/ La Rapunzel dei libri e non solo | Rosalba Ranieri : dicembre 2015

giovedì 31 dicembre 2015

Recensione: 'L'amore non è mai una cosa semplice' di Anna Premoli

Cari lettori, quest'oggi voglio parlarivi di un libro made in Italy, dal titolo  'L'amore non è mai una cosa semplice' di Anna Premoli.
Titolo: L'amore non è mai una cosa semplice
Scrittrice: Anna Premoli
Data di pubblicazione: 19 novembre 2015
Pagine: 320
Casa editrice: Newton Compton 

E se per ottenere un buon voto all’università dovessi fare amicizia con qualcuno che proprio non ti piace? Lavinia pensava che nella vita avrebbe insegnato e invece, dopo la maturità, si è lasciata convincere dai genitori a iscriversi a Economia. È ormai al suo quinto anno alla Bocconi, quando si trova coinvolta in un insolito progetto: uno scambio con degli ingegneri informatici del Politecnico. Lo scopo? Creare una squadra con uno studente mai visto prima, proprio come potrebbe capitare in un ambiente di lavoro. Peccato che Lavinia non abbia alcun interesse per il progetto. E che, per sua sfortuna, si trovi a far coppia con un certo Sebastiano, ancor meno intenzionato di lei a partecipare all’iniziativa. E così, quando la fase operativa ha inizio e le sue amiche cominciano a lavorare in tandem, Lavinia è sola. Ma come si permette quel tipo assurdo – a detta di tutti un fuoriclasse dell’informatica – di piantarla in asso, per giunta senza spiegazioni? Lavinia non ha scelta: non lo sopporta proprio, ma se vuole ottenere i suoi crediti all’esame, dovrà inventarsi un modo per convincerlo a collaborare… Ma quale? Una nuova commedia romantica dalla regina del romanzo femminile italiano.
RECENSIONE:
Questa è un'altra lettura un po datata. Ho rimandato sempre più volte la stesura della recensione di questo romanzo, come spesso accade per i libri che valuto negativamente.
Quella che scriverò sarà una recensione breve, concisa e alquanto negativa, perchè non so voi, ma dalla Premoli mi aspettavo ben altro. 
La storia tutto sommato è carina, la trama cattura l'attenzione del lettore, ma non vi nego che nel corso della lettura ho trovato il romanzo alquanto pesante e noioso. 
Sebastiano, noto come Seb, è un tipo davvero 'strano', come sua madre e sua sorella lo definiscono. Immerso nella tecnologia, nei giochi di logica è un ragazzo molto intelligente ma questa innata intelligenza sembra sparire con Lavinia. Come può un ragazzo così non comprendere quello che Lavinia gli sta facendo capire in tutti i modi? Certo che Sebastiano è un personaggio maschile molto diverso da quelli a cui, noi lettori romance, siamo abituati, ma mi sarei aspettata più dinamicità e spirito d'intraprendenza. Insomma ho visto in molti atteggiamenti di Seb un celato disinteresse, e ragazzi come questi sono troppo noiosi.
Lavinia rincorre Sebastiano molte volte, nonostante all'inizio lui la tolleri ben poco. Come se non bastasse, Lavinia cerca di essergli amica in tutti i modi ma lui è sempre so-tutto-io. Uhhhh che noia.
Tra l'altro, la scrittrice ci fa entrare proprio dentro casa di Seb, conosciamo i suoi genitori, e mi viene spontaneo domandarmi da dove sia uscito un ragazzo così diverso rispetto mamma e papà. 
Lavinia mentre è un personaggio un pizzico più piacevole di Seb. Di lei mi è piaciuto che, nonostante il suo corso di studio le sia stato imposto dalla sua famiglia, non  manca di portare a termine il suo corso e, ambiziosa com'è, fa di tutto per ottenere i crediti che il professore tanto decanta. Questo è un lato di Lav che mi è piaciuto parecchio: mai accontentarsi e ambire al meglio, al massimo che si può. Dall'altro lato però è una tipa che si fa mettere i piedi in testa, seppure dalla sua famiglia. Ritengo che ognuno debba lottare in ciò che crede e vuole e forse economia non le piace affatto, non è la sua strada. Riconoscere i propri errori è un grande passo avanti per crescere, realizzarsi ed esser felici nella vita.
Tutto sommato il romanzo non è maluccio ma non posso promuoverlo come ottimo e piacevole. Sarà il periodo in cui ho letto questo libro, ma l'ho trovato  molto noioso e alquanto statico. 
Nonostante ciò, continuo a stimare la scrittrice per quanto mi sia ben gradita la sua penna e il suo stile, birichino ed ironico. Non mancherò di leggere dell'altro della Premoli, d'altronde i suoi precedenti romanzi mi hanno fatto secca, nel senso che mi sono piaciuti davvero e non poco. 
Valuto il romanzo con: 
Questo è tutto per oggi, un bacio, alla prossima.
Buon anno nuovo!!!
Rapunzel

