/ La Rapunzel dei libri e non solo | Rosalba Ranieri : 2016

mercoledì 28 dicembre 2016

"Non riesco a dimenticarti" e "Odiami come io ti amo" di Penelope Douglas | Recensione

Salve lettori e ben ritrovati. Quest'oggi avrei dovuto pubblicare un post dal contenuto assai diverso, ma credo che lo pubblicherò nei giorni seguenti. Mi preme invece recensire due libri che ho letto in occasione di un brutto raffreddore e mal di gola, che mi ha costretta a rintanarmi sotto il piumone con il mio fidato kobo. 
Ma veniamo a noi e alle letture affrontate durante la malattia. Si tratta degli ultimi due romanzi della serie "The Fall Away" di Penelope Douglas, dal titolo "Non riesco a  dimenticarti" e "Odiami come io ti amo". Leggere uno dopo l'altro questi due romanzi è stato l'ideale, in quanto dopo il primo volevo leggere subito dopo il secondo perchè curiosa di conoscere cosa sarebbe accaduto ad una delle coppie più belle della serie: Tate e Jared.
Per leggere le generalità e trama clicca QUI
In "Non riesco a dimenticarti" conosciamo una nuova coppia: K.C. Carter e  Jaxon Trent, fratello di Jared. Non immaginavo che questa coppia potesse conquistarmi, incredibile ma vero. Dopo aver letto "La mia meravigliosa rivincita",terzo romanzo della serie, nel quale ho incontrato Madoc e Fallon, il mio desiderio di andare avanti con la lettura degli altri romanzi della serie era svanito, infatti è stato necessario attendere un bel po' di tempo, grazie anche alle promozioni della Newton Compton, per convincermi a riprendere questa serie. Sono stata felicissima della mia scelta altrimenti non avrei conosciuto Jaxon, che santo cielo è davvero un ragazzo bellissimo dentro e fuori (sopratutto). La bravura della scrittrice sta nel fare appassionare il lettore ai protagonisti, mi accadde con Tate e Jared, ed è successo anche questa volta con K.C. E Jaxon. Questa coppia vi conquisterà perchè non solo sono splendidi i protagonisti assieme ma vi piacerà la loro storia, il fatto che entrambi crescono pian piano, affrontando gli ostacoli della vita e le loro paure. 
Non dimenticate che il tutto è condito da un alto tasso di eroticità, che, a mio parere, è sempre gradita.
4/5 STARS
Per leggere le generalità e la trama clicca QUI
Se nel romanzo precedente si preannunciano delle crepe nella relazione di Jared e Tate, in "Odiami come io ti amo" ben capiamo i loro problemi. Il lettore che ha amato questa coppia adorerà tantissimo questo romanzo, perchè è come ritornare a leggere di una storia che ci è piaciuta, con dei personaggi che ci hanno colpito tanto, ma in tempi e circostanza diverse. Jared e Tate non hanno un carattere diveso, certo non sono più gli adolescenti che abbiamo conosciuto in "Mai per amore" e "Da quando ci sei tu", tuttavia la loro alchimia, la loro attrazione e la loro pazzia torna in questo ultimo libro, nel quale ritroviamo, felici e contenti, tutti gli altri protagonisti della serie: Madoc e Fallon, K.C e Jaxon.
Questo libro mi ha stregato completamente, pensate che l'ho divorato in pochissimi giorni perchè ero impaziente di leggere ancora di Jared e Tate. Immaginavo il finale del libro ma l'ho apprezzato interamente, tutto ciò che accade dall'inizio alla fine. Insomma, il fatto che potessi presagire il finale, che alla fine è stato un po' scontato, non mi ha tolto alcuna emozione, non ha reso noioso neanche un po' il libro, anzi sono davvero contenta del nuovo capitolo dedicato a Tate e Jared e soprattutto sono molto felice di questo libro perchè non ci sarebbe stata una conclusione migliore per questa serie. Concludere la serie con una storia dedicata agli stessi protagonisti del primo libro è stata un'ottima idea.
5/5 STARS

Bene lettori, questo è tutto per oggi.
Scrivetemi nei commenti: Come avete passato le feste? Avete letto questi libri? Cosa ne pensate?
Vi aspetto!!!
Baci, R ♥

lunedì 26 dicembre 2016

Come abbiamo trascorso il Natale | Nord e Sud d'Italia a confronto

Salve lettori, come avete passato la giornata di ieri? Io in compagnia della mia famiglia.
Quest'oggi, io e Ilaria vi mostriamo il nostro Natale, mettendo un po' a confronto Nord e Sud. Io vi mostrerò il tipico natale del sud d'Italia ed Ilaria quello del Nord d'Italia. Vi delizieremo anche con i menù che le nostre famiglie hanno preparato in occasione di questa festività. Non mancheranno anche delle foto scattate tra il 24 e il 25 dicembre.

NATALE AL SUD
Rosalba
Considerando che il Natale è una delle festività più attesa nella mia famiglia, abbiamo dato il via ai festeggiamenti già dal 24 dicembre a pranzo. Abbiamo dedicato l'intero pomeriggio della vigilia a giocare a tombola, burraco, labirinto e giunta l'ora della cena abbiamo iniziato il solito cenone della vigilia.
CENA DELLA VIGILIA DI NATALE
-Antipasti mari e monti
-Paccheri ai frutti di mare
-Frutta secca
-Frutta di stagione
-Dolcetti
-Caffè e liquore.
Non appena è nato Gesù Bambino abbiamo festeggiato con i vicini e con le stelle filanti. Abbiamo brindato, scartato i regali e subito dopo abbiamo continuato fino alle due del mattino a giocare ancora a carte, a tombola e a quinto.
Il giorno di Natale per me è iniziato alle 9:10. Abbiamo scartato i restanti regali e poi ci siamo preparati per andare dai miei parenti a pranzo e lì abbiamo mangiato...
PRANZO DI NATALE
-Antipasto all'italiana
-cozze pelose
-salmone
-lasagna
-rosbif di vitello
-frutta secca
-frutta di stagione
-dolcetti
-caffè e liquore
Abbiamo continuato a giocare no stop per tutto il pomeriggio e poi abbiamo cenato con le crudités e focaccia.
Quest'oggi non ho idea di cosa ci riserva la chef, ma se proprio volete, ve lo farò sapere con un aggiornamento del post. 
Un Natale così lo vorrei tutti gli anni, all'insegna della felicità e della salute.

NATALE AL NORD
Ilaria

Al Nord non si festeggia come al Sud d'Italia. Per noi Natale è solo un giorno, ovvero il 25. Abbiamo festeggiato con i nonni e i miei parenti.Abbiamo mangiato tantissimo ed ecco a voi il nostro menù:


PRANZO DI NATALE

-Tagliolini al ragù
-torta salata allo stracchino
-faraona e patate
-panettone
-frutta secca
-caffè
Oggi invece noi non siamo soliti continuare a festeggiare il Natale, ma abbiamo ospiti a pranzo, come la mia Santola. *Credo che continuerò a scartare regali*.
Il Natale però non è finito. E' vero, festeggiamo solo il 25 dicembre ma anche il 31 è festa, ci preprariamo ad accogliere il nuovo anno con tante gioia e serenità.

Bene lettori, questo è tutto per oggi.
Come avete trascorso Natale? Come il Sud o come il Nord d'Italia?
Scrivetelo nei commenti.
Vi aspettiamo!
Baci♥

domenica 25 dicembre 2016

Letterina a Babbo Natale

Salve lettori, Buon Natale a tutti voi!!! Quest'oggi, con la collaborazione di Ilaria, voglio mostrarvi le nostre letterine per Babbo Natale.
Come ogni letterina ....
Caro Babbo Natale

ILARIA
Quest'anno le mie richieste sono per la maggior parte librose, ma ci sono anche delle eccezioni.
BOOKS
1. Unravel Me;
2. Fantastic Beats and Where to Find Them;
3. Harry Potter and the Half Blood Prince;    
4. Il cavaliere d'inverno.
 OTHER
1. Una libreria in legno;
2. Un cappellino invernale (grigio fumo)
3. Agenda 2017 (magari la Moleskine)

ROSALBA
Quest'anno non chiedo nulla di molto costoso. Certo, mi piacerebbe ricevere un MAC BOOK AIR, un BORSELLINO THE BRIDGE, una borsa MICHAEL KORS, un OROLOGIO MICHAEL KORS, una REFLEX (Canon o Nikon), ma so già che non potrò ricevere tutto questo.
Tuttavia chiedo gioia, serenità, pace, salute e sorrisi, ma se del denaro vuoi portarmi sappi che è sempre molto gradito.
Non preoccuparti, non ti chiedo di portarmi libri, troppo pesanti per te, ma li chiederò alla Befana. 

