mercoledì 2 marzo 2016

Recensione: '99 giorni' di K.A. Tucker

Cari lettori, ben ritrovati, quest'oggi è tempo di recensire. Il libro è '99 giorni' di K.A. Tucker (Burying Water), primo romanzo della trilogia Burying water, composta da storie auto-conclusive. 
Chi mi segue sa quanto adoro la scrittrice. Mi ha lasciato senza parole con la serie precedente, ma ora, con la storia di Jesse e Alex mi ha lasciato senza fiato. La Tucker colpisce ancora, lascia il segno. 

Titolo: 99 giorni | Titolo originale: Burying Water | Scrittrice: K.A. Tucker | Serie: Burying Water, primo di una trilogia (1. 99 Giorni/2. Becoming Rain/3. Chasing River) | Genere: Romance | Pagine: 384 |Data di pubblicazione: 15/02/2016 | Casa editrice: Newton Compton | Prezzo: 4,99€ ebook 9,90€ cartaceo

 Abbandonata nella campagna dell’Oregon, dove la credono morta, una giovane donna sfida ogni previsione e sopravvive, ma quando si sveglia non ha alcuna idea di chi sia, o di cosa le sia successo. La donna si dà il nome di Acqua, per un piccolo tatuaggio che scopre sul suo corpo, il solo indizio di un passato che non ricorda. Accolta da Ginny Fitzgerald, una signora irascibile ma gentile che vive in una fattoria, Acqua comincia lentamente a ricostruire la propria vita. Ma mentre cerca di rimetterne insieme i frammenti, altre domande si fanno strada nella sua mente: chi è il vicino di casa che in silenzio lavora sotto il cofano della sua Barracuda? Perché Ginny non gli fa mettere piede nella sua proprietà? E perché Acqua sente di conoscerlo? Jesse Welles non sa quanto tempo ci vorrà prima che la memoria di Acqua riaffiori. Per il suo bene, Jesse spera che non accada mai. Per questo cerca di tenersi alla larga da lei. Perché avvicinarsi troppo potrebbe far riemergere cose che è meglio lasciare sepolte. Ma si sa, l’acqua trova sempre una strada per tornare in superficie…


RECENSIONE
Attendevo la pubblicazione in Italia del romanzo da tanto tempo, subito dopo aver terminato la serie dei 'Dieci piccoli respiri', che trovate recensita interamente nel blog.
K. A Tucker è un nome, ma al contempo una garanzia.
Con questo romanzo la Tucker mi ha sorpresa, non mi sarei aspettata di amare così tanto una storia come questa, ricca di mistero, suspense e amore.
La narrazione si svolge tra due archi temporali: il presente e il passato, che si alternano tra loro, tramite i punti di vista dei protagonisti, così del passato ci parla in prima persona Jesse e del presente Alex.
Un giorno Alex apre gli occhi e non ricorda nulla. Sa di trovarsi in una camera d'ospedale, ma non ricorda cose le è successo. Non conosce il suo viso, non ricorda il suo nome, non sa nulla della sua vita. Chi e perché le ha fatto del male? Qualcuno, magari la sua famiglia, la sta cercando? Interrogativi a cui Alex non sa rispondere. Il suo volto, i suoi occhi parlano di una ragazza sola e triste, ma anche di una ragazza coraggiosa e forte, pronta a iniziare una seconda vita con l'aiuto dei signori Welles, la dottoressa e lo sceriffo, e di Ginny, nonché dirimpettaia dei Welles.
Cinica, riservata e diffidente è Ginny, una donna che ha sempre vissuto dietro le mura della sua casa e che mal tollera la presenza maschile. Vittima di violenza fisica, Ginny passa tutta la sua vita chiusa dentro se stessa, ma è mossa da altruismo per quella ragazza sola e disperata, così da offrirle un posto in cui vivere.
E' difficile ricomporre i pezzi del puzzle della vita, ma con l'aiuto di Ginny e dei vicini, Alex, con il nome di Acqua, è pronta a ritornare a vivere. Ormai Alex si sente a casa, Ginny e i Welles sono la sua famiglia, ma ancora non conosce quel ragazzo misterioso che la osserva dalla sua Barracuda: Jesse Welles. Gli occhi di quel ragazzo le ricordano qualcosa, le ricordano qualcuno, ma è una sensazione troppo fugace per essere vera.
Jesse infatti non le è sconosciuto, e il lettore entra così semplicemente nelle vite dei protagonisti, prima e dopo l'incidente. Se Jesse ci racconta come ha conosciuto Alex e come si è follemente innamorato di lei, Alex ci racconta come si innamorano per la seconda volta. In una seconda vita Jesse sarebbe stato il suo unico vero amore.