lunedì 28 dicembre 2015

My planner: Agenda 2016

Cari lettori, quest'oggi un post dedicato al 'planner'. Quanti di voi non possono fare a meno di pianificare le loro giornate e organizzarsi per destreggiarsi tra i mille e uno impegni quotidiani? Io sono una di questi, troppo presa dalle mille cose da fare nell'arco della giornata, non posso proprio fare a meno della mia agendina ricorda tutto. 
Con questo post oggi, in virtù del nuovo anno, che ci accingiamo ad accogliere tra pochi giorni, voglio mostrarvi la mia agenda 2016 e darvi idee e spunti per creare o decorare le vostre agendine. 
Ahimè, quest'anno non ho resistito all'acquisto di una agendina blu elettrico, trovata per caso in un negozio low cost di articoli di cancelleria. 
Non vado matta per le agendine costose, sapete, quelle con il rivestimento di pelle o di marca, come la kikki,K, che per carità, le trovo sublimi, ma a me basta un'agenda qualsiasi per segnare tutto ciò che assolutamente non devo dimenticare e omettere di fare. 
Così, con soli 2€ ho portato a casa questo: 
Le sue dimensioni sono normali, nè small nè extra-large. Sicuramente è adatta per le borse da shopping, quelle belle capienti. D'altronde al giorno oggi chi ne esce senza? 
Io adoro le borse grandi, dove tutto, ma dico tutto, può entrarci tale da non essere mai alla sprovvista nel momento dell'occorrenza. Così non può mancare spazio per la mia agenda, che aggiorno quotidianamente, anche più volte al giorno, nei momenti più statici della giornata. Come si dice dalle mie parti: mi rimbocco le maniche anzi di star con le braccia conserte. 
Inoltre, si presenta molto comoda con i suoi fogli a spirali, il segnalibro e ancora la chiusura elastica, che ti permette di inserire qualsiasi cosa al suo interno ovviando il pericolo della fuoriuscita. Insomma è davvero un figurino, per quanto l'ho pagata e per quello che volevo, direi che è più che ottima. Non vedo l'ora di iniziare ad utilizzarla, d'altronde mancano solo 4 giorni.
Se volete anche voi un'agendina, non volete spendere i vostri soldini per comprare una nuova o volete riciclare quaderni, raccoglitori già a vostra disposizione allora non disperatavi perché creare dal nulla un'agenda non è impossibile, così come decorarla. Non pensate che ci voglia arte, ingegno, molta bravura nel disegno. Immaginate di poter creare un'agendina dal nulla, da semplici fogli o da un quaderno qualsiasi. 
Se avete già un raccoglitore, si badi, di qualsiasi dimensione, potete stampare voi stessi i fogli che comporranno le vostra agenda. Basterà disporre di una macchina fora fogli e di una stampante. Non dovete far altro che recarvi presso il motore di ricerca Google e trovare gli stampabili del 2016. Ad esempio, un sito che adoro senza remore è 'The HandMade Home', nel quale trovate di tutto e di più. Per gli stampabili del 2016 vi basterà cliccare sul seguente link:  http://www.thehandmadehome.net/2015/06/free-planner-2016/. Qui, troverete gli stampabili con diverse decorazioni e con tre differenti dimensioni. 
O ancora, se avete un solo quaderno e volete trasformarlo in un'agenda, non è impossibile, basterà solo decorarla di più. Fornitevi di colori, preferibilmente a pastello per evitare di macchiare il retro, e penne colorate, di adesivi carini, e soprattutto washii. Per chi non avesse mai sentito parlare di washii, sappiate che, in parole assai povere, non si tratta altro che di un scotch biadesivo, che a seconda dei casi può essere in tessuto sintetico, o lucido come uno semplice scotch. Vi mostro qui di seguito i miei 5 washii, ma c'è chi adora decorare le proprie agende ed è ricca di molteplici esemplari di washii. Sono acquistabili da centri commerciali, come Lidl, o ancora da Tiger. 
Potete sbizzarrirvi come più ritenete opportuno. Decorare i bordi, scrivere con penne colorate, insomma quello che volete, et voilà, l'agenda è pronta.
Per un felice anno nuovo, create o acquistate un'agendina, farete felice voi stessi e non solo.