Attento al ghiaccio e alle renne. 
Baci.

Bene lettori, questo è quanto. 
Cosa pensate delle nostre letterine?
Vi aspettiamo nei commenti.
Bacioni.

sabato 24 dicembre 2016

Quali libri leggere durante le vacanze di Natale | Cosigli Librosi

Salve lettori, come state?
Oggi vi auguriamo Buona Vigilia e come promesso, quest'oggi io e Ilaria pubblichiamo un altro post dedicato al Natale. Vi ricordo che questi post natalizi vi faranno compagnia fino al 27 Dicembre, pertanto rimanete sintonizzati. 
Il post di oggi ha un topic molto interessante:
Ebbene, molti si chiedono quali sono le letture più belle da leggere o rileggere durante le vacanze di Natale, magari sul divano o sulla nostra poltrona, con un plaid sulle gambe, una tazza fumante di cioccolata calda...Allora ci siamo dette: perchè non creare un post con i nostri consigli di lettura?
I LIBRI DA LEGGERE DURANTE LE VACANZE DI NATALE

ILARIA SAYS: 
Happy Christmas Eve to everyone! Dai che manca veramente pochissimo, siete pronti per una giornata di festeggiamenti? Io si, questo momento magico mi riscalda il cuore. Oggi sono qui per consigliarvi dei libri che, secondo me sono perfetti da leggere in questo periodo. Non mi perdo in chiacchiere ed ecco qui i miei consigli!
In primis vi cito...
HARRY POTTER E LA PIETRA FILOSOFALE (RECENSIONE) e tutta la saga. Se l'avete già letta, questo è il periodo adatto per ri-leggerla magari anche in lingua, se siete fanatici come me ;) Inutile dirvi che Harry Potter è la mia vita, che mi ha cambiata dentro ed infine che è spettacolare! In tutti i sette libri ci sono dei capitoli che si svolgono durante il periodo natalizio, quindi ecco un altro motivo per leggerlo. Chissà se domani ci sarà il maglione come quello di Ron ed Harry anche per me, io ci spero :)
Il secondo consiglio è *rullo di tamburi* uno dei libri in tema natalizio, di Karen Swan, anzi direi che può andare bene anche UN DIAMANTE DA TIFFANY, una lettura molto scorrevole, piacevole e vi assicuro che vi farete anche delle belle risate, la Swan mi colpì molto per il suo stile fresco e travolgente. Di tutti i suoi libri che ho letto, questo è decisamente il migliore, anche qui non manca la parte natalizia, anche se il titolo può non farvelo capire...in lingua originale, infatti, si chiama "CHRISTMAS AT TIFFANY'S"
Ultimo, ma non meno importante è L'OMBRA DEL VENTO (RECENSIONE), questo libro è stata una lettura del mese, ma non solo, perché è entrato a far parte dei miei preferiti dell'anno e di conseguenza anche dei preferiti di sempre. Zafón ha uno stile che non avevo mai avuto il privilegio di leggere, una parola per descriverlo...ammaliante! La storia è ricca di suspense, mistero, colpi di scena e l immancabile parte romantica! Leggere per credere.
Ecco, anche per oggi è tutto, avete già letto questi libri? Vi ispirano? Cosa mi consigliereste?



ROSALBA SAYS:
Ci sarebbero tanti libri da consigliarvi ma ve ne cito solo alcuni, e tra questi troverete anche libri che io stessa voglio leggere o rileggere durante le vacanze di Natale.
Inizio con il segnalarvi la saga SHATTER ME di Tahereh Mafi (RECENSIONE). Non è proprio una saga a tema natalizio ma è talmente bella che non dovete aspettare altro tempo, immergetevi nella lettura e non ve ne pentirete.
Il secondo romanzo che vi segnalo è OBSIDIAN di Jennifer L. Armentrout, primo romanzo della saga Lux. Ho già letto questi libri perciò per me sarà una rilettura, ma ve li consiglio assolutamente. Magari anche in questi libri troviamo riferimenti al Natale. Non ho la piena certezza di quanto affermato sopra, ma magari rileggendo l'intera serie potrò avere conferma.
Consiglio anch'io un libro di Zafón, magari è il momento adatto per leggere "IL LABIRINTO DEGLI SPIRITI". E' un mattoncino, se consideriamo le sue dimensioni, e credo che la pausa natalizia dallo studio o dal lavoro sia il momento adatto per leggere questa storia.
Tra i libri con sfondo natalizio, scelgo di consigliarvi NATALE A PUFFIN ISLAND di Sarah Morgan (RECENSIONE). E' vero, è il terzo libro della serie Puffin Island, ma se non avete ancora letto questo terzo libro della serie, fatevi un favore: leggetelo.
Per finire, consiglio ai lettori che leggono in lingua, di leggere anche le novelle natalizie di Leisa Rayven, dal titolo "BAD ROMEO CHRISTMAS" (solo se avete letto tutta la serie, incluso l'ultimo romanzo: "Non mentire al mio cuore"). In questo libro troveremo tre coppie: Ethan and Cassie, Liam and Elissa, e Josh and Angel più il resto di The Gove. Io non vedo l'ora di leggere questo libro, ma devo recuperare ancora "Non mentire al mio cuore" perciò dovrò attendere un altro po'.

Bene lettori, questi sono i nostri consigli librosi, vi invitiamo a scriverci i vostri.
Vi aspettiamo nei commenti.
Bacioni ♥

venerdì 23 dicembre 2016

Christmas Playlist | Consigli Musicali

Salve lettori, quest'oggi io e Ilaria abbiamo deciso di lasciarvi le nostre Christmas Playlist. Ma questo è solo il primo post di una serie dedicati al Natale, infatti vi terremo compagnia fino al 27 Dicembre, perciò rimanete connessi.
"Ormai mancano ben due giorni alla festa più speciale di tutto l'anno, almeno per me è così." dice Ilaria. "Inizio a pensare al Natale già dai primi di settembre, cerco delle idee, penso alle decorazioni, gli addobbi, provo a buttare giù una wishlist, ma solo a metà novembre mi sbizzarrisco a creare una playlist con canzoni natalizie. Ebbene sì, oggi condividerò con voi la mia playlist natalizia!".
Come Ilaria, anch'io adoro pensare al Natale, alle decorazioni, alla musica, ai regali, ma ciò che davvero bramo più di tutto è festeggiarlo con le persone che amo di più. La famiglia ♥.♥

LE NOSTRE CHRISTMAS PLAYLIST

PLAYLIST DI ILARIA

1. All I Want For Christmas Is You (Mariah Carey)
2. Santa Claus Is Coming To Town (Michael Bublè)
3. Do They Know It's Christmas Time (Band Aid 30)
4. Happy Christmas (War is Over) (John Lennon / Maroon 5)
5. Hallelujah (Pentatonix)
6. Have Yourself A Merry Little Christmas (Sam Smith / Andrew Belle / Michael Bublè)
7. Jingle Bells (Michael Bublè)
8. Bianco Natale (Il Volo)
9. Winter Wonderland (Michael Bublè)
10. Christmas At Hogwarts (John Williams)
11. Let It Snow, Let It Snow, Let It Snow (Kurt Nilsen, Kringkastingsorkestret)


PLAYLIST DI ROSALBA

1. Hallelujah (Pentatonix)
2. Have Yourself A Merry Little Christmas (Sam Smith)
3. Winter Wonderland (Leona Lewis)
4. All I Want For Christmas Is You (Mariah Carey/Ed Sheeran)
5. So This Is Christmas (Celine Dion)
6. Christmas In My Heart (Sarah Connor)
7. Feliz Navidad (Michael Bublè Duet With Thalia)
8. Adeste Fideles, O Come All Ye Faithful (Celine Dion)
9. Ave Maria (Leona Lewis)
10. Silent Night (Beyoncé)
11. Do They Know It’s Christmas? (Band Aid 30 2014)
12. Joy To The World (Mariah Carey)
13. As Long as There's Christmas -End Title- (La Bella e la Bestia)

