/ La Rapunzel dei libri (e non solo): luglio 2015

venerdì 31 luglio 2015

Scrittori che preferisco: Colleen Hoover

Cari lettori anche oggi c'è l'appuntamento letterario con uno dei mie scrittori preferiti, ed oggi è il turno di Colleen Hoover. La splendida e tanto amata Colleen Hoover che, per chi ancora lo ignorasse, ha scritto libri di immensa e straordinaria bellezza, non posso che usare questi termini così ampi per lodarla in quanto Colleen è una dea della scrittura. Insomma una scrittrice da inchino. Basta così con i complimenti e iniziamo subito a parlare della sua vita.

Colleen Hoover nasce in Texas nel 1979, cresce e studia sempre in Texas e si laurea in "Scienza dei
servizi sociali". Poco dopo si sposa con Heath Hoover, con cui vive attualmente con tre figli e un maiale di nome Sailor (incredibile vero?). Ha lavorato come assistente sociale fin quando non ha iniziato la sua carriera di scrittrice, esattamente nel 2011, anno in cui ha cominciato a scrivere il suo primo romanzo, Slammed, noto in Italia come "Tutto ciò che sappiamo dell'amore". Colleen è molto nota soprattutto negli Usa, in quanto i suoi romanzi di genere New Adult e Young Adult, sono amati e apprezzati tanto da essere al primo posto nel New York Times bestseller.

Fino ad ora ha scritto sette romanzi e un racconto, tra i quali ricordiamo in modo particolare:
"Slammed", noto in Italia come "Tutto ciò che sappiamo dell'amore"
"Point of retreat", noto in Italia come "Tuttò ciò che sappiamo di noi due"
"Hopeless", dal titolo italiano "Le coincidenza dell'amore"
"Losing Hope", noto come "Le sintonie dell'amore"
"Maybe Someday", dal titolo italiano "Forse un giorno"
Ugly love, che attendiamo la sua pubblicazione dalla Leggereditore.

E' possibile segurla e contattarla presso questi recapiti:

Se vi concedete di leggere le mie recensioni (cliccando sul titolo italiano sopra indicato), o ancor meglio i suoi romanzi, capirete di quanto sia brava questa scrittrice e che con irruenza e velocità sia entrata ben presto tra gli scrittori che più amo. La sua presentazione termina qui, così vi saluto e la vostra Rapunzel vi da appuntamento a domani. Baci

giovedì 30 luglio 2015

Gli estratti: "Trovando te" di Jennifer Probst

Cari lettori, oggi inauguro una nuova rubrica, intitolata "gli estratti", il cui fine è quello di riportarvi un piccolo stralcio del libro che sto leggendo, così da far avvicinare il lettore alla lettura e approcciarsi ad essa. Insomma questa rubrica è un cosiddetto "invito alla lettura" così che possiate valutare se il libro faccia o meno per voi. 
Proprio poche ore fa, in occasione della ricezione del romanzo in omaggio a cura di Corbaccio, ho iniziato la lettura del terzo romanzo della serie Cuori Solitari, più nota come "Searching for" di Jennifer Probst, intitolato "Trovando te". 
Sono ancora alle prime pagine e per evitare di riportavi le prime battute ho deciso di aprire il libro in una pagina a caso e trascriverla per voi. 