Oggi è tutto, miei cari. Spero che questo post sia di vostro gradimento.
A presto, Rapunzel

lunedì 21 dicembre 2015

Le mie ricette: Biscotti natalizi

SPECIAL NATALE
Cari lettori, quest'oggi ho in serbo per voi una ricetta molto semplice e altrettanto deliziosa, da seguire in cucina con la compagnia dei vostri bambini o sorelle, come preferite. Certo è che, cucinare i biscotti di Natale in compagnia è un vero spasso, specie poi per chi ha una vera passione per i fornelli.
La ricetta che vi propongo è estremamente facile, non servirà troppo impegno e neanche molta bravura, basterà la buona volontà. E' chiaro che più siete in cucina, insomma più vi circondate di collaboratori volenterosi, e più otterrete risultati veloci ed ottimi, in questo caso lasciatemi dire anche golosi.
Di solito io, con mia mamma e mia sorella, prepariamo per i nostri parenti i biscotti, decorandoli con formine natalizie, con coriandoli colorati, cioccolato fondente e cocco disidratato. Non vi nego che facciamo felici tutti i parenti, soprattutto i più piccoli, che troppo golosi, non si fanno mancare manciate di questi biscotti. Io e la mia famiglia siamo ormai una squadra infallibile nella creazione di questi biscotti e ogni Natale è un obbligo farli, anche perchè numerose sono le richieste e sarebbe un vero peccato non accontentare tutti.

Per i biscotti natalizi servono:
INGREDIENTI
600 g di farina
250 g di burro, rigorosamente a temperatura ambiente
250 g di zucchero
2 uova intere
2 tuorli
1 bustina di Pan degli angeli
1 bustina di vanillina
limone grattuggiato

 PROCEDIMENTO
Il procedimento è veloce e molto semplice. Basterà riunire in una terrina tutti gli ingredienti, e impastare fino a quando non avrete un composto omogeneo. Verrà fuori una grande palla. L'impasto non necessita di riposare, può esser fin da subito utilizzato. Prendete una parte dell'impasto e stendetelo, vi consiglio, su di un tavoliere, già spolverato di farina. Spolverare il tavoliere  di farina prima di stendervi l'impasto è fondamentale perchè così eviteremo che l'impasto si attacchi sulla base e di ripetere il nostro lavoro. Vi consiglio di spolverare il tavoliere con la farina ogni volta che stendete l'impasto.  
Una volta steso l'impasto, potete usare su di esso le vostre formine. Utilizzate per la cottura un tegame, adagiatevi su di esso la carta forno e posizionate i vostri biscotti, pronti per essere infornati.
Preriscladate il forno, portatelo a 180° e premuratevi di abbassare la temperatura prima della prima infornata. Ricordatevi che ogni cuoca conosce il proprio forno, perciò senza indugiare molto tempo, sfornate la prima teglia non appena i biscotti acquistano un pizzico di colore e di doratura.
Provvedete ad ultimare la cottura di tutti i biscotti e solo di seguito ultimateli con le decorazioni. Come vi dicevo per la decorazione potete sbizzaririvi voi stessi, a seconda dei vostri gusti, potete bagnarli nel cioccolato fondato, che fonderete prima con la cottura c.d 'a bagno maria', e prima che il cioccolato si raffredi e solidifichi potete spolverare un po di cocco o coriandoli o altre decorazioni che stuzzicano il vostro palato. Ora, non resta che gustarvi le vostre prelibatezze. 
Provate a seguire questa ricetta e scrivetemi nei commenti dei vostri biscotti, potete invarmi anche le vostre foto, ecco le mie:
Spero questa ricetta vi sia utile. Nella mia famiglia ha riscosso grande successo, chissà da voi. 
Un bacio e saluto, Rapunzel

5 must to do Special Natale

SPECIAL NATALE
Cari lettori, anche quest'oggi una rubrica Special Natale. Mancano pochi giorni e finalmente potremo festeggiare la nascita del nostro Signore, ma magari molti di voi non sono ancora pronti, perchè sono ancora a lavoro, hanno poco tempo a disposizione e devono ancora completare il giro dei negozi per i doni natalizi. Qualcuno potrebbe non sentire l'atmosfera natalizia, qualcun'altro potrebbe non amare questo periodo, ed è  questo post adatto per voi, perchè mi premuro di infondervi la magia del Natale dandovi alcune dritte.
Mi limiterò a scrivervi i 5 MUST TO DO per un Natale sereno e piacevole. 
Se ancora non avete terminato i vostri regali, se non avete del tempo per fare il presepio, non disperatevi, magari l'anno prossimo, con più organizzazione e più fortuna, potrete fare tutto in tempo, senza frenesia e stress. Se non amate questo periodo e non vedete l'ora che passi velocemente, cercate almeno di rendere più piacevole possibile le giornate che seguono.

Per vivere un Natale sereno non posso che consigliarvi di:
1*prendere del tempo per voi stessi, curando la vostra persona. Se vi guardate allo specchio e vedete solo stanchezza allora è arrivato il momento di dire basta alle occhiaie e al vostro colore o taglio di capelli. Forse è arrivato il momento di utilizzare un fondotinta per coprire i segni dello stress e di un parrucchiere. In questo modo potrete guardarvi allo specchio e sorridere, certamente la giornata inizierà con il piede giusto.
2*tingervi le unghie con decorazioni natalizie. Questo è solo un piccolo modo per immergersi nell'atmosfera di Natale, certo che le vostre unghie avranno un aspetto totalmente diverso. Per i più estrosi, potete sbizzarrirvi con pennelli per unghie, disegnando Babbi Natale o cappellini di Natale, per i meno pretenziosi potete sbizzarrirvi con smalto rosso, dorato, dando vita a unghie come quelle che seguono.

