi propongo una canzone che ben si sposa con il romanzo: 'Take my home' di Jess Glynne. Ritengo che la cantante con il brano 'Take my home', tratto dall'album 'I cry when I laught' (2015),  rappresenti i sentimenti di Lucille, e pertanto è 'Take my home' la canzone che racconta la storia di 'La notte che ho dipinto il cielo'.
Vi sono sincera, non conosco molto questa cantante, ma con questa canzone mi ha conquistata. Avrò ascoltato questo brano almeno una cinquantina di volte tra ieri e oggi, probabilmente perche mi ricorda tanto Lucille. Penso che dovrò rimediare molto presto alle mie mancanze: ascolterò il Cd di Jess Glynne, chissà non diventi una della cantanti che monopolizzi il mio ipod con le sue canzoni.

 Ma veniamo al legame romanzo-canzone.
La cantante ci racconta di esser piena di dolore, di soffrire così tanto da non poterne più. Vuole smettere di star male ma non sa dove guardare, sa solo che è piena di rabbia, amore e confusione. Sa che esiste solo un luogo dove può stare meglio ed è quello in cui lui può portarla. Nonostante fosse distrutta, lui ha saputo starle accanto nei momenti più bui. Solo con lui si sente al sicuro, ma lui sarebbe disposto a prendersi cura di un'anima spezzata? Di portarla a casa, al sicuro?
"Questa è una canzone che parla della necessità di avere qualcuno che ci tiene a te quando sei nel momento più vulnerabile." - dice la cantante- "E' una canzone emozionante per me, mi ha portato alle lacrime durante le riprese del video, non perché fossi triste, ma perché ero così grata di aver avuto qualcuno che mi ha tirata fuori dal buco nero in cui mi trovavo."
Insomma, le parole che la cantante usa sono proprio quelle che Lucille vorrebbe in tanti casi dire a Digby, perchè anche Lucille è piena di rabbia, confusione e amore. Ma l'amore non è sempre benefico, anche l'amore fa soffrire e Lucille non può sopportare un ulteriore peso sul suo cuore. 
Ecco a voi le parole della canzone:

Wrapped up, so consumed by / Avvolta, così consumata da
All this hurt/ tutto questo dolore.
If you ask me, don't/ Se tu mi chiedi, non
Know where to start/ so da dove cominciare.
Anger, love, confusion / Rabbia, amore, confusione
Rolls the gold nowhere/ un raggio d'oro da nessuna parte.
I know that somewhere better/ Io so che in qualche luogo è meglio
Cause you always take me there/ perchè tu mi porti sempre lì.

Came to you with a broken faith / Sono venuta da te con la speranza distrutta,
Gave me more than a hand to hold/ mi hai offerto più di una mano da stringere,
Caught before I hit the ground/ mi hai presa prima che toccassi il suolo.
Tell me I'm safe, you've got me now/ Dimmi che sono al sicuro, tu mi hai ora.
Would you take the wheel / Prenderesti il comando
If I lose control?/ Se io perdo il controllo?
  [...]
Could you take care/ Ti prenderesti cura
Of a broken soul?/ di un animo distrutto?
Will you hold me now?/ Mi sosterresti ora?
Oh, will you take me home?/ Oh, mi porterai a casa?

[...]
You rationalize my darkest thoughts/ Tu razionalizzi i miei pensieri più oscuri
Yeah you, set them free/ Si tu, mi rendi libera.
[...]

You say space will make it better/ Dici che lo spazio lo renderà migliore
And time will make it heal/ e il tempo lo guarirà.
I won't be lost forever/ Non sarò persa per sempre
And soon I wouldn't feel/ e presto non sentirò
Like I'm haunted, oh falling/ di essere come ossessionata, oh in caduta.
[...]