Bene lettori, questo è tutto per oggi.
Scriveteci. Diteci quali sono le canzoni natalizie che più amate.
Vi aspettiamo nei commenti.
Ilaria ♥ e Rosalba ♥

giovedì 22 dicembre 2016

"The Winter Wonderland" | Book Tag

Salve lettori,"oggi o mai più" mi son detta. Oggi voglio proporvi un video, tralasciate la pessima pessima pessima pessimissima qualità del video, non sono ancora attrezzata come si deve, e tralasciate anche alcuni errori dovuti alla mia inesperienza e un po' di timidezza, ma questo video vuol essere una prova, un mezzo per abbattere i muri della timidezza e mostrarmi a voi lettori. Magari grazie ad un video potete conoscermi meglio. Già che ci siete tralasciate anche il mio accento, sono pugliese, non ve ne siete accorti, vero? 
Dopo aver tralasciato tutto ciò, fate partire il video e ascoltate ciò che ho da dire su uno dei più divertenti Book Tag realizzati per la stagione invernale. 
Come vi spiego nel video, non ho mai amato i book tag perchè avrei dovuto realizzarli per mezzo di un post e crearli in tal modo è davvero noioso, seppure più semplice e veloce, mentre i video sono un po' più divertenti e magari fanno bene anche all'autostima. Cosa ne pensate?
Mi riprometto di realizzare almeno un secondo video, altrimenti non ci sarebbe alcuna funzionalità per questo primo video, al contempo mi auguro di poter contare su una attrezzatura un tantino migliore e di poter realizzare un video con un audio e qualità migliore.  
Bene lettori, vi lascio il video e appena sotto vi lascio i titoli dei libri che ho scelto per rispondere alle domande del Book Tag, come al solito, spropositatamente lunghe.

mercoledì 21 dicembre 2016

"Harry Potter e la Pietra Filosofale" di J.K. Rowling | Recensione

Salve lettori, quest'oggi voglio parlarvi di un libro che molti di voi conosceranno, ma a me sconosciuto fino a qualche settimana fa. Sconosciuto perchè non ho dato una chance alla saga di Harry Potter quando venne pubblicata, ma ho avuto modo di vedere e rivedere più volte i film tratti dai romanzi. Perciò ho rimediato alla mia mancanza solo a dicembre, mese in cui ho acquistato il primo volume della saga di Harry Potter di J.K. Rowling, dal titolo "Harry Potter" e la Pietra filosofale".

HARRY POTTER E LA PIETRA FILOSOFALE (HARRY POTTER AND THE PHILOSOPHER'S STONE) | J.K. ROWLING | HARRY POTTER SAGA #1| FANTASY | 302 PP | SALANI | EDIZIONE DEL 24 MAGGIO 2014
Harry Potter è un ragazzo normale, o quantomeno è convinto di esserlo, anche se a volte provoca strani fenomeni, come farsi ricrescere i capelli inesorabilmente tagliati dai perfidi zii. Vive con loro al numero 4 di Privet Drive: una strada di periferia come tante, dove non succede mai nulla fuori dall'ordinario. Finché un giorno, poco prima del suo undicesimo compleanno, riceve una misteriosa lettera che gli rivela la sua vera natura: Harry è un mago e la Scuola di Magia e Stregoneria di Hogwarts è pronta ad accoglierlo... 


RECENSIONE
E' pressoché inutile soffermarsi sulla storia raccontata, perchè i più, anche se non hanno letto il libro, conoscono la storia del mago più celebre al mondo: Harry Potter. Ciò che mi ha spinto a leggere questo libro, nonostante le parole di Ilaria, è il voler approcciarmi alla scrittrice. Tantissimi lettori, di qualunque età, dicono di aver letto Harry Potter e di aver amato la penna della scrittrice, perchè oltre che molto scorrevole e fluida ha qualcosa di magico e fantastico. Non avrei mai creduto che dietro un libro ed una copertina per adolescenti si potesse celare una prosa eccellente e un fantasia impressionante. Credo che leggere questi libri sia un ottimo esercizio per i piccoli lettori, ma soprattutto è il modo per poter unire l'utile al dilettevole. Leggere Harry Potter è un vero e proprio spasso. Immagino che l'approccio con il testo sia diverso a seconda delle fasce di età, i più piccini credono ancora alla magia e altri no, tuttavia cogliere i punti di riflessione del romanzo è doveroso ad ogni età. Il primo punto di riflessione è quello dell'amicizia, il secondo è quello dell'avventura, e così via, ne potremmo trovare migliaia di punti di riflessione. Ma non sono solo questi i punti di forza del romanzo, anzi. Credo che il successo di questa saga sia dovuto all'intero modo di Hogwarts, costruito con così precisione e cura, nei minimi dettagli, dalla scrittrice. Ho notato che nulla è lasciato al caso, tutto ha un senso e serve a qualcosa. Qualcosa che pian piano ci viene svelato. 
Ho apprezzato molto il tono usato dalla scrittrice, evidenza il fatto che con questo primo libro si indirizza ad un pubblico di soli adolescenti, ma per libri come questi non c'è età. Perchè precluderci una lettura leggera, fantastica e con un pizzico di magia anche se abbiamo superato i vent'anni?

martedì 20 dicembre 2016

Opinioni Librose Christmas Edition

Ben ritrovati lettori, quest'oggi io e Susy di "I miei magici mondi" riprendiamo una rubrica molto carina: Opinioni Librose, che abbiamo battezzato Opinioni Librose Christmas Edition  in quanto le domande saranno diverse dalle solite e tutte incentrate sul Natale.
Come sempre, invito voi lettori a rispondere a queste domande così da confrontarci.

1. C'è un libro che leggi o rileggi a Natale?
Susy: Canto di Natale è il libro che per me rappresenta il Natale e mi piace rileggerlo ogni anno (infondo la storia è molto breve) e rivivere le magiche emozioni che solo in questo periodo riesco a ricreare.
Rapunzel: Non c'è uno in particolare, ma adoro leggere le novità editoriali, con sfondo natalizio. Riesco così ad entrare totalmente nell'atmosfera natalizia.

2. Quale potrebbe essere un regalo libroso che vorresti ricevere da Babbo Natale?
Rapunzel: Qui casca l'asino perchè ci sono tantissimi regali librosi che vorrei. Se dovessi pensare ai cartacei potrei restringere il campo: "Ti amo per caso" di Brittainy C. Cherry, "Cinder di Marissa Meyer, "Harry potter e la Camera dei segreti" di J.K. Rowling, "Shiver" di Maggie Stiefvater e chi più ne ha più ne metta. Un qualsiasi regalo libroso è ben accetto.
Susy:Qualsiasi libro che rientra nel mio genere preferito, è sempre ben apprezzato. Leggere è bello, sempre e comunque. Certo, se devo proprio scegliere, allora decidere un'edizione cartacea di un libro particolarmente bello che ho letto in ebook.

3. Quale potrebbe essere un regalo libroso che vorresti regalare?
Susy: Se parliamo di libro natalizio, allora regalo sicuramente Canto di Natale perchè come dicevo è il libro che per me rappresenta il Natale. Se invece parliamo di un libro generico allora regalerei una storia che è tra le mie preferite.
Rapunzel: Non saprei, dipende dal genere letterario che il lettore ama, ma sicuramente rivedrei la lista dei miei libri preferiti e regalerei uno tra quelli.

lunedì 19 dicembre 2016

"Il prigioniero del cielo" di Carlos Ruiz Zafón | Recensione

Salve lettori, ben ritrovati. Finalmente trovo del tempo da dedicare alla recensione del libro "Il prigioniero del cielo", terzo romanzo della quadrilogia "Il cimitero dei libri dimenticati" di Carlos Ruiz Zafón 
Nelle ultime settimane sono stata impegnata con la sessione invernale. Dopo un bel trenta e lode ,portato a casa mercoledì, ho beccato, per festeggiare, un tremendo raffreddore e un pizzico di mal di gola. Questo mi ha costretto a stare a letto e ad abbandonare il più possibile tablet, cellulare e pc. Non ho potuto fare a meno di leggere però. Grazie alla Newton Compton e alle sue super imperdibili offerte, ho acquistato gli ultimi due romanzi della serie "The Fall Away" di Penelope Douglas, e grazie a "Non riesco a dimenticarti" e "Odiami come io ti amo" sto superando la malattia. Per fortuna ci sono loro, i libri e le storie d'amore ♥.♥. Books can save us, niente di più vero e saggio.