3*cucinare dolci natalizi coinvolgendo i vostri piccoli, certo se avete del tempo da dedicarvi. Vedrete quanto sarà piacevole per loro guardarvi intenti nell'impastare e informare i vostri dolcetti. Condividerete un pomeriggio molto proficuo soprattutto perchè, a lavoro finito, avrete modo di poter gustare le vostre delizie.


4*ascoltare musica natalizia in auto, durante le vostre faccende domestiche, nelle pause pranzo.
Tra le più famose canzoni vi consiglio:
-Santa Claus is coming to town
-Have yourself a Merry Little Christmas
-Jingle Bell Rock
-All I want for Christmas
-White Christmas
-Silent Night
-Do They Know It's Christmas
-Let it snow
-Feliz Navidad
-Happy Xmas
-Last Christimas
-Hark! The Herald Angels Sing
-Holy Night 
-We Wish You a Merry Christmas 
-Jingle Bell

5*concedetevi del tempo per la lettura. Tra le novità librose potete optare per:



Possono sembrare banali, ma questi 5 consigli renderanno questo periodo molto piacevole da vivere. Fate quello che più vi piace a Natale senza frenesia e stress. Divertitevi e rilassatevi.
Un bacione, Rapunzel.

venerdì 18 dicembre 2015

Opinioni librose Special Natale

SPECIAL NATALE
Cari lettori, ecco a voi la prima rubrica Special Natale: 'Opinioni librose' tra Rapunzel e Susy del blog 'I miei magici mondi'.
Qualcuno di voi avrà già avuto modo di leggere questa rubrica in precedenza, dove io e Susy mettiamo a confronto le nostre opinioni su romanzi letti in comune. Quest'oggi vogliamo proporvi qualcosa di diverso: lo scambio di domande e risposte resta, ma ciò che cambiamo sono proprio le domande che ci rivolgiamo l'un l'altra, incentrate sul Natale, ecco perchè questa rubrica la chiamiamo Special Natale. 
Non perdiamo altro tempo, ecco a voi le Opioni librose Special Natale:

1. Quale libro consiglieresti da leggere assolutamente a Natale?
Susy: Sicuramente Canto di Natale che per me rappresenta un pò l'essenza del Natale. Chi non l'avesse letto lo consiglio assolutamente.
Rapunzel: Ad esser sincera non ho un libro natalizio preferito, da leggere in particolar modo. Non nego, però, che c'è un libro che mi fa pensare a questa stagione: 'Gabriel's Inferno. Tentazione e Castigo' di Sylvain Reynard. Da lettrice appassionata del romance come sono, trovo questo romanzo uno dei migliori letti, forse il mio preferito, e lo consiglio senza dubbio a tutti i lettori, appassionati della letteratura italiana e amanti del romance.

2. Elenca almeno tre libri che ti fanno pensare al Natale.
Rapunzel: In effetti ci sono un'infinità di libri, ma i primi che ricordo sono: 'Natale da Carrington' di Alexandra Brown, che sto leggendo proprio in questo momento, 'Let it Snow. Innamorarsi sotto la neve', che ha visto la collaborazione di tre grandi scrittori di YA, tra cui John Green (spero di leggerlo tra breve), e 'La fabbrica di cioccolato' di Roald Dahl e R. Duranti, che ho letto anni fa e che conservo come una delle più belle letture per ragazzi.
Susy: Canto di Natale di Charles Dickens, Una notte d'amore a New York di Cassandra Rocca, Un regalo da Tiffany di Mellissa Hill.

3. Pensi che leggere un libro natalizio nel periodo di Natale possa influenzare il giudizio finale della lettura?
Susy: Assolutamente si. Quando si legge un libro che parla di Natale nel periodo di Natale è come se l'atmosfera che ci circonda renda ancora più magica la lettura. Per essere più precisi leggere di un albero addobbato e del freddo magari con la neve di contorno nel periodo estivo non rende l'idea.
Rapunzel: Non posso che essere d'accordo con te Susy. Anche secondo me leggere un romanzo ambientato in posti freddi, circondati dalla magia del Natale, influenza il lettore, in quanto vivendo il lettore stesso questo periodo, seppure in paesi totalmente diverso, è in grado di entrare maggiormente in empatia con il personaggio di carta e di immergersi ancor più nella storia. Senza pensare che questo è il periodo ideale in cui rifugiarsi nella lettura, in compagnia di una bella bevanda calda, plaid o caminetto
 4. Cosa consiglieresti ai tuoi lettori di leggere, ascoltare o guardare durante le feste di Natale?
Rapunzel: So che per molti lettori il periodo natalizio non può dirsi vacanziero, troppo indaffarati in cucina per i grandi pranzi e cene in famiglia, ma prendersi un attimo per se stessi è fondamentale, perchè ricordiamoci che Natale è festa per tutti. Perciò ritagliatevi del tempo per: leggere un bel libro, magari con sfondo natalizio o innevato; rilassatevi dinnanzi la tv con un bel film, stile 'Mamma ho perso l'aereo'; dedicatevi al decoupage natalizio; e ancora, non mancate di ascoltare le dolci melodie natalizie, come 'White Christimas', 'Silent Night', 'Have yourself a Merry Little Chtistimas' ...insomma non fatevi mancare nulla.
Infine vi auguro Buon Natale e felice anno nuovo.
Susy: Anch'io come Rapunzel consiglio di ritagliare qualche momento, anche piccolo, tutto per se.
Guardare film di Natale per entrate nell'atmosfera dal classico La vita è meravigliosa al famoso Balto.
L'ideale sarebbe ascoltare con calna qualche canzone natalizia per vivere meglio il momento; alla fine però ciò che conta è stare sereni e donare serenità.
Buon Natale a tutti!