Anche oggi è tutto. 
Ascoltate questo brano e fatemi sapere cosa pensate del legame romanzo-canzone. 
Vi aspetto nei commenti.
Baci, 
Rapunzel

domenica 14 febbraio 2016

Recensione: 'La notte che ho dipinto il cielo' di Estelle Laure

Cari lettori, spinta dall'euforia vi parlo dell'ultimo romanzo letto, o meglio divorato, in pochissime ore. Parlo di  'La notte che ho dipinto il cielo' di Estelle Laure, edito da De Agostini, disponibile al pubblico da lunedì 15 febbraio 2016.

Titolo: La notte che ho dipinto il cielo
Titolo originale: This raging light
Scrittrice: Estelle Laure
Libro auto-conclusivo
Data di pubblicazione: 15/02/2016
Casa editrice: De Agostini
Pagine: 168
Prezzo: 6,99€ ebook 12,67 cartaceo

Per Lucille, diciassette anni e una passione per l’arte, l’amore ha il volto della sorellina Wrenny. Wrenny che non si lamenta mai di niente, Wrenny che sogna un soffitto del colore del cielo. E poi ha il volto di Eden. 
Eden che è la migliore amica del mondo, Eden che sa la verità. Quella verità che Lucille non vuole confessare nemmeno a se stessa: sua madre se n’è andata di casa e non tornerà. Ora lei e Wrennie sono sole, sole con una montagna di bollette da pagare e una fila di impiccioni da tenere alla larga. Prima che qualcuno chiami i servizi sociali e le allontani l’una dall’altra. Ma è proprio quando la vita di Lucille sta cadendo in pezzi che l’amore assume un nuovo volto: quello di Digby. Digby che è il fratello di Eden, Digby che è fidanzato con un’altra e non potrà mai ricambiare i suoi sentimenti. O forse sì? L’unica cosa di cui Lucille è sicura è che non potrebbe esserci un momento peggiore per innamorarsi…


RECENSIONE 

Che senso ha vivere, se non sei disposto a lottare per ciò che di vero hai nel cuore, 
se non sei disposto a rischiare qualche ferita? 
Bisogna infuriarsi.
 
Non leggevo un romanzo così bello da tanto tempo. 'La notte che ho dipinto il cielo' mi ha riempito il cuore. Delicato e dolce, un libro che ti tocca nel profondo e che non puoi dimenticare. Ti entra dentro prepotentemente. Un romanzo come pochi, con una storia semplice, ma arricchita da uno stile armonioso, gentile, romantico e poetico. Un libro irrinuciabile, pura meraviglia.
Non c'è altro modo di iniziare la recensione di questo libro, se non con piene e sincere lodi. Non pensavo potesse coinvolgermi così da avere ancora le testa tra le nuvole, immersa nella storia di Lucille. 
Eppure, ecco l'effetto collaterale che ha avuto su di me questo libro: non riesco ancora a smettere di ripensare al racconto. Non immaginate quanto bramo di leggere ancora dei protagonisti. Ebbene di Lucille, Wren, Eden e Digby non ne ho ancora abbastanza.
Ho capito che questo fosse il libro giusto per me fin dall'inizio, fin dal momento in cui Lucille parla al lettore e inizia a narrare la sua storia, ma ho avuto certezza che questo fosse il romanzo che cercavo solo verso la fine, quando, giunta alle ultime pagine, un senso di vuoto e di tristezza si è impadronito di me stessa. Come potevo dire ciao a Lucille, dopo averla tanto amata per tutto il libro? Come potevo smettere di sognare attraverso le sue parole?
Fin dalle prime battute, il lettore conosce la dura realtà con cui Lucille deve fare i conti. Deve rimboccarsi le maniche perchè tutto funzioni ma non sarà semplice per una ragazzina di diciassette anni. 
Prendersi cura di sua sorella Wren di nove anni, sbrigare le faccende di casa, far quadrare i conti è davvero difficile, ma nonostante tutto Lucille trova la forza per andare avanti. E' un esempio di come l'uomo dinnanzi alle difficoltà non deve crollare, ma deve reinventarsi e continuare a vivere, spronato da chi ci è accanto, come Eden per Lucille.
Lucille e Eden invitano il lettore a scoprire la bellezza dei forti legami, sorti spontaneamente e duraturi, per l'eternità.