IL PRIGIONIERO DEL CIELO (EL PRISIONIERO DEL CIELO) | CARLOS RUIZ ZAFON| IL CIMITERO DEI LIBRI DIMENTICATI SERIE #3 | HISTORICAL FICTION | 28 FEBBRAIO 2012 | MONDADORI
Barcellona, dicembre 1957. Nella libreria dei Sempere entra un individuo misterioso che acquista una preziosa edizione del Conte di Montecristo e la lascia in custodia a Daniel perché la consegni al suo amico Fermin. Il libro porta una dedica inquietante: "Per Fermin Romero de Torres, che è riemerso tra i morti e ha la chiave del futuro", firmato "13". Tra malintesi, imbrogli e minacciosi ricordi dal passato inizia l'indagine di Daniel per decifrare quella dedica enigmatica e capire quali segreti nasconde il suo fedele amico. Prima di potersene rendere conto, il giovane libraio viene catapultato in un passato che lo riguarda da vicino, dove la morte di sua madre Isabella si lega al destino di David Martin, il grande scrittore che dal carcere scrive Il gioco dell'angelo, e a quello del perfido editore Mauricio Valls, una vecchia conoscenza degli anni di carcere di Fermin. Quello che Daniel scoprirà non rimarrà senza effetti sulla sua vita, molte domande rimaste in sospeso avranno una risposta e lui si troverà in mano, inaspettatamente, la possibilità di vendicarsi.


RECENSIONE
Dopo aver conosciuto Daniel ne "L'ombra del vento" (QUI la recensione) e David ne "Il gioco dell'angelo" (QUI la recensione), lo scrittore pensa bene di dedicare un terzo libro ad uno dei personaggi più curiosi del primo romanzo: Fermín Romeo de Torres. Ne "Il prigioniero del cielo", Zafón  ha pensato bene di unire le tre storie. Se vi fermate a leggere la mia recensione di "L'ombra del vento" capirete che Fermín è davvero uno dei protagonisti più importanti della storia, molte cose non sarebbero successe in sua mancanza ma ciò che più rileva è che Fermín  è un grande amico, pronto a sostenere il giovane ed inesperto Daniel. Il motivo per il quale Fermín incontra i Sempere però non è una mera coincidenza, se così sembra nel primo libro, ci viene spiegato il contrario nel terzo. Con "Il prigioniero del cielo", Zafon ci porta indietro nel tempo e lo fa con un ingegno letterario di non poco conto: sulla scena compare un altro personaggio: l'uomo che torna dal regno dei morti. Lo sconosciuto entra in libreria e chiede a Daniel un libro: Il conte di Montecristo di Alexandre Dumas. L'uomo non è un cliente abituale e neppure sembra esser un letterato, tuttavia vuole una delle più costose edizioni del romanzo, pagandolo anche più del dovuto. Chiede a Daniel di far recapitare il libro ad un suo amico, ma lo sconosciuto non lascia alcun indirizzo perché sa che il destinatario del dono è una persona che Daniel conosce bene: Fermín. 
La comparsa sulla scena di questo nuovo protagonista consente a Fermín di raccontarsi e lo fa dilungandosi per tutto il libro fintanto che non viene a galla una verità inaspettata, che stravolge il mondo di Daniel. 
Ci troviamo ancora negli anni in cui la legge non è uguale per tutti, ma i più potenti e i più ricchi riescono a farla franca incolpando gli altri. Fermín è vittima di uomini senza scrupoli e malvagi, come Fumero, ma non solo. Ne "Il prigioniero del cielo" compare un altro mostro, che appare ancor più malvagio di Fumero. 
Fermín vive un'esperienza dolorosa e raccapricciante, e quando torna a vivere lo fa senza perder di vista i suoi obiettivi.

sabato 17 dicembre 2016

"Ti amo per caso" di Brittainy C. Cherry | 2° tappa del Blogtour: Introduzione al libro + Incipit

Buongiorno lettori. Con immenso piacere La Rapunzel dei Libri partecipa al Blogtour di "Ti amo per caso" di Brittainy C. Cherry, edito da Newton Compton. Disponibile al pubblico a partire da Lunedì 19 dicembre.

Dopo avervi presentato la serie, è doveroso darvi maggiori informazioni sul libro: copertina, trama e l'incipit per invitarvi alla lettura.
A chiunque capita di vedere una copertina meravigliosa e di voler prendere tra le mani il libro, tuttavia il desiderio aumenta se la copertina meravigliosa appartiene al libro di una delle scrittrici che il lettore più apprezza. Sembra presto dire che la C. Cherry sia una delle mie preferite scrittrici d'altronde ho letto solo uno dei suoi romanzi, parlo di "Mr. Daniels", ovvero "L'amore arriva sempre al momento sbagliato" (qui la recensione), tuttavia ho adorato il suo primo libro edito in Italia e questo mi basta per voler acquistare anche il suo secondo romanzo. Infatti, non appena sarà disponibile in libreria, acquisterò il romanzo, perché non voglio perdere il cartaceo.
Seppure molto carina quella italiana, la copertina che ha rubato il mio cuore è l'originale, e per non dimenticare la copertina originale, abbiamo pensato di creare un segnalibro, che potrete scaricare sul vostro computer, vi basterà clicca QUI per il fronte e QUI per il retro, e stamparlo.

SEGNALIBRO FRONTE E RETRO!!!

Edito a Settembre 2015, "The air He breaths", primo romanzo della "Elements series", è così definito: "in questo libro troverete angoscia, dolore, perdita, amore, forte lussuria e vendetta. La storia consumerà tutto il vostro cuore, anima e corpo." Queste parole sono molto significative, e sono ciò che mi spinge ancor più a leggere il romanzo.

Ed ecco a voi la copertina e trama originale:

TI AMO PER CASO (THE AIR HE BREATHS) | BRITTAINY C. CHERRY | THE ELEMENTS SERIES #1 | NEW ADULT | 384 PP. | NEWTON COMPTON | 19 DICEMBRE
 Mi avevano messa in guardia su Tristan Cole. «Stai lontana da lui», mi diceva la gente. «È crudele». «È freddo». È semplice giudicare un uomo dal suo passato. Troppo facile guardare Tristan e vedere un mostro. Ma io non potevo farlo. Ho riconosciuto il male che si portava dentro, perché era simile a quello che viveva in me. Eravamo due persone svuotate. Entrambi alla ricerca di qualcosa di diverso. Qualcosa di più. E insieme abbiamo deciso di provare a mettere insieme i frammenti del nostro passato. Poi, forse, potremo finalmente ricordarci di respirare. 

«Lei mi spogliò e fece l’amore con il suo passato. Sono scivolato dentro di lei e ho fatto l’amore con i miei fantasmi. Non era giusto, ma in qualche modo aveva senso. La sua anima è piena di cicatrici, la mia è stata bruciata. Ma quando eravamo insieme, il male faceva un po’ meno male. Quando eravamo insieme, il passato non era così doloroso da accettare. Quando eravamo insieme, non mi sentivo più solo». 


martedì 13 dicembre 2016

"Una fredda mattina d'inverno" di Barbara Taylor Sissel | Recensione

Salve lettori, continuano le nostre recensioni. Quest'oggi vi proponiamo un libro thriller, non proprio nelle nostre corde, ma a Gracy che l'ha letto è piaciuto molto e se avete letto e avete divorato "La ragazza del treno" non potete farvi mancare anche questo thriller con i fiocchi.

UNA FREDDA MATTINA D'INVERNO | BARBARA TAYLOR SISSEL | AUTOCONCLUSIVO | THRILLER | 344 PP. | NEWTON COMPTON | 17/11/2016
In una fredda mattina di ottobre, Lauren Wilder arriva a un pelo dall’investire Bo Laughlin, che cammina lungo il bordo della strada. Bo, un giovane molto conosciuto nella piccola città di Hardys Walk, sembra non aver riportato danni, anche se il sesto senso di Lauren le suggerisce il contrario. La verità è che la donna non si è più ripresa veramente dall’incidente che ha avuto due anni prima e non è in grado di fare affidamento sulle sue capacità mentali. Succede, però, che Bo scompare e la polizia cerca di appurare se la sparizione possa essere ricollegata a lei. Lauren è terrorizzata, non tanto da quello che ricorda, ma soprattutto da ciò che non riesce a mettere a fuoco. Proprio perché non sa ricostruire cosa sia successo davvero, Lauren inizia la sua indagine personale per trovare la soluzione del mistero della scomparsa di Bo. Ma la verità può rivelarsi scioccante più di qualunque menzogna, e purtroppo non sarà lei la sola ad affrontarne le conseguenze…