Per oggi è tutto, miei lettori. Se vi va, rispondete anche voi a queste domande, sono curiosa delle vostre parole. 
Un saluto, baci
Rapunzel

giovedì 17 dicembre 2015

Weekly recap special #11

SPECIAL
Cari lettori, vi scrivo questo post per scusarmi, ancora una volta della mia assenza, ma forse alcuni di voi potranno capire il mio stato d'animo. Nel bel mezzo della sessione invernale ho abbandonato i miei amati romanzi, e così non ho dato tempo a loro e neanche a questo piccolo angolino. Mi rammarico di non aver potuto aggiornare il blog non solo dal punto di vista dei contenuti ma anche dal punto di vista grafico. E' Natale dopotutto, ma il blog non lo dimostra affatto. Così, per recuperare un po di tempo, ho deciso di riparare alle mie mancanze: da oggi sarà più attiva e spero che questo basti a voi lettori per continuare a seguirmi, così come avete fatto fino ad ora. 
Diamo avvio al weekly recap, così da riavvolgere il nastro:

PIU' RECENTI:
Scrittori emergenti
Tell a story with a song #1
Recensione: 'Oltre l'amore' di Jay Crownover
Libri in anteprima: 'Quella notte tutto è cambiato' di J.S. Cooper

'L'amore non è mai una cosa semplice' di Anna Premoli | Newton Compton | pag. 314
'Un disperato bisogno di te' di Jen McLaughlin | Newton Compton | pag. 286
'Gabriel's Inferno. Tentazione e castigo' di Sylvain Reynard | Nord | pag. 576

'Natale da Carrington' di Alexandra Brown | Harper Collins Italia | pag. 246
'Le confessioni del cuore' di Colleen Hoover | Leggereditore | pag. 256

Dal preambolo qui sopra, avete già capito in parte i miei propositi: aggiornamento della grafica; recensioni dei libri ultimati; rubriche Special Natale...

In questo spazio bianco voglio sincerarmi con voi circa il fatto che mi siete mancati. Tutto questo mondo fatto di carta e inchiostro poetico mi è mancato. Il blog e scrivere dei libri mi è mancato. Vedevo altri blogger super indaffarati ad accontentare voi lettori con numerosi give-away e consigli di lettura molto interessanti, e dovevo impormi assolutamente di non deviare la mia attenzione dal libro di studio. Ma il mio grande sacrificio è stato ripagato, ed anche nel miglior modo possibile, con un 30 e una Lode.
Inaspettato, ma molto gradito. D'altronde sono le cose che non ti aspetti ad esser apprezzate di più, non credete?
Con questa foto ho chiuso definitivamente i libri di studio e ora mi dedico, finalmente, allo shopping natalizio, alla compagnia dei miei più cari amici, ai concerti natalizi, alla lettura e cosa che non mi farò mancare sarà un bel taglio alla mia chioma, che assomiglia sempre più a quella della mia amata beniamina, ma ahimè, questo è il mondo reale e i miei capelli hanno bisogno, diciamolo, di un bel taglio. 

Con questo è tutto, miei lettori.
Con la promessa di essere più attiva, vi do appuntamento a domani.
Baci, Rapunzel.

lunedì 14 dicembre 2015

Libri in anteprima: 'Quella notte tutto è cambiato' di J.S. Cooper

Cari lettori, in questo periodo sono una mina vagante, e ci credo bene perchè questo è il periodo più ricco e impegnativo dell'anno.
Nonostante ciò il Natale resta pur sempre un periodo dell'anno che adoro soprattutto per le serate in compagnia di amici e parenti, che sono sempre piacevoli e molto belle. E' così anche per voi?

