/ La Rapunzel dei libri (e non solo): 'Tutte le volte che ho scritto ti amo' di Jenny Han | Recensione

venerdì 2 settembre 2016

'Tutte le volte che ho scritto ti amo' di Jenny Han | Recensione

Buongiorno lettori, oggi vi parlo di un libro, pubblicato da Piemme esattamente un anno fa. Questo agosto è stato molto soddisfacente sul versante recupero libri arretrati. Avrei voluto leggere il libro molto tempo prima, tuttavia non sono pentita del ritardo in quanto non ho potuto fare a meno di continuare la storia con il secondo romanzo della scrittrice, pubblicato da Piemme a maggio 2016.
Il libro si intitola: ‘Tutte le volte che ho scritto ti amo’ di Jenny Han, edito da Piemme il primo settembre del 2015.

TUTTE LE VOLTE CHE HO SCRITTO TI AMO ( TO ALL THE BOYS I'VE LOVED BEFORE) | JENNY HAN |
TO ALL THE BOYS I'VBE LOVED BEFORE SERIES (-1.TUTTE LE VOLTE CHE HO SCRITTO TI AMO -2.PS. TI AMO ANCORA -3.ALWAYS AND FOREVER, LARA JEAN)
YOUNG ADULT | 220 PP | PIEMME | 01/09/2015

"Io adoro conservare le cose. Non cose importanti, come i documenti, i risparmi o la biodiversità. Sciocchezze e oggetti inutili. Nastri per capelli. Lettere d'amore. Le tengo in una cappelliera verde acqua. Non sono lettere d'amore che mi hanno scritto, perché non ne ho. Sono lettere che ho scritto io. Ce n'è una per ogni ragazzo che ho amato: cinque in tutto." Lara Jean non ha mai apertamente dichiarato di essere cotta di qualcuno. Quello che fa è scrivere a ciascuno dei ragazzi di cui si è innamorata una lettera, che poi imbusta e custodisce gelosamente in una vecchia cappelliera. Un giorno, però scopre che tutte le lettere sono state spedite... e all'improvviso la sua vita diventa molto complicata, ma anche molto, molto più interessante.