RECENSIONE
Ringrazio la casa editrice Newton Compton per avermi regalato il libro e dato la possibilità di leggere un nuovo romanzo thriller.
Questa è stata una lettura piacevole, preciso che non è il mio genere preferito, ma la suspense che si respira a metà libro vi conquisterà, come ha conquistato me. Ad esser sincera, ho trovato un po' noioso l'inizio, a causa delle descrizioni, ma ho rivalutato il libro perchè la storia pian piano mi ha coinvolta e non vedevo l'ora di scoprire tutta la verità. Verità che mi ha lasciato l'amaro in bocca, forse poco originale, magari mi aspettavo un finale diverso. 
Il libro così si divide: in un capitolo l'autrice ci racconta del vissuto e dei pensieri di Lauren, nel capitolo successivo l'attenzione è tutta puntata su Annie.
Lauren è l'ultima persona che ha visto, sul margine della strada quel venerdì di ottobre, Bo, il ragazzo scomparso. Lauren era una tossicodipendente e la gente è sospettosa nei suoi confronti, ma lei sostiene di averlo anche visto nel parcheggio del minimarket che saliva su una berlina con una donna anziana, dai capelli bianchi.
Annie è la sorellastra di Bo, conosce il suo modo di fare e i posti che frequenta spesso, sa che Bo può distrarsi e magari non tornare a casa anche per giorni. A tal proposito, Annie ricorda quando Bo venne trovato in biblioteca, dopo un giorno di ricerche, sul pavimento intento a dormire. Bo è un ragazzo particolare e le persone in città lo evitavano.
Bo viene descritto come un ragazzo disturbato. quando cammina per chilometri sembra posseduto, con un cervello instabile, infatti alle volte dimentica di mangiare, dormire ecc.. ma la verità è che Bo è affetto da disturbo schizoaffettivo con tendenze bipolari e autistiche.

lunedì 12 dicembre 2016

"Non dirgli che ti manca" di Alessandra Angelini | Recensione

Salve lettori, quest'oggi io e Grcy vogliamo parlarvi di un recentissimo romanzo: "Non dirgli che ti manca" di Alessandra Angelini, edito da Newton Compton il mese scorso.

NON DIRGLI CHE TI MANCA | ALESSANDRA ANGELINI | CONTEMPORARY ROMANCE | 448 PP | NEWTON COMPTON |NOVEMBRE 2016
Isabella è a pezzi. Deve vedersela con un padre di successo, per il quale non c’è un altro futuro possibile se non quello che lui stesso ha immaginato per la figlia. E come se non bastasse, il suo fidanzato, quello che secondo tutti era il ragazzo perfetto, la tradisce spezzandole il cuore. Così decide che è arrivato il momento di cercare la propria strada e trasferirsi da Roma a Bologna per studiare. Ma la vita è sempre pronta a sorprenderti: nel caso di Isabella l’imprevisto si chiama Denis, tatuatissimo batterista dei Bad Attitude. In una notte che cambia tutto, Isabella infrange ogni regola. I due si imbarcano in una relazione turbolenta, fatta di lunghe separazioni, resa complicata dall’insofferenza del padre di lei e dalle insicurezze della ragazza. Nonostante le differenze sociali, quello che Denis e Isabella provano l’uno per l’altra è un sentimento insopprimibile, forte e delicato, violento e dolce allo stesso tempo, qualcosa che va oltre le regole, ma che non sembra destinato a finire, come quelle melodie che entrano nella testa e non se ne vanno più…


RECENSIONE
Fin dal prologo ho intuito che il libro è un capolavoro e per me lo è stato davvero, soprattutto per la prima metà del libro perché la storia di Isabella mi ha tenuto compagnia in una giornata gelida, dove libri e una tazza di cioccolata calda fumante sono gli amici ideali, dei quali non puoi fare a meno.
Isabella crede di avere una vita perfetta, una bella famiglia e un fidanzato innamorato.  Il suo castello crolla non appena viene a conoscenza del tradimento del suo ragazzo Marco con la sua migliore amica, Beatrice. In realtà, la vita di Isabella è un totale fiasco, ed è giunta ora di darle una svolta. E' tempo di cambiamenti. I primi mesi dopo la rottura di una storia d'amore sono sicuramente i più difficili ma è importante rimettersi in piedi ed affrontare la vita a testa alta.
Mi sono immedesimata molto in Isabella, e ho sottolineato interi paragrafi del libro in cui la scrittrice rivela perle di saggezza, come queste:
LA FIDUCIA E’ UN DONO PREZIOSO CHE VA GUADAGNATO E OGNI VOLTA CHE QUALCUNO TI FERISCE E ‘ SEMPRE PIU’ DIFFICILE CONCEDERLA.E’ UNA FORMA DI AUTODIFESA, TI ASPETTI IL PEGGIO DAGLI ALTRI E PERDI QUANTO DI BUONO C’E’ NELLA VITA.  
BISOGNA SEMPRE METTERE TUTTO IN DISCUSSIONE, A NON DARE NULLA PER SCONTATO. LE PERSONE COME L’AMORE VA COLTIVATO. CHI TI VUOLE BENE DAVVERO TI RESTA NEL MOMENTI BELLI E NEI BRUTTI, ANCHE QUANDO VA TUTTO A ROTOLI. E SE TI ABBANDONA, LASCIALO ANDARE.
Con il cuore ferito, Isabella si trasferisce al polo opposto della sua città e ben presto conoscerà Denis, con il quale ha presto una forte alchimia, tanto da far scappare il loro primo bacio proprio quella sera. Isabella crede che Denis sia solo il ragazzo con cui spassarsela per una notte, non si conoscono affatto, nessuno dei due conosce chi sia l'altro, infatti Isabella non immagina che Denis sia  il batterista dei Bad Attiutude.
Cara, dolce Isabella, come puoi concederti a cuor leggero ad un ragazzo che conosci solo da poche ore? Non ti hanno insegnato che non bisogna mai fidarsi del primo che capita perché l’apparenza inganna?
Denis ha vissuto forse la notte migliore della sua vita, è coscio del fatto che Isabella è speciale e diversa da tutte le altre con le quali è stato in passato, ma il mattino dopo quello che trova è solo un letto vuoto. Quella ragazza è fuggita, senza sapere che Denis vuole rivederla ancora.
Per Denis la musica è tutto il suo mondo, è il suo modo di esprimersi, e per anni è stata l'unica cosa più importante, ma Isabella ha portato scompiglio nella sua testa ed ora tutte le sue certezze sono crollate. Isabella è un chiodo fisso oramai.

domenica 11 dicembre 2016

Weekly Recap | 50 settimana

Buon pomeriggio lettori, quest'oggi vi aspetta il WEEKLY RECAP. Come ogni domenica, vi propongo il riepilogo settimanale.
I POST DELLA SETTIMANA 

LE LETTURE DELLA SETTIMANA 
"Harry Potter. La pietra filosofale" di J.K. Rowling

LE LETTURE DELLA PROSSIMA SETTIMANA 
"Non mentire al mio cuore" di Leisa Rayven

BLOCK NOTES
Rieccomi!!! In questi giorni sono sempre più impegnata a fronte degli esami imminenti, tuttavia sto ritagliando sempre del tempo per il blog e devo dire che ne sono veramente felice. Finalmente sto perfezionando la mia organizzazione, ma con la nuova agenda spero andrà tutto ancor meglio.
Ultimamente ho letto molto poco perché la sera, prima di andare a letto, trovo difficoltà a concentrarmi, le palpebre pesanti non aiutano affatto e così di certo non mi godo la lettura, come vorrei, pertanto ripongo il libro con la speranza di fare meglio il giorno seguente. Sarà un po' di stanchezza accumulata ma ho bisogno di una pausa dalla lettura, andare a dormire presto è la mia priorità, almeno fin quando non ritorno super social. 
La settimana prossima ho deciso di acquistare un romanzo non proprio edito negli ultimi mesi, ma che credo sia arrivato il tempo di leggere, perché voglio dare una chance alla novella ancora inedita in Italia di Leisa Rayven, intitolata "Bad Christmas". Dato che ora ho il via libera per acquistare cartacei, come ho fatto a sopravvivere senza?, ho deciso di acquistare l'intera serie, così potrò rileggere "Bad Romeo" comodamente, durante queste vacanze natalizie. I miei progetti però non si limitano a "Non mentire al mio cuore" di Leisa Rayven, perché ho intenzione di leggere tanto altro: recuperare "Shatter me" e "Unravel me" di Teherem Mafi, "Il labirinto degli spiriti" di Carlos Ruiz Zafon, "Life is Love" di Claire Contreras ed aspettare con euforia "Ti amo per caso" di Brittainy C Cherry.  Questi sono solo alcuni dei romanzi da leggere. Sapete benissimo che tantissimi altri libri saranno pubblicati nei prossimi giorni, ma la mia attenzione resta puntata su questi qui. Non bisogna leggere tutto, penso che selezionare i titoli che più ci piacciono sia importante, per fare le scelte giuste quando acquistiamo un libro e soprattutto per non perdere la nostra personalità.