Bene, oggi voglio parlarvi di un libro che attendevo da un bel pò. Si vociferava che Rhett, il romanzo con il belloccio (davvero, davvero molto figo) in copertina, era stato acquistato da una delle case editrici italiane che adoro: la Newton Compton, ma ahimè è passato un bel po di tempo da queste voci di corridoio alla notizia di pubblicazione del romanzo. 
Qualche giorno fa, la casa editrice ci ha svelato la data di pubblicazione e la cover italiana, che paragonandola a quella americana è davvero molto carina, ma non quanto quella degli States. Ebbene sì, lo ammetto, la cover degli USA di Rhett mi ha lasciato senza parole. Eccola qui accanto <3.<3.

Noi lettori ben sappiamo che su un romanzo ci sono tantissimi pareri diversi tra loro: c'è a chi piace e a chi no, c'è chi trova piacevole o terrificante un romanzo. 'Rhett' non è immune a questa sorte.
Nel web troviamo tantissime opinioni discordanti tra loro, così non ci resta altro che leggerlo noi stessi e giudicarlo come ottimo, cattivo, terrificante o piacevole...
Tutto questo potremo farlo dal 14 gennaio. Non credete che il nuovo anno inizi con i fiocchi? D'altronde avrò modo di leggere un romanzo che bramavo da tanto tempo e sul suo conto non voglio sbilanciarmi o lasciarmi condizionare ora. Dico solo, in questa anteprima, di nutrire alte speranze per questa storia.
Penso che Rhett saprà affascinarmi così tanto da sognare questa storia d'amore.
Fantastico, questo libro sarà sul mio comodino prossimamente. 
Titolo: Quella notte tutto è cambiato
Titolo originale: Rhett
Scrittrice: J.S. Cooper
Serie: Rhett Series
primo romanzo di una duologia
1. Rhett
2. Rhett in love
Pagine: 256
Casa editrice: Newton Compton
Data di pubblicazione: 14/01/2016
Mi chiamo Rhett. Sono presuntuoso perché me lo posso permettere: ho lo sguardo adatto, i soldi, ci so fare. Sono quello con cui ogni ragazza vuole stare, anche se nessuna di loro è stata mai capace di legarmi a sé. Non voglio relazioni. Né mi sposerò mai. Ogni settimana c’è una donna diversa nel mio letto. I miei amici sono gelosi di me. I miei nemici m’invidiano. Chiunque vorrebbe essere al mio posto. E tutto nella mia vita è assolutamente perfetto. Il mio primo bacio a scuola è stato con Clementine. Lei è simpatica. Abbiamo sempre condiviso tutto. Ma non siamo mai stati insieme perché io non la amo. E proprio non m’interessa se si è innamorata di un altro e ha deciso di andarsene, di trasferirsi per un ragazzo. Non mi importa perché non ne sono innamorato. Perché non mi lego a nessuno. Mai. Questo pensavo. Poi una notte tutto è cambiato. Quella notte, tutto ciò in cui credevo è stato messo in discussione. E a un tratto, essere Rhett non significava più molto…
Cosa pensate di questo romanzo? Gli darete un'opportunità?
Questo è tutto per questa anteprima. Alla prossima.
Baci, Rapunzel, mina vagante.

martedì 8 dicembre 2015

Recensione: 'Oltre l'amore' di Jay Crownover

Cari lettori, so di essere un po assente in questi giorni ma sono presa da mille cose da fare e spesso non trovo neanche il tempo per leggere. Ciò che mi tiene più impegnata è Diritto di Lavoro, un esame abbastanza difficile e ricco di pagine da studiare. Il mio augurio è quello di superare questo esame e di liberarmi di questa materia al più presto possibile. Solo in tal modo potrò dedicarmi di più alla lettura e di conseguenza al blog. 
Non perdiamo altro tempo in chiacchiere perchè oggi voglio parlare di un romanzo, che ormai ho letto un po di tempo fa. Parlo di  'Oltre l'amore' di Jay Crownover, noto come 'Rome', terzo romanzo della serie 'The Tattoo Series'.

 'Oltre l'amore' di Jay Crownover, noto come 'Rome', terzo romanzo della serie 'The Tattoo Series'. Recensione
Titolo: Oltre l'amore
Titolo originale: Rome
Scrittrice: Jay Crownover
Serie: The Tattoo Series
terzo romanzo
Pagine: 271
Casa editrice: Newton Compton
Data di pubblicazione: 20 ottobre 2015

Dietro la sua aria insolente e i tatuaggi che ricoprono il suo corpo, Cora Lewis nasconde un cuore spezzato, e non vuole bruciarsi di nuovo. Cora vorrebbe incontrare una persona che non abbia problemi da risolvere e sia pronta a impegnarsi. Finché non conosce Rome Archer. Rome è ben lontano dall’essere perfetto. È testardo, rigido e prepotente. Ed è tornato dalla sua ultima missione molto provato sia fisicamente che moralmente. Rome si è sempre trovato a ricoprire troppi ruoli: fratello maggiore, figlio prediletto, super soldato. Ma nessuno fa più per lui. Ora è solo un uomo che cerca di capire cosa fare con la sua vita, e come tenere a bada i demoni oscuri legati alla guerra e alle perdite subite. Era pronto ad affrontarli da solo, ma Cora ha fatto irruzione nel grigiore della sua vita, illuminandola... E quel che all’inizio sembra imperfetto potrebbe anche durare per sempre
 