Weekly recap #15

Buona domenica a voi lettori e tanti auguri di San Valentino. 
Il post di quest'oggi è il noto weekly recap, il riepilogo settimanale su quanto pubblicato e letto nell'arco della settimana. Siete curiosi di conoscere le news? Io adoro questa rubrica perchè mi consente di parlare con voi senza freni, per giunta di tutto ciò che credo sia degno di nota, non solo di libri. Insomma, questa rubrica è immancabile.


Sul mio scaffale #13 parte 2
Recensione: 'La prima volta per sempre' di Sarah Morgan
Recensione: 'La verità su di noi' di Kristan Higgins
Recensione: 'Avrò cura di te' di Massimo Gramellini e Chiara Gamberale
Blog Tutorial: instagram widget
Recensione: 'Il sorriso del male' di Davide Schito

'La verità su noi due' di Kristan Higgins | Harper Collins Italia | pag. 384
'La prima volta per sempre' di Sarah Morgan | Harper Collins Italia | pag. 353 
'La notte che ho dipinto il cielo' di Estelle Laure | De Agostini | pag. 168 

'Non vorrei però ti amo' di Noelle August | Fabbri Editori | pag. 290
'La bella e la bestia' di Vanessa Rubio-Barreau | Mondadori | pag. 180

FUTURI ACQUISTI
'Infinito +1' di Amy Harmon | Newton Compton | 15/02/2016
'99 giorni' di K. A Tucker | Newton Compton | 15/02/2016
'#amorenoncorrisposto' di Sarah Ockler |Newton Compton | 16/02/2016
'Il ritorno' di June Gray | Newton Compton | 18/02/2016
'La ricetta segreta per un sogno' di Valentina Cebeni | Garzanti | 18/02/2016

Rieccoci in questo spazo bianco dedicato alle note. Come vi dicevo poc'anzi, anche questa settimana è volata e da domani inizio la vita da studente: studio intenso, lezioni in università, a cui si aggiunge palestra e coro. Insomma in tutto questo tram tram quotidiano, mi auguro di poter leggere tanto e di poter scrivere altrettanto nella blogosfera. Grazie alla collaborazione che ho instaurato con Rose mi sembra più semplice gestire il blog, pertanto ne sono veramente felice.
Tra le novità più importanti nel settore lettura è il mio nuovo amico tecnologico. Lo desideravo da...non ricordo esattamente, vi basti sapere che volevo un ebook-reader da troppo tempo. Direi che è giunto il momento opportuno per acquistarlo sia perchè non riuscivo più a leggere ebook a causa della fastidiosa luminosità dei tablet (un traditore fastidio mi impediva di leggere come io volevo) e sia per l'ottimo sconto da mediaworld di circa 30€. Mi sono aggiudicata a 99,99€ (da 129,99€, prezzo di listino) il KOBO GLO HD (ve lo mostro qui accanto). L'ho battezzato con una lettura fantastica (ve ne parlerò tra breve, promesso) e che dire, sono assolutamente super-mega-entusiasta di questo acquisto. Un eccellente investimento, senza dubbio. 


Anche per oggi è tutto. Non posso che augurarvi buona lettura e buon fine settimana.
Come di consueto, cedo la parola a voi. Scrivetemi nei commenti.
Un bacione.
A presto,
Rapunzel

sabato 13 febbraio 2016

Recensione: 'Il sorriso del male' di Davide Schito

Cari lettori, oggi il blog si arricchisce di un'altra recensione. Rose vi parlerà dell'ultimo romanzo letto: 'Il sorriso del male' di Davide Schito, un thriller che ci ha proposto gentilmente Libro/Mania.