Bene lettori, questo è quanto. Oggi vi lascia un brevissimo WR, ma spero siate ugualmente felici delle poche parole che ho scritto.
Vi abbraccio perché pian piano aumentante. Il contatore dei lettori fissi aumenta, poco alla volta, ma mi rendete molto ma molto felice, perché il desiderio di seguirmi nasce per vostra iniziativa.
Un grande bacio, r ♥

sabato 10 dicembre 2016

"Natale a Puffin Island" di Sarah Morgan | Recensione

Buongiorno lettori, una lettura nataliza da non perdere è il terzo ed ultimo romanzo della serie “Puffin Island” di Sarah Morgan, dal titolo “Natale a Puffin Island”, edito a Novembre da Harper Collins.

NATALE A PUFFIN ISLAND (CHRISTMAS EVER AFTER) | SARAH MORGAN | PUFFIN ISLAND SERIES #3 | CONTEMPORARY ROMANCE | 384 PP | HARPER COLLINS ITALIA | 10 NOVEMBRE 2016
Skylar Tempest non riesce proprio a cogliere il leggendario fascino di Alec Hunter. Sì, lui sarà anche l'unico e solo Cacciatore di Relitti, star televisiva di un programma che manda in visibilio milioni di spettatrici, ma per lei non ha mai una parola carina. Con lei è sempre cinico e la considera la classica bionda senza cervello ad alto livello di mantenimento. Così quando, per una serie di sfortunati eventi, a Sky si prospetta l'ipotesi di trascorrere i giorni prima di Natale insieme ad Alec e alla sua famiglia, non fa certo i salti di gioia. E lui non è da meno. Ha già avuto la sua dose di esperienze con donne simili. Una l'ha anche sposata e ne sta ancora pagando le conseguenze... e gli alimenti. Ma Natale è pur sempre un periodo magico, così come lo è Londra sotto la neve e la fiabesca campagna inglese. Soltanto però quando entrambi sono di nuovo a Puffin Island cominciano a capire di essersi mal giudicati. Forse non sono pronti a cominciare una storia d'amore, ma di certo un piccolo flirt sensuale e avventuroso non può fare male. O no? 


RECENSIONE
Aspettavo questo romanzo da questa estate, dopo aver letto la storia d’amore tra Brittany e Zach, nella quale già si intravedono i due protagonisti che ci riempiranno il cuore con il terzo capitolo della serie “Puffin Island”.
Vi ricordate?
Sto parlando di Alec, lo scrittore tenebroso e sexy, e Skylar, la creatrice di gioielli innamorata di Richard, ma con dei genitori che ancora non accettano i suoi sogni, ma tentano, invano, di tapparle le ali, per indurla a seguire la strada che anche i suoi fratelli hanno intrapreso.
Skylar e Alec a stento riescono a tollerarsi, infatti tra loro è palpabile una strana tensione, ma pensate che è solo desiderio represso, perché in questo terzo episodio i due protagonisti fanno scintille.
Non avrei mai immaginato che la bella Slylar fosse così intraprendente, così pronta a immergersi in una relazione prettamente sessuale dopo aver rotto con Richard, tuttavia è sempre stato chiaro a me, come anche alle sue amiche, che tra Sky e Richard non c’era amore, ma solo tenerezza, e questa non basta per fare in modo che una relazione sia duratura, se non eterna.
Alec invece è molto impaurito da Sky perché non ha mai provato per nessun’altra quello che prova per Skylar, neanche per la sua ex moglie, Selina. Il suo personaggio mi ha colpito così tanto da apprezzarlo oltre modo, forse anche più di Ryan e Zach. Alex è uno studioso, vive tra i libri, pochi riescono a capire il suo mondo, neanche  i suoi genitori che si approcciano con lui in punta di piedi, temendo che possano toccare punti dolenti, non ancora chiariti. Ma chi riesce ad entrargli dentro con una facilità incredibile è Skylar, che non pretende nulla, non gli chiede null’altro che scaldargli il letto. Questo è ciò che spinge Alex a imbarcarsi nella loro relazione, ma accadrà l’inevitabile, ovvero che due persone che stanno così bene assieme siano l’una l’anima gemella dell’altro?

venerdì 9 dicembre 2016

November Book Haul [2016]

Be trovati lettori, come avete festeggiato l'Immacolata? Io in famiglia, a pranzo non ci siamo fatti mancare i panzerotti, come la tradizione vuole, ed abbiamo inaugurato il tavolo da gioco.
Tuttavia oggi, nonostante sia il nono giorno del mese, pubblico il Book Haul del mese di Novembre. Per questioni pratiche, troverete solo l'immagine del mio bottino in formato cartaceo. Non mi stupisco del fatto che ultimamente stia comprando sempre più cartacei che libri digitali, per fortuna una brutta allergia alla polvere, che Gracy ha avuto per anni, sembra esser andata via o quantomeno si è molto ridimensionata, ed ho iniziato a comprare tutto quello che non ho comprato in formato cartaceo in questi ultimi tempi e non solo. Tra gli altri libri trovate anche delle novità editoriali.
Iniziamo dapprima con i cartacei e per finire vi mostro anche il bottino in digitale.
Sono sempre dell'idea che i libri, almeno a noi lettrici accanite, ci rendono più felici dei gioielli. Oddio, non prendete del tutto, in piena lettera, quanto sopra, ma è importante sapere che i gioielli sono wow ma i libri sono altrettanto WOWWW!!!
Iniziamo dal basso della prima colonnetta:
•UNA FREDDA MATTINA D'INVERNO di Barbara Taylor Sissel - La recensione la pubblicherò a breve, comunque è stato un libro letto da Gracy, dietro proposta della Newton Compton, che non finirà mai di ringraziare per quanto i suoi pacchi arrivino con grande sorpresa e piacere.
• THIS MAN TRILOGY - LA CONFESSIONE, LA PUNIZIONE, IL PERDONO di Jodi Ellen Malpas. Le recensioni dei tre libri le trovate qui (il primo), il secondo ed il terzo. Ho approfittato del prezzo ed ho acquistato l'intera serie per quanto mi sia piaciuta, mi entusiasmava l'idea di averla in formato cartaceo sulla mia libreria.
•LA LETTRICE di Traci Chee - Un altro omaggio di Newton Compton. Ecco, questo sarà un libro che non mancherò di leggere durante le vacanze, se così possiamo chiamarle, di Natale. Sono curiosa di conoscere la storia che la scrittrice abbia raccontato perché la trama mi ha incuriosito, e non poco.
•L'OMBRA DEL VENTO di Carlos Ruiz Zafón - Rileggere questo romanzo è stato bellissimo. Ho adorato Zafón la prima volta che l'ho conosciuto con questo best seller ed oggi riconfermo la mia venerazione nei suoi confronti. Pochi sono gli scrittori che sanno straziarti l'anima e piangere di vero cuore. La recensione la trovate qui.
•IL GIOCO DELL'ANGELO di Carlos Ruiz Zafón- Anche questo libro è una rilettura. Tempo fa trovai questo romanzo più appassionante e coinvolgente de "L'ombra del vento", oggi ho difficoltà a credere che tra i due ci sia il mio preferito perché non saprei scegliere, sono l'uno più meraviglioso dell'altro. Anche per questo romanzo, vi segnalo la recensione: eccola qui.

giovedì 8 dicembre 2016

"Loving the demon" di Nicole Teso | Cover Reveal


Oggi ospitiamo il cover reveal del romanzo di una nuova autrice emergente: "Loving the demon" di Nicole Teso, realizzata dalla bravissima Pamela Fattorelli/Catnip Design.


Titolo: Loving the demon 
Autore: Nicole Teso
Genere: Dark Romance
Editore: Self - publishing
Data di pubblicazione: 30 Gennaio 2016 (ebook + cartaceo)

TRAMA

Las Vegas era l’occasione per iniziare una nuova vita e seppellirmi il passato alle spalle.
Non avrei mai potuto immaginare che sarei stata rapita e rinchiusa in una cella buia, pronta a diventare una schiava del piacere.
Jake Evans mi distruggerà, piegandomi ai suoi desideri e consumando la mia anima.
Lui è la mia condanna a morte.


Lei avrebbe dovuto essere una prigioniera come tutte le altre, pronta a soddisfare i desideri dei miei clienti.
Non avrei mai potuto immaginare che mi avrebbe dato così tanto filo da torcere.
Brittany Moore sta sfondando le barriere nella mia testa, facendomi crollare e riportando a galla un passato che credevo sepolto.
I demoni mi stanno reclamando…
Lei è il mio tormento.