"Non sarebbe più successo. Erano entrambi ubriachi ed emotivamente vulnerabili e avevano agito impulsivamente. Questo avrebbe detto. Anzi non ne avrebbe proprio più parlato. Magari lei non se lo ricordava nemmeno. Se tra loro fosse cambiato qualcosa per colpa di quel bacio, non se lo sarebbe mai perdonato. 
  Si passò la lingua sul labbro inferiore e sentì il suo sapore. Chiuse gli occhi e cercò di imprimere quel ricordo nella memoria, dove l'avrebbe custodito a lungo per recuperarlo in quelle notti orribili e solitarie in cui avrebbe desiderato qualcosa di bello che lo aiutasse a superare le ore di oscurità.
  Quando il respiro divenne regolare, staccò la mano da quella di lei e si alzò. Gen fece una smorfia nel sonno e si girò leggermente verso di lui, come se lo cercasse. Lasciò le bottiglie all'aperto con l'intenzione di tornare a pulire il giorno dopo e la prese in braccio senza fatica. Un perfetto fagottino di morbidezza femminile con la testa appoggiata al suo petto in totale abbandono e fiducia. 
  Riuscì a portarla a casa, metterla a letto e tirarle su le coperte. Le diede un bacio casto sulla fronte. Le sue labbra rosa pallido si piegarono in un mezzo sorriso addormentato. 
  Non riusciva a concepire come qualcuno potesse farle del male. Giurò di andare a fondo di quel pasticcio e di scoprire cosa fosse accaduto realmente: sicuramente c'era stata una violenza di qualche genere. Era brava a nascondere i suoi segreti. Quasi quanto lui. 
  Chiuse la porta, si spogliò e si stese sul letto. Il corpo ancora fremeva di energia residua ed eccitazione sessuale, ma alla fine le conseguenze degli avvenimenti della giornata si fecero sentire.
  Cadde nel sonno, un amico inquieto e incostante di cui non si fidava." 
pag.57
Bene bene, questo romanzo è davvero ben scritto e la storia è alquanto accattivante. Non vedo l'ora di procedere e ultimarlo. E' una vera chicca, non credete? A chi è venuta voglia di leggere questo "romance"? A chi no? Commentate se volete, curiosa di conoscere le vostre opinioni, questo è tutto, la vostra Rapunzel.

mercoledì 29 luglio 2015

Recensione: "La misura della felicità" di Gabrielle Zevin.

Recensione di "La misura della felicità" di Gabrielle Zevin,noto come "The Storied Life of A.J. Fikry"
Miei cari lettori, oggi è un grande giorno per voi perchè conoscerete un libro fantastico, da non perdere. Sto parlando di "La misura della felicità" di Gabrielle Zevin. 
Un libro auto-conclusivo.
Recensione di "La misura della felicità" di Gabrielle Zevin,noto come "The Storied Life of A.J. Fikry"
La misura della felicità

Titolo: La misura della felicità
Titolo originario: The Storied Life of A.J. Fikry 
Scrittrice: Gabrielle Zevin
Casa editrice: Nord
Pagine: 308