 RECENSIONE:
Ormai ho letto questo romanzo giorni fa, ma per questioni di tempo ho rimandato la sua recensione. Mi dico sempre che non esiste cosa peggiore che parlare di un libro dopo molto tempo e dopo aver letto altri due romanzi, ma nonostante tutto, oggi mi tocca.
Jay Crownover, dopo averci fatto conoscere due delle più belle coppie, passa alla terza: Cora e Rome. Certo che quest'ultima è davvero una coppia differente dalle precedenti, infatti sono profondamente diversi tra loro. Per dirne una, Cora è una ragazza minuta con una statura medio-bassa mentre Rome è un ex marine, massiccio, scolpito e alto, molto alto. Ma d'altronde non c'è nulla di più vero del detto che fa: gli opposti si attraggono. 
Mai avrebbe pensato Rome che quella ragazza avrebbe messo sottosopra il suo mondo, facendogli finalmente apprezzare quello che il destino ha riservato per lui. 
Dopo aver combattuto per la sua patria, per garantire un futuro migliore alla sua famiglia, Rome ritorna in America. Ad ospitarlo è suo fratello Rule e il suo amico Nash, perchè è ancora presto per tornare a casa dai suoi genitori. Dopo la morte di suo fratello minore e le cattiverie contro Rule, Rome non è ancora pronto ad affrontare la sua famiglia, soprattutto dopo quanto ha dovuto affrontare e sopravvivere in guerra. 
Sopravvissuto per miracolo, Rome lotta contro il dolore che prova ogni volta che conosce della morte dei suoi militari. La vita è non è sempre bella, ma ci sono sofferenze che ti porti dentro, che non potranno mai andarsene da dentro te, ma potranno diventare meno amare, meno dure da affrontare.
Così, una sera quel dolore viene addolcito da una ragazza tutta colori e sorrisi: Cora.

venerdì 4 dicembre 2015

Tell a story with a song #1

Cari lettori, quest'oggi voglio provare a metter su un post del tutto innovativo. Ho pensato e ripensato a quelle che sono le mie più grandi passioni e non mi sembrava affatto giusto trascurare quella per la musica. Amo alla follia i romanzi, ma ciò che non può mancare nella mia giornata è la musica, la mia compagna per la vita. Allora perchè non legare queste due passioni? Così do vita al post che segue, della rubrica: 'Tell a story with a song' ('Racconta una storia con una canzone'). 
Avete mai pensato che una canzone racconti una storia molto simile a quella di un libro già letto? Mai pensato che forse sono proprio gli scrittori a trarre ispirazione da un testo di una canzone? 
A me capita spesso di associare un romanzo a una canzone, forse perchè è quella che ho ascoltato più assiduamente durante la sua lettura, o è quella che più mi ha colpito nel periodo in cui mi sono dedicata alla sua lettura.
Oggi voglio riprendere in mano un romanzo appena pubblicato, ma che fatico a rimuoverlo dalla mia mente. Sto parlando di 'Dimmi che sarai qui' di Mia Sheridan, dal quale potete leggere la mia recensione cliccando semplicemente qui. 
Ebbene, è arrivato il momento di svelare il brano che associo a questo romanzo, si tratta di 'Remedy' di Adele, singolo che fa parte dell'Album 25, in vendita dal 20 novembre 2015. Un Album che sta spopolando letteralmente in tutto il mondo e che conta milioni di vendite. 
Ammetto di essere una fan della cantante e che ho trovato il suo CD davvero bello, ma tra le canzoni che subito mi hanno colpito, oltre il suo singolo 'Hello', c'è 'Remedy'.
Il testo che vi riporto sotto ci racconta di una coppia che ha un passato doloroso, così come Archer e Bree, ma che trova un rimedio alla loro sofferenza nell'amore che l'uno prova per l'altro.

REMEDY | ALBUM '25' | TRACK: 5| 4:08 |
 Potete ascoltare parte del brano cliccando qui.
Fin dalla prima strofa la cantante dice: So desperate to find a way out of my world and finally breathe
Right before my eyes I saw, my heart it came to life (Sono così disperata di trovare una via d'uscita dal mio mondo e finalmente respirare. Proprio davanti ai miei occhi ho visto il mio cuore che rinasceva.)
 