Di seguito anche il booktrailer ufficiale del romanzo e un graphic teaser . ♥ 


video





L'AUTRICE
Nicole Teso nasce il 10 novembre 1996 a San Donà di Piave, una città in provincia di Venezia.
Parrucchiera di giorno e lettrice compulsiva di notte, è amministratrice di un blog letterario e ama la scrittura fin dalla tenera età.
Le sue storie preferite sono popolate da protagonisti oscuri e devastati.
Loving the demon è il suo primo romanzo.
Per essere sempre aggiornato sulle novità, clicca "mi piace" alla pagina ufficiale.

mercoledì 7 dicembre 2016

"Convivenza leggera...matrimonio d'affari" di Vanessa Vescera | Recensione

Buon pomeriggio lettori, sono tornata, come promesso ieri, ma con una recensione scritta a quattro mani con Gracy. Oggi vi parliamo di un libro che abbiamo ricevuto grazie Butterfly Edizioni, che ringraziamo, in quanto senza questa proposta di lettura magari non avremmo mai dato una chance a "Convivenza leggera...matrimonio d'affari" di Vanessa Vescera, un libro di solo 158 pagine, che si è rivelato poi esser un romanzo piacevole, breve ma intenso. 
Scopriamolo insieme...

CONVIVENZA LEGGERA...MATRIMONIO D'AFFARI | VANESSA VESCERA | STANDALONE | CONTEMPORARY ROMANCE | 158 PP | BUTTERFLY EDIZIONI | GENNAIO 2013
Alicya è una donna che vive correndo, dividendosi tra lavoro, casa e ben due relazioni da costruire: una convivenza non troppo impegnativa con l'affascinante Raffaele e una storia duratura con il suo capo, l'affidabile Ugo. Il gioco, tuttavia, si rivelerà più intricato del previsto e, come sempre accade, il destino e la sua ironia metteranno il loro zampino, ponendo tra le mani di Alicya una terza carta da giocare.



RECENSIONE
«Devo congratularmi con la scrittrice», dice Gracy mentre parla del libro, «perché in sole poche pagine è riuscita a farmi appassionare ai protagonisti. Non serve fare dei libroni e dilungarsi con avvenimenti di poca importanza, solo per allungare il brodo, perché il lettore prima o poi si annoia.» 

Alycia è una pasticciona, sempre di corsa, sbadata, con teorie del tutto strane, delle quali ve ne parlerò presto. 
Alycia, la sera stessa in cui avrebbe dovuto preparare una cena romantica per Raffaele, si ritrova a far la spesa di corsa. In fretta e furia, Alycia incapperà in un incidente di percorso: conoscerà un uomo pronto ad aiutarla in mille modi, ma Alycia avrà un comportamento scontroso nei confronti dello sconosciuto perché non riesce proprio a sopportarlo, prova un bel po’ di odio nei suoi confronti. Eppure Ryan è un bel uomo, persino generoso, che le paga anche la spesa, dato che  Alycia non ha contanti con sé. Magari il comportamento di Alycia è dovuto al fatto che è in ritardo per la serata con Raffale, un ragazzo dalla classica bellezza mediterranea, con il quale si frequenta da sole tre settimane. Non è nulla di importante, solo sesso. Quello che Alycia chiede è null'altro che una convivenza leggera.
Nel frattempo Alycia conosce il suo nuovo capo, Ugo, che ben presto le offre una promozione e in lui trova il marito dei suoi sogni. Proprio ora che Alycia è nel culmine della sua carriera, Raffaele le confessa che vuole una donna al suo fianco, non più un rapporto occasionale ma vuole impegnarsi seriamente e avere un figlio. Alycia continua a non voler legami, a fronte del suo passato, è decisa più che mai a non voler sposarsi ma a volere una vita leggera, così la relazione con Riccardo finisce e Alycia deve voltare pagina. Tuttavia Alycia non immagina le sorprese che la vita le riserva...
A mio dire, Alycia non mi è piaciuta affatto se consideriamo diversi punti di vista. Penso che l'atteggiamento giusto sia quello di cercare l’amore e l’uomo giusto della nostra vita, quello che soddisfi tutto ciò che può renderci felici. La vita è solo una, non dobbiamo accontentarci del primo che capita. Bene, questo tenetelo sempre in mente, fanciulle. Dobbiamo trovare l’uomo che racchiude quello per noi è la perfezione, è ovvio che la perfezione oggettivamente non esiste, ma soggettivamente sì.

martedì 6 dicembre 2016

"Il gioco dell' Angelo" di Carlos Ruiz Zafón | Recensione

Bentornati lettori, quest’oggi ho ripreso in mano la gestione del blog. Direi finalmente, in quanto sono passate ben due settimane senza connessione internet, in attesa che venisse allacciata la nuova rete. Questo per dirvi che non sono sparita, anzi il mese di dicembre si prospetta ricco ricco di meraviglie. Il libro del quale voglio parlarvi oggi è “Il gioco dell’angelo” di Carlos Ruiz Zafón.

IL GIOCO DELL'ANGELO (El juego del ángel) | CARLOS RUIZ ZAFON | IL CIMITERO DEI LIBRI DIMENTICATI #2 | MYSTERY | 676 PP | MONDADORI | OTTOBRE 2008
Nella tumultuosa Barcellona degli anni Venti, il giovane David Martín cova un sogno, inconfessabile quanto universale: diventare uno scrittore. Quando la sorte inaspettatamente gli offre l'occasione di pubblicare un suo racconto, il successo comincia infine ad arridergli. È proprio da quel momento tuttavia che la sua vita inizierà a porgli interrogativi ai quali non ha immediata risposta, esponendolo come mai prima di allora a imprevedibili azzardi e travolgenti passioni, crimini efferati e sentimenti assoluti, lungo le strade di una Barcellona ora familiare, più spesso sconosciuta e inquietante. Quando David si deciderà infine ad accettare la proposta di un misterioso editore - scrivere un'opera immane e rivoluzionaria, destinata a cambiare le sorti dell'umanità -, non si renderà conto che, al compimento di una simile impresa, ad attenderlo non ci saranno soltanto onore e gloria... 


RECENSIONE
"Il Signor Sempere credeva che tutti facciamo parte di qualcosa, e che, lasciando questo mondo, i nostri ricordi e i nostri desideri non vanno perduti, ma diventano i ricordi e i desideri di chi prende il nostro posto."
Anche “Il gioco dell’angelo” è una rilettura, perché dopo aver adorato “L’ombra del vento”, divorai quasi tutti i romanzi dello scrittore nell’arco di uno o due anni. In modo particolare, lessi “Il gioco dell’angelo” dopo mesi da “L’ombra del vento” e mi parve meraviglioso, semplicemente spettacolare. Trovai “Il gioco dell’angelo ancora più bello de “L’ombra del vento”, tuttavia oggi devo correggermi perché non c’è uno più bello dell’altro ma solo uno che mi ha coinvolto di più dell’altro. Entrambi sono frutto di uno scrittore geniale che ha saputo scrivere storie di più personaggi ben intrecciate tra loro. 
"Questo posto è un mistero. Un santuario. Ogni libro, ogni volume che vedi, ha un’anima. L’anima di chi lo ha scritto e di quelli che lo hanno letto e vissuto e sognato. Ogni volta che un libro cambia di mano, ogni volta che qualcuno fa scorrere lo sguardo sulle sue pagine, il suo spirito cresce e si rafforza. In questo posto i libri che nessuno più ricorda, i libri che si sono perduti nel tempo, vivono per sempre, in attesa di arrivare tra le mani di un nuovo lettore, di un nuovo spirito."
Se ne “L’ombra del vento” Daniel è immerso nella storia di Julian Carax, questa volta Il Cimitero dei Libri Dimenticati porta lo scrittore David Martin, protagonista de “Il gioco dell’angolo”, sulle tracce di D.M, scrittore di un testo di teologia Lux Aeterna, un libro oscuro, in cui sangue, demoni, mostri fanno la loro comparsa. E’ chiaro che quel libro è stato scritto da un uomo disperato, perso nell’oblio e nella tristezza, tuttavia quel libro sembra avere uno stretto legame con David, perché non solo lo scrittore ha le sue stesse inziali ma è l’uomo che ha abitato la sua casa, la casa della Torre, e che ha scritto quel libro con la sua Underwood. E’ così che pian piano si perdono i confini tra la storia di David e quella di Diego Marlasca, nonché D.M., intrecciate fino all’inverosimile. La vita di David e di Diego si uniscono in modo tale da non riuscire più a distinguere l’uno dall’altro e da cornice alla storia ci sono indagini e rivelazioni che pian piano lasciano senza fiato il lettore. Anche con questo romanzo lo scrittore dimostra maestria nell’articolare il tutto: ogni cosa al suo posto, ogni personaggio entra in azione al momento giusto. 
"Tutto è racconto Martìn. Quello che crediamo, quello che conosciamo, quello che ricordiamo e perfino quello che sogniamo."

sabato 3 dicembre 2016

"Natale da Chanel" di Daniela Farnese | Terza casella del Blogtour Natalizio : recensione

Salve lettori, quest'oggi il post che pubblicherò non avrà il solito layout perché sto pubblicato via cellulare, in quanto non ho ancora rete internet a casa. Tuttavia non concentratevi sull'aspetto ma sul contenuto.
Oggi il blog ospita la terza tappa del blogtour natalizio, dedicata al libro di Daniela Farnese, dal titolo "Natale da Chanel", edito a novembre 2015 da Newton Compton. 