Dalla tragica morte della moglie, A.J. Fikry è diventato un uomo scostante e scorbutico, insofferente verso gli abitanti della piccola isola dove vive e stufo del suo lavoro di libraio. Disprezza i libri che vende (e pure quelli che non vende) e ne ha fin sopra i capelli dei pochi clienti che gli sono rimasti, capaci solo di lamentarsi e di suggerirgli di abbassare i prezzi. Anche per gli agenti di vendita è ormai un interlocutore a dir poco difficile. Ma tutto cambia una sera come tante, quando, rientrando in libreria, A.J. trova una bambina che gironzola nel reparto dedicato all’infanzia. Al collo ha appuntato un biglietto scritto dalla madre: Questa è Maya. Ha due anni. È molto intelligente ed è eccezionalmente loquace per la sua età. Voglio che diventi una lettrice e che cresca in mezzo ai libri. Io non posso più occuparmi di lei. Sono disperata. Seppur riluttante (e sorprendendo tutti i suoi conoscenti), A.J. decide di adottarla, lasciando così che quella bambina gli sconvolga l’esistenza. Perché Maya è animata da un'insaziabile curiosità e da un'attrazione istintiva per i libri – per il loro odore, per le copertine vivaci, per quell'affascinante mosaico di parole che riempie le pagine all’interno – e, grazie a lei, A.J. non solo scoprirà la gioia di essere padre, ma riassaporerà anche il piacere di essere un libraio. Trovando infine la forza per aprirsi a un nuovo, inatteso amore. 
"C'è qualcosa di eroico nel fare il libraio, e c'è qualcosa di eroico nell'adottare una bambina." Amelia
Salve a tutti voi, in queste afose giornate estive, dove vorrei pagare (se solo si potesse) per aver un po di frescura, mi concedo di scrivere la recensione della mia ultima lettura. Avevo questo libro, "La misura della felicità", da un sacco di tempo e non mi permettevo di iniziarlo, non chiedetemi il perchè. So con certezza che il rimandare la lettura è stato giusto, perchè ho saputo, proprio in questo periodo di vacanza, apprezzare nel miglior modo possibile il romanzo. Sapevo fin da subito che nelle sue pagine si nascondeva una storia emozionante ed è proprio stato così.  
"Talvolta i libri non ci trovano finché non è il momento giusto."A.J. Fikry
Gabrielle Zevin, la scrittrice, ci ha fatto entrare in un mondo favoloso, la libreria del signor A.J. Fikry, dove migliaia di libri albergano, pronti per essere abbracciati da bravi lettori. Peccato però che il libraio ci appaia non felice di quanto lo circonda, non solo non gli piace la sua vita, rinchiuso in quelle quattro mura, ma non riesce più ad amare la lettura. I libri non gli piacciono più. Un vero colpo per un libraio, ma questa è solo una piccola fase della sua vita. 
Ci sono momenti in cui ci perdiamo, perdiamo ovvero la rotta, non conosciamo più il nostro io interiore e ci trasformiamo in qualcosa che non siamo. Le "cose brutte" della vita ci portano a cambiare, a rafforzarci certo, ma anche a provare un forte dolore che non lascia spazio se non alla distruzione interiore. Ben presto però le "cose brutte" della vita vengono spazzate via dalle "cose belle". In questo caso la "cosa bella" è una bambina: Maya. 
Seppure dietro la sua comparsa in libreria si celi una tragedia, Maya è luce per il libraio, così, come un fiore A.J. germoglia, da uomo scontroso e irritante diventa premuroso e amorevole. Si prende cura di Maya come se fosse la sua bambina e Maya, dal canto suo, fa rinascere l'animo buono del libraio. A.J. rinasce, trova più bello tutto ciò che lo circonda, perfino la sua libreria, i libri stessi, trova semplicemente giusto concedersi la possibilità di amare una donna per una seconda volta, data la sua giovane età. 
"Maya, siamo ciò che amiamo. Siamo quello che amiamo. Non siamo le cose che raccogliamo, che acquistiamo, che leggiamo. Per tutto il tempo che passi qui, sulla Terra, siamo solo amore. Le cose che abbiamo amato. Le persone che abbiamo amato. E tuttò ciò...penso che tutto ciò continui a vivere. A.J. Fikry

martedì 28 luglio 2015

Confronto tra cover: "La misura della felicità" di Gabrielle Zevin

Un altro appuntamento con la rubrica "Confronto tra cover", di cui vi ho parlato qui. Oggi, ad esser al centro dell'attenzione è il libro di Gabrielle Zevin, intitolato "La misura della felicità", noto come "The Storied Life of A.J. Fikry". La storia narra della vita di un libraio, che ruota attorno alla sua libreria e ai suoi libri, che saranno proprio essi la fonte dell'amore ma anche della sua sofferenza.
Sono quasi arrivata a più della metà del romanzo e vi dirò che sta lasciando un segno dentro il mio cuore, perciò preparatevi a leggere su di esso una bellissima recensione, ma oggi vi propongo di porre l'attenzione non al contenuto del libro quanto alle molteplici copertine che ha visto, nei diversi paesi di pubblicazione, il romanzo.