Titolo: Il sorriso del male
Autore: Davide Schito
Genere: Thriller
Casa editrice: Libro/Mania
Data di pubblicazione:05/01/2016
Padine: 238
Prezzo: 3.99€
La squadra del commissario Colterra si occupa per lo più di casi di ordinaria amministrazione: furti, microcriminalità, piccoli spacciatori che turbano la quiete della loro tranquilla cittadina di provincia. Da un giorno all’altro si ritrovano ad affrontare un pericoloso killer che sembra giocare al gatto col topo con il commissario e ha preso di mira proprio i membri della sua squadra. La tensione cresce, le vittime aumentano e il sospetto che l’assassino possa essere uno degli uomini più fidati del commissario è sempre più forte.


RECENSIONE
Qualche giorno fa Rosy, per voi tutti Rapunzel, mi ha proposto una lista di titoli da cui poter attingere per la mia successiva lettura. Trai i tanti romanzi “Il sorriso del male” ha colto subito la mia attenzione. Così, dopo una breve occhiata alla trama, ho deciso di dargli una chance.
Dopo poche pagine la trama intrigante e originale, il ritmo narrativo concitato hanno stimolato la mia curiosità sull’identità del killer, le ipotesi si sprecavano a mano a mano che i capitoli progredivano. Il finale dell’opera mi ha piacevolmente sorpresa, come direbbero gli inglesi “I didn’t see it coming”. 
Personalmente ho trovato solo una piccola pecca nella fluidità del romanzo, in alcuni passaggi da un capitolo all’altro c’era poca continuità. 
Nota particolarmente positiva è la presentazione dei personaggi di cui l’autore racconta sia i punti di forza sia quelli deboli, di ogni componente della squadra investigativa il lettore riesce ad averne un immagine, un’identità ben precisa. Nel complesso consiglio questo libro a chi come me è sempre alla ricerca di un nuovo “caso”. 
Buona lettura a tutti. 
Valuto complessivamente il romanzo come:
- Rose 


Anche per oggi è tutto. Cosa pensate di questo romanzo? Lo avete letto? Lo leggerete? Vi aspetto nei commenti.
Baci, 
Rapunzel

venerdì 12 febbraio 2016

Blog Tutorial: instagram widget

Cari lettori, oggi ritorna la rubrica Blog tutorial, con la quale vi mostrerò come inserire tra i gadget del blog il vostro account Instagram.
Chi di voi non è impossesso di un account IG? Pochissimi ormai. Pertanto, perchè non arricchire il blog con le vostro foto? Darete, in tal modo, un tocco di colore e personalità al vostro blog.


INSTAGRAM WIDGET

Sappiate che inserire l'Instagram widget sarà molto semplice e veloce, vi basterà seguire i seguenti step:

1. DIGITIAMO IL SITO: http://snapwidget.com/

2. CLICCHIAMO SU GET YOUR FREE WIDGET

3. COMPILIAMO GLI SPAZI VUOTI (TRALASCIAMO LA SEZIONE HASTAG). Quando compiliamo la sezione THUMBNAIL SIZE rispettiamo le dimensioni del nostro blog. Proviamo i 125 px, ma ritorniamo a modificare la dimensione, riducendola o aumentandola, qualora le immagini fossero troppo grandi o piccole per il nostro blog.

4. CLICCHIAMO SU GET WIDGET e otterremo il codice che vediamo qui sotto:

5. COPIAMO IL CODICE 

6. APRIAMO LA PAGINA (MAGARI IN UNA NUOVA SCHEDA) DI BLOGGER.COM>LAYOUT>AGGIUNGI UN GADGET>HTML/JAVA SCRIPT

7. INCOLLIAMO IL CODICE E SALVIAMO. 


Il gioco è fatto. Avremo così l'Instagram widget tra i nostri gadget. Non dimentichiamo di posizionarlo dove lo riteniamo più opportuno. 


Cosa ve ne pare? Semplice, vero?
Per questo blog tutorial è tutto. Se avete dubbi o volete qualsiasi informazione al riguardo, non esistate a commentare. 
Un saluto,
Rapunzel

TI POSSONO INTERESSARE

Se il post ti è piaciuto, lascia un commento. Ti aspetto!