Proprio in queste parole rivedo Bree, che scappa dalla sua città per fuggire dal suo passato e dalle sue paure, per trovare un po di pace. Non solo, in quel paesino troverà anche l'amore della sua vita: Archer

Nella seconda strofa mentre ritroviamo Archer quando dice: No river is too wide or too deep for me to swim to you. Come whenever I'll be the shelter that won't let the rain come through. Your love, it is my truth. And I will always love you. Love you, love you. ( Per me nessun fiume è troppo grande e troppo profondo per nuotare verso te. Vieni da me, ogni volta sarò il tuo rifugio che non lascerà passare la pioggia. Il tuo amore è la mia verità. Io ti amerò per sempre. Ti amo, ti amo.)  Insomma dietro quel fiume vedo la strada che separa le loro case. Quante volte Archer è corso via preoccupato per Bree? Quante volte Archer è stato quel rifugio per Bree che scacciava via i mostri del passato? L'amore che Archer prova per Bree lo cambia, lo rende migliore ma soprattutto gli restituisce la gioia di vivere, perchè vivere con la persona che si ama accanto è molto più bello. Per ultimo, ripensate alla pioggia, fonte di numerosi incubi per Bree. 

Nel ritornello ritrovo entrambi i protagonisti:  Every story has its scars. But when the pain cuts you deep. When the night keeps you from sleeping/ Just look and you will see/ That I will be your remedy. When the world seems so cruel. And your heart makes you feel like a fool. I promise you will see. That I will be, I will be your remedy. Ohhh, ohhh. (Ogni storia ha le sue cicatrici. Ma quando il dolore ti lacera in profondità. Quando la notte non riesci a dormire. Basta che guardi e vedrai che io sarà il tuo rimedio. Quando il mondo sembra così crudele e il tuo cuore ti fa sentire come un pazzo, ti prometto che vedrai che io sarò il tuo rimedio.) Sono l'uno la forza dell'altro, hanno l'uno bisogno dell'altro. Non possono separarsi, perché l'uno è il rimedio per l'altro.


Calza proprio a pennello, sembra che questa canzone sia stata scritta proprio per Bree e Archer, non vi sembra? 

Curiosa di conoscere i vostri pareri, scrivetemi qui sotto, nei commenti.
A domani.
Baci, Rapunzel

martedì 1 dicembre 2015

Scrittori emergenti

LAURA ROCCA
Cari lettori, quest'oggi spazio ai scrittori emergenti e in particolar modo a una ragazza con un grandissimo talento per la scrittura: Laura Rocca. 
Laura mi ha fatto appassionare alla storia degli elementi che racconta. Dopo aver divorato letteramente il romanzo d'esordio non posso mancare di proseguire la lettura della serie con il romanzo dedicato a un protagonista che non mi ha lasciato poco indifferente: Aidan.
Se ancora non avete letto il primo romanzo, dal titolo "Le cronistorie degli elementi. Il mondo che non vedi.", rimediate subito e date una chance anche al seguente romanzo, che qui di seguito vi propongo.

INFORMAZIONI TECNICHE:
Titolo: 'Le cronistorie degli elementi. Aidan'
Scrittrice: Laura Rocca
Serie:  Le cronistorie degli elementi
secondo romanzo
Data di pubblicazione: 04/12/2015
Autopubblicato

Il fuoco è il mio elemento, la rabbia verso i miei nemici quello che mi spinge ad andare avanti, il coraggio ciò che fa di me uno dei guerrieri più forti tra i custodi degli elementi.
Non ho paura del dolore, ne ho già conosciuto troppo; non temo la morte, è già venuta a farmi visita molti anni fa e non mi ha avuto per un soffio; il mio cuore è di ghiaccio e nulla lo ha mai scalfito.
Poi è arrivata lei.
Ho percepito emozioni che non conoscevo, provato sentimenti di cui non sapevo l’esistenza; sono cambiato. Allora mi è stato portato via tutto. Di nuovo.
Come potrò vivere per sempre sapendo che no
n sarò mai degno dell’unica persona che abbia mai amato?
CENNI SULL'AUTORE:
Laura Rocca nasce a Genova, quasi 35 anni fa, sul morire dell’estate. Forse è per questo che ama tanto
l’autunno e, ogni anno, non vede l’ora che la “bella stagione” si concluda.
Crescendo ha iniziato a tenersi per sé certe fantasie, poco adatte ad un’adolescente, ma sentiva il bisogno di viverle in qualche modo. E’ nato così il suo amore per la scrittura. Pomeriggi interi spesi a dipingere, tramite la penna ed un vecchio diario, mondi incantati che solo lei poteva vedere. 
Dal 2005 al 2011, infatti, ha curato un blog su Splinder, piattaforma ormai dismessa, dove raccontava le sue vicissitudini lavorative con ironia e il giusto pizzico di sarcasmo.
Da allora ha sempre scritto: poesie, piccoli racconti e fiabe, ma non ha mai avuto il coraggio di mostrarli a nessuno fino a quando, nel settembre 2013, ha deciso che era ora di provare a realizzare l’unico sogno a cui teneva davvero: scrivere e pubblicare un libro fantasy.
Inizia così l’avventura con word e “Le Cronistorie degli Elementi”, nel giorno del suo 33esimo compleanno, il 19 di settembre.

 BOOKTRAILER:

Anche per oggi è tutto, cari lettori.
Un bacione, Rapunzel
Se il post ti è piaciuto, lascia un commento. Risponderò presto!