Questa che vedete qui accanto è la copertina originale, americana, con cui per la prima volta è stato pubblicato questo romanzo: The Storied Life of A.J. Fikry. La data di pubblicazione risulta essere il 10 febbraio 2014 dalla Casa Editrice Algonquin Books. Con circa 272 pagine, questa cover è molto carina, rispecchia lo stile di un libro e ci sta a pennello con la storia narrata.
La mia valutazione complessiva è:


Molto bella è la copertina qui accanto. Il libro con questa cover è stato pubblicato il 1 aprile 2014, ma da una diversa Casa Editrice, parliamo della Viking. Con circa 288 pagine, questa edizione è, a mio modesto parere, la più bella. Mi piacciono i colori, la loro intensità, i personaggi ivi presenti fanno al caso nostro, insomma è davvero profonda e toccante. 
Il mio parere complessivo: 

"The collected works of A.J. Firkry" è stato pubblicato il 13 marzo 2014 dalla casa editrice "Little, Brown Book Group" con 243 pagine il cartaceo e 256 l'ebook.
Anche questa cover rispecchia a pieno il luogo in cui è ambientato il romanzo. Quello che però non mi spinge e reputare bellissima questa cover, insomma l'unica pecca, è proprio il disegno che rende il romanzo per bambina più che adulti. Qualcuno lo potrebbe scambiare come un romanzo, addirittura, d'infanzia, perciò così lo valuto:



lunedì 27 luglio 2015

Anteprima dei libri che attendo: "Ti porto via con me" di Kristen Proby

Cari lettori oggi vi presento una prossima uscita, edita da Newton Compton Editori. Sto parlando di "Ti porto via con me" di Kristen Proby, noto come "Come Away with Me", primo romanzo della serie "With Me in Seattle"che si compone di ben 8 romanzi e due novelle. 

Come away with me
"Kristen Proby racconta una storia d'amore molto dolce", ci dicono dagli States, "per averne una idea immaginate arcobaleni, sole, cuccioli, piccoli graziosi gattini." Indi, prepariamoci, noi lettori italiani, a leggere una storia molto romantica e davvero troppo bollente. Una storia briosa senza retroscene, misteri o segreti da svelare. Infatti si tratta di una semplice storia d'amore in cui un ragazzo incontra una ragazza,  si divertono a letto, si innamorano, si sposano, hanno dei bambini,.... e così via. Senza drammi e angoscia, "Ti porto via con me" è un libro leggero e scorrevole, adatto a esser letto in spiaggia. 
Se siete in cerca di un romanzo rosa con un sacco di passione, con un maschio alfa e una forte protagonista femminile allora il "Ti porto via con me" fa al caso vostro.
Sarà disponibile in tutte le librerie  a partire dal 27/08/2015.

Ti porto via con me
Titolo: Ti porto via con me
Titolo originale: Come Away with me
Serie: "With Me in Seattle"
primo romanzo
Scrittrice: Kristen Proby
Casa editrice: Newton Compton Editori

Natalie Conner non si aspettava di certo di essere aggredita in malo modo da uno sconosciuto solo per aver scattato qualche foto sulla spiaggia. Ma chi è questo tipo misterioso e bellissimo? E perché è convinto che Natalie stesse fotografando proprio lui?
Luke Williams vuole solo essere lasciato in pace e detesta i paparazzi. Ma quando scopre che la giovane fotografa non ha idea di chi sia lui e si stava limitando a immortalare il paesaggio per lavoro, cerca di farsi perdonare da lei per il suo comportamento scorbutico. Ma cosa succederà quando Natalie scoprirà quello che Luke le sta nascondendo?

E voi cosa ne dite di questo romanzo? Lo leggerete? Sicuramente sarà sul mio scaffale. Un bacione, alla prossima. Rapunzel.