Ringrazio tutti i blogger che partecipano e soprattutto i blogger che hanno ideato questo blogtour. Partecipare è stato un grande piacere per me.

Pronti a conoscere il contenuto della mia casellina?


NATALE DA CHANEL | DANIELA FARNESE | CONTEMPORARY ROMANCE | 259 pp | NEWTON COMPTON| NOVEMBRE 2015



Dopo aver trascorso un periodo a Parigi, Rebecca, detta “Coco”, è partita per New York, dove dovrà dirigere una delle filiali dell’agenzia per cui lavora. Coco affronta con grande entusiasmo il nuovo incarico e la vita nella Grande Mela, la città che ha rilanciato la mitica Chanel quando la sua carriera sembrava in declino. Ed è proprio tra le pagine del diario di una donna vissuta ai tempi della sua eroina che Rebecca si perde: storie che parlano di tempi lontani, scelte difficili e di una donna che forse era una spia… La vita della nostra Coco non è certo meno rocambolesca. E per il momento non ancora destinata a trovare pace. Perché Étienne, il suo ritrovato amore, non è partito insieme a lei, ma è rimasto in Francia. Che cosa può essere mai l’Oceano per due che si amano così tanto? Questo hanno pensato entrambi. Ma la lontananza può a volte ingigantire piccoli equivoci trasformandoli in mostruose incomprensioni... Riuscirà Coco a salvare il suo grande amore e a festeggiare con lui il Natale a New York?

RECENSIONE 
Ringrazio la casa editrice Newton Compton per avermi concesso una copia cartacea di “Natale da Chanel” di Daniela Farnese. Nonostante abbia ricevuto il libro circa un anno fa, solo ora ho dato una chance al romanzo. La storia d’amore è bella ed originale, con sfondo natalizio. Ciò che mi ha catturato fin da subito è il titolo, immaginavo che il libro contenesse, quanto meno, dei riferimenti all’amata Coco Chanel e alla moda ma anche il fatto che fosse un libro natalizio e Natale è quasi alle porte. Inoltre, ho ricevuto insieme al libro un graziosissimo regalo: uno smalto rosso       TNS COSMETICS, una chicca che ho avuto modo di provare.
Coco Chanel è l’idolo della nostra protagonista (anche il mio, sia chiaro) e nella lettura non mancheranno frasi della regina della moda, che ho apprezzato oltre misura. Prima di iniziare questa recensione, vi  cito una:
QUANDO CREDI DI AVER AVUTO TUTTO CI0’ CHE LA VITA PUO’ DARTI E’ PROPRIO QUELLO IL MOMENTO IN CUI DEVI DESIDERARE E PRETENDERE DI PIU’.
E’ o non è una lezione di vita? Io trovo che questa frase sia veramente saggia.
Rebecca, chiamata Coco, è una donna con la D maiuscola: ama il suo lavoro, il suo aspetto, la sua vita meravigliosa a Parigi, con l’uomo che ama, suo marito Etienne. Insieme sono felici, innamorati, belle ed eleganti. Etienne è stato l’unico uomo a farle mettere in discussione ogni pezzettino di se stessa. Rebecca è sempre stata fiduciosa nelle sue relazioni, fino a quando non è entrato il bel francese nella sua vita perché prima di lui non ha mai sperimentato, come dichiara Rebecca, in maniera così violenta la possessività. Le bastava vederlo chiacchierare con qualche donna per esser gelosa tanto da voler marcare il territorio. Ha imparato a fidarsi di lui, ma per lei Etienne è troppo bello, simpatico ed elegante per una donna sola come lei. Eppure è tutto suo, ma Rebecca non ne è certa.
La loro felicità verrà messa a dura prova quando Rebecca decide di crearsi una nuova vita lavorativa a New York. Un tantino vicino da Parigi?
Le sue insicurezze e le sue fragilità sembrano esser solo un ricordo, merito di un lungo lavoro su se stessa, di scelte giuste, di fortuna e merito dell’amore paziente di Etienne. Come qualsiasi coppia però non mancano battibecchi e discussioni.
Rebecca decide di lasciare Etienne perché in disaccordo sul trasferimento a New York. E’ normale per un marito volere sua moglie affianco e non a centinaia, migliaia di chilometri di distanza.
Ma Rebecca vuole perfezionarsi e assomigliare sempre più a Chanel, difatti è concentrata sul lavoro, è fredda nelle decisioni, è felice per i traguardi. 
Potranno risolvere i loro disguidi e tornare assieme? Vi riporto una frase carico di significato:
NON BASTA INNAMORARSI E ACCASARSI, IL MATRIMONIO NON E’ UN PUNTO DI ARRIVO, UN PARCHEGGIO, MA UN PUNTO DI PARTENZA. FINALMENTE TI CONCEDE LA SERENITA’ EMOTIVA CHE TI PERMETTE DI REALIZZARE ALTRI SOGNI. IL MATRIMONIO E’ SOLO UN SIMBOLO. QUALSIASI RELAZIONE IN CUI ESISTE UNO SCAMBIO DI PROMESSE E DI IMPEGNI DIVENTA UN’OASI FEICE IN CUI POTER RIPOSARE PER POI AFFORNTARE IL MONDO. NON SERVE ESSERE SPOSTAI, SERVE ESSERE IMPEGNATI E INNAMORATI.
Rebecca è una pasticciona, invece di affrontare la realtà la raggira, ma non si va avanti così, si soffre solamente. Ho trovato un punto in comune tra me e lei, la piacevole lettura, i libri sono l’unica medicina più efficace delle scarpe per un cuore spezzato. Ti danno la possibilità di vivere milioni di altre vite, di scegliere innumerevoli nuovi finali. E poi l’odore dei libri che amo proprio come la nostra protagonista.
La lettura è stata piacevole e ho sottolineato intere frasi che mi hanno portato a riflettere, frasi che mi hanno fatto innamorare di Etienne, frasi in cui volevo ammazzarli entrambi per tutto il male che si fanno a vicenda, perché quando si è una coppia si parla profondamente di cose belle e brutte. Non possiamo sopportare da soli il peso di qualcosa che ci fa star male, dobbiamo sentirci liberi e poi condividere vuol dire crescere insieme. 
Rebecca ed Etienne hanno un momento di crisi per la mancanza di dialogo oltre che per la lontananza, vivranno momenti di buio e di luce, chissà se riusciranno a mettere da parte i loro rancori e ritornare a essere la coppia felice di una volta. Chissà se uno dei due per amor dell’altro deciderà di lasciare il proprio lavoro per restare al fianco del suo amato/a. Non posso che lasciare a voi l’immaginazione fino a fine lettura, sperando di avervi incuriosito tale da iniziare e portare a termine la lettura. La lettura è fluida, io l’ho terminata in un giorno perché ero curiosa di sapere se l’amore poteva rinascere o sarebbe deceduto del tutto. Chissà sarà proprio vero che l’amore vince su tutto? 
Ho trovato molto bello anche le lettere che compaiono in qualche capitolo della zia di Rebecca.
Consiglio questo libro per chi ha voglia di avvicinarsi all’atmosfera natalizia, per chi vuole leggere un romanzo ben scritto, lineare, per chi vuole avventurarsi in una lettura breve, conclusiva e leggera.
Se dovessi dare una votazione da 1 a 3 darei 3.5.
 Non perdetevi tutte le altre caselline, perché dovete conoscere tutti i 24 libri natalizi che proponiamo. Per esser sempre aggiornati, salvatevi il calendario, ve lo pubblico di seguito.
Bene lettori, in primis vi chiedo cosa pensate del libro, se l'avete letto. Se non l'avete letto, ditemi: vi ho incuriosito almeno un po'?
Scrivetemi nei commenti.
Bacioni R e G ❤️
Se il post ti è piaciuto, lascia un commento. Risponderò presto!