Avete presente il film 'La memoria del cuore' con Channing Tatum e Rachel McAdams? Bene, questo libro mi ha ricordato prorpio questa pellicola. I ricordi possono anche non riaffiorare ma il cuore non dimentica. Infatti Alex con Jesse sente di esser nel posto giusto nel momento giusto con l'uomo giusto. Sente di essere protetta, al sicuro e di non esser mai stata meglio. Jesse e Alex ci mostrano come non servono le parole, ma con semplice gesti è possibile innamorarsi di nuovo, della stessa persona, se è quella giusta.
Certo che questa storia mi ha tenuta incollata alle pagine come un'ossessa. Ho voluto tardare la fine del romanzo ma invano. Come potevo rallentare la lettura se troppo avida di conoscere la conclusione?
Fin dall'inizio non ho maturato una grande simpatia per Jesse, infatti ho letto con un pizzico di fatica i capitoli a lui dedicati, mentre quelli dedicati ad Alex sono stati semplicemente meravigliosi, fin dall'inizio mi hanno catturato e trasportato nel suo mondo, fatto di piccoli dettagli e sensazioni per ritrovare se stessa.
D'altronde sono stati solo i primi capitoli, perchè non appena ha preso forma la storia vera e propria non ho potuto fare a meno di leggere come un treno sia i capitoli di Jesse che quelli di Alex.
La penna della scrittrice è leggiadra, cattura il lettore e in un battibaleno mi sono ritrovata a più della prima metà del libro. Adoro la Tucker, soprattutto per il suo stile e per la sua abilità nell'inserire storie d'amore in racconti misteriosi. Una scrittrice, insomma, molto originale, incapace di annoiare con le sue storie, perché nessuna, dico nessuna, è uguale o tendenzialmente uguale all'altra.
Ho adorato Alex e Jesse, Alex fin da subito per la forza di volontà, per il suo coraggio e per il suo stato d'animo nell'affrontare la sua vita. Jesse mi ha colpito per rabbia contro chi ha fatto del male ad Alex, per il terrore di perderla per sempre e il dolore di starle lontano. Mi ha colpito anche la sua delicatezza, la sua gentilezza e le sue attenzioni nei confronti di quella ragazza che non sa nulla di se stessa.
Anche Ginny è stata una protagonista non di poca bellezza. Anche lei mi ha colpito, la donna che usa modi bruschi per allontanare tutti e restare sola con i suoi ricordi dolorosi.
Un libro non indifferente, che segna il lettore e che lascia senza fiato e senza barriere: preparatevi alle lacrime e ai sorrisi.
Valuto complessivamente il romanzo come:


Questo è tutto per oggi.
Vi pongo le consuetew domande: avete letto questo romanzo? Non ancora? Lo leggerete?
Scrivetemi nei commenti.
Un bacione,
Rapunzel

6 commenti:

  1. Devo proprio leggermi qualcosa della K. A Tucker mi hai convinta...che mi consigli inizio subito da questo o dall'altra serie?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non saprei cosa consigliarti. La serie precedente si è conlusa interamente qui in Italia. Ma puoi leggere tranquillamente anche questo romanzo, dato che gli altri della serie Burying Water sono auto-conclusivi.

      Elimina
  2. Oh ma che bellissima recensione. Ho già pronto il libro nel mio e reader appena completo queste ultime letture devo leggerlo sicuramente!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora buon avventuara, con Alex e Jesse. Un bacione , Susy!

      Elimina
  3. Questo libro era già sulla mia lista... ma dopo aver letto la tua recensione e aver visto le stelle "irrinunciabile".. come potrei non leggerlo??? :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Erin non perdetertelo per nessun motivo. Vale la pena leggere questo romanzo. xD
      Un bacione <3

      Elimina

TI POSSONO INTERESSARE

Se il post ti è piaciuto, lascia un commento. Ti aspetto!