 RECENSIONE
Avete presente quelle storie che risucchiano il lettore al suo interno come se nulla fosse? Prendete un libro che vi ha tenuto incollato alle sue pagine con il desiderio di scoprire cosa accadeva pian piano che avanzavate nella lettura. Prendete un libro che vi ha coinvolto inaspettatamente e vi ha riscaldato il cuore. Prendete un libro dolce e gentile, che accarezza il vostro cuore. Bene, l’avete preso? Ora svelatemi il titolo del vostro libro perché il mio è ‘Tutte le volte che ho scritto ti amo’ di Jenny Han. Non credevo questo romanzo potesse piacermi così tanto, ma così tanto, come è successo in realtà. Estasiata, capite il mio status on? Dopo aver maltrattato il mio animo da lettore con libri struggenti e strappalacrime penso che Jenny Han sia la cura perfetta per qualsiasi cuore malato. La sua penna leggiadra e le sue protagoniste semplici, genuine, pure, mai contorte ma straordinarie in ogni cosa, mi hanno letteralmente estasiata. Un libro come pochi, senza trambusto, senza colpi di scena, senza ansia e senza crisi di ogni genere, semplicemente una semplice storia che si legge con rapidità e notevole piacere. Ebbene sì, la scrittrice mi ha colpito non poco, credo proprio che la inserirò tra le migliori scrittrici, perché lo ammetto, ‘Tutte le volte che ho detto ti amo’ è il primo romanzo che ho letto della Han. Molti di voi l’avranno già conosciuta con la trilogia dell’estate, pubblicata da Piemme qualche anno fa, io invece me la sono persa e chissà, forse dopo che avrò smaltito la mia TBR, la inserirò perché come vi dicevo questa scrittrice è un grande SI. Jenny Han mi piaci!
Entriamo nel vivo della storia! Vi è mai capito di tenere un diario e scrivere delle vostre cotte e dei vostri innamoramenti? A me sì, è capitato così tante volte che il mio diario segreto ( ma chi ci crede che era veramente segreto) è pieno di cuoricini ma certamente non avevo quella penna leggiadra che ha invece Lara Jean. Assolutamente non ero una buona penna come quella della nostra protagonista, solita a scrivere lettere d’amore per i ragazzi dei quali si è innamorata. Le lettere hanno un potere curativo, sanno curare il suo cuore dall’amore e subito dopo averla conclusa, Lara Jean è disinnamorata. Le lettere però non sono mai state spedite appena terminate, bensì piegate, completate di mettente e destinatario e per ultimo, riposte nella cappelliera, che le regalò sua madre, in cui custodisce tutto ciò che di più caro ha.
Un giorno però quella cappelliera sparisce ed accade quanto di più imbarazzante potesse succedere: quelle lettere sono state tutte spedite e ricevute dai destinatari, all’infuori di una, che è ritornata al mittente. Quale sciagura si sia imbattuta in Lara Jean!!! Tuttavia la ragazza deve affrontare i destinatari, soprattutto Josh, vicino di casa ed ex fidanzato di sua sorella, l’ultimo ragazzo per cui ha preso una cotta, destinatario dell’ultima lettera.
E’ un incubo, Josh non avrebbe mai dovuto leggere quelle parole, così l’unico modo che Lara Jean crede sia efficace perché Josh pensi che sia una lettera troppo risalente nel tempo e che quei sentimenti non siano attuali è fargli credere di essere innamorata di un altro ragazzo: Peter, nonché uno dei primi destinatari delle sue lettere.
“Voglio proprio sapere: perché mi hai fatto questo? Il mio primo bacio avrebbe dovuto essere speciale. Da quello che ho letto, si dovrebbero sentire i fuochi d’artificio e il rumore delle onde nelle orecchie. Io non ho sentito niente di tutto questo. Grazie a te, il mio bacio non è stato per nulla speciale.
Il fatto peggiore di tutti è che quel bacio da nulla è la cosa che mi ha spinto a perdere la testa per te. Prima non provavo nulla. Non pensavo a te in quei termini.”
Lara Jean ricorda ancora come è iniziata la sua cotta per Peter: un bacio scambiato nello scantinato di una sua amica, ma al di fuori di quell’episodio Lara Jean non ha mai conosciuto il vero Peter, quel ragazzo che scoprirà pian piano, a mano a mano che la loro finta relazione proseguirà. Entrambi dichiarano di non piacersi e di iniziare questa sceneggiata l’uno per ferire la sua ex ragazza e l’altra per far credere all’ex fidanzato di sua sorella che la lettera d’amore cha ha ricevuto non è più vera, ma credete davvero che la loro finzione possa rimanere tale e che nessun sentimento possa nascere tra loro? Se pensate che nessuno resterà coinvolto in questa farsa beh allora sbagliate, avete letto molti pochi romanzi d’amore.
“Come faccio a capire ciò che è reale e ciò che non lo è? Ho l’impressione di essere l’unica a non capire la differenza.”
Non pensate però che questo romanzo vi farà innamorare solo della storia d’amore tra Peter e Lara Jean, personalmente ho amato follemente la famigliola di Lara Jean. Quanto amore per le sue sorelle, Margot e Kitty, soprattutto per quest’ultima, che nonostante abbia solo nove anni è la più sorridente e simpatica. Il loro padre è comprensivo, amorevole, piuttosto un amico con cui confidarsi e ricevere ottimi consigli. La sua famiglia manca di una delle colonne portanti della casa: la loro madre, tuttavia le tre ragazze sanno il fatto loro. Sono forti, unite e solidari. Un legame quella della sorellanza indissolubile, forte come una roccia, duraturo per l’eterno. Ciò che ho adorato sono state poi le manie di Lara Jean di decorare e colorare tutto con i suoi washi, perline, pennarelli. Io adoro queste cose, tuttavia sono una frana nell’utilizzo giornaliero. Particolarmente squisita è stata la parte in cui vediamo Lara Jean sempre impegnata in cucina per preparare bontà: torte, biscotti, insomma squisitezze che ognuno di noi sognerebbe di mangiare. Tutto quanto, ma soprattutto l’arte della cucina ha reso Lara Jean reale, un personaggio più vero e meno di carta. Ho immaginato la sua casa, i suoi colori e i suoi odori, ho immaginato le camerette delle tre sorelle, sono entrata in famiglia davvero, perché il libro ti colpisce proprio per la semplicità e l’accoglienza che riserva al lettore.
“Non voglio più avere paura. Voglio essere audace. Voglio... vivere sul serio. Voglio innamorarmi e voglio un ragazzo che ricambi il mio amore.”
Il primo libro si conclude con un finale che vi farà bramare il secondo. Ma da maggio ogni lettore che si imbatterà in ‘Tutte le volte che ho scritto ti amo’ potrà continuare la lettura con ‘Ps. Ti amo ancora’. Non perdetevi questo libro, miei cari amici. Avete idea del fatto che sia un gioiello?
4/5 STARS. BELLISSIMO E QUASI PERFETTO. UNA LETTURA SERENA E PIU’ CHE PIACEVOLE. PROMOSSO A PIENI VOTI.

Bene lettori, cosa pensate del romanzo? Lo avete già letto? Vi piace la nuova grafica? Parlatemene nei commenti.
Vi aspetto, Baci.
R.

4 commenti:

  1. Buondì Rosalba la grafica e' bellissima e di classe ❤️ La recensione e' molto bella e davvero piena di entusiasmo tant'e' che mi fa dire di voler recuperare questo libro che all'inizio non mi aveva ispirata ma la tua recensione ha davvero cambiato le carte in tavola ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ely, grazie di cuore, sono daffero felice di leggere le tue parole ♥.♥. Sono ancora più contenta che la mia recensione ti sia stata d'aiuto tanto da voler riprendere il libro, wow, davvero grazie. Spero abbia lo stesso impatto che ha avuto con me. Un abbraccio ♥

      Elimina
  2. Ciao carissima amica!
    Io ho adorato questo libro e sono contentissima di leggere che l'hai apprezzato tanto anche tu.
    Ho letto anche il secondo che ovviamente ti consiglio e di cui presto scriverò una recensione. Magari uno dei o entrambi possiamo inserirlo nella nostra rubrica quando leggerai anche l'altro.
    Un abbraccio, a presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Susy ♥,
      ho letto anche il secondo, non potevo fermare la storia, così subito dopo aver temrinato il primo mi sono immersa nella lettura del secondo. Pubblicherò la sua recensione Lunedì, pertanto potremo ben presto scrivere la nostra rubrica.
      Ti abbraccio, a presto ♥

      Elimina

Se il post ti è piaciuto, lascia un commento. Risponderò presto!