domenica 26 luglio 2015

Personaggi di carta in confronto: Mia Kelly & Jocelyn Kiel

Cari lettori, oggi inauguro un'altra rubrica molto carina, intitolata "Personaggi di carta in confronto". E' davvero semplice farvi capire che cosa tratterà questa rubrica, basti pensare a libri diversi che spesso presentano personaggi affini tra loro.
Oggi voglio parlarvi, a fronte delle recenti recensioni pubblicate, di due belle fanciulle: Mia Kelly di "Non aver paura di innamorarti" di Renèe Carlino Jocelyn, detta Joss, Kiel di "Regole d'amore per amici confusi" di Ellie Cahill. 
Per poter meglio comprendere questo confronto invito voi lettori a leggere almeno le recensioni pubblicate nel blog, cliccando sul link. 
Ho scelto questi due personaggi di carta perchè Joss e Mia condividono le stesse paure, quella di abbandonarsi ai loro sentimenti e ai loro istinti, anche se l'una ha un vissuto diverso rispetto l'altra. Mia ha perso da poco suo padre, la sua vita ora prende una svolta diversa, cambia città, cambia casa e ha un lavoro che mai avrebbe immaginato, ebbene sì, con una laurea in economia decide di mettere in pausa le sue ambizioni lavorative, almeno per un po di tempo, così da dedicarsi alla cura del pub di suo padre. La sua morte ha lasciato un grande vuoto dentro di lei, ma la vita è fatta di cose belle e brutte. Infatti, quando meno te lo aspetti accadono cose che ti cambiano la vita, ed è proprio quello che succede a Mia quando in areo incontra il bel musicista Will. Entrambi sono così diversi, lui più spensierato, più alla mano e libero da pensieri, segue i suoi istinti, le sue passioni, lei più controllata, più razionale e meno impulsiva. I suoi comportamenti sono frenati da credenze senza alcun fondamento e, devo dirlo, non ho nutrito una forte simpatia per lei fin dall'inizio, non fin quando non ha seguito il suo cuore e non la sua mente.
Joss mentre è un portento, è davvero simpatica, estrosa, briosa, sorridente. Fin da subito ho colto nel suo personaggio questa briosità tanto da innamorarmi immediatamente del suo personaggio, sono rimasta impressionata su quanto la scrittrice sia stata così brava a creare un personaggio così ironico, alquanto sicura di se, un animo libero e divertente. Molto diverse, non credete? Si se non fosse che entrambe devono fare i conti con i loro sentimenti, mettere da parte la logica e seguire un po il cuore. 

sabato 25 luglio 2015

Recensione per il "Domino Letterario": "Non aver paura di innamorarti" di Renée Carlino

Grandi notizie per il mondo dei lettori, un altro romanzo, quello di oggi, che dovete leggere
Recensione: "Non aver paura di innamorarti" di Renée Carlino, noto come Sweet thing
assolutamente, mi ha conquistata con la velocità della luce, vediamo un po di che si tratta: "Non aver paura di innamorarti" di Renée Carlino, noto come "Sweet Thing", della serie omonima.

Non aver paura di innamorarti
Titolo: Non aver paura di innamorarti
Titolo originale: Sweet Thing
Scrittrice:  Renée Carlino
Serie: Sweet Thing composta da:
"Non aver paura di innamorarti" ("Sweet Thing) #1
"Sweet Little Thing " #1.5 (novella)

Mia Kelly pensa di aver avuto tutto dalla vita. Si è laureata in uno dei college più prestigiosi d’America, sa suonare il pianoforte come una concertista classica, è l’adorata figlia di una madre affettuosa e di un padre anticonformista. Eppure ancora non sa cosa fare di preciso dopo la laurea, indecisa tra mettere a frutto il suo titolo di studio in economia o dedicarsi alla musica, la sua vera passione. Ma quando suo padre muore improvvisamente, Mia prende in mano le redini della propria vita: si trasferisce a New York e rileva l’attività della sua famiglia, un locale che è un’istituzione del quartiere, dove si ritrovano musicisti e artisti vari e dove conosce Will, un bellissimo chitarrista che sconvolge la sua routine. Il ragazzo, infatti, fa di tutto per starle vicino fino a diventare prima suo amico e poi il suo coinquilino. Nonostante le attenzioni di Will, Mia tiene a freno i suoi sentimenti, fino a quando…

"Devi insegnare al cuore e alla mente come cantare insieme...solo allora sentirai il suono della tua anima."
Cari lettori, oggi, con tanta gioia vi parlo di questo bellissimo romanzo. A me è piaciuto molto, ma non vi nego che ci sono stati altri lettori che mentre lo hanno detestato, adducendo come causa la "protagonista" è incomprensibile. Certo, in alcune parti mi sono domandata: Perchè non lo chiami? Perchè non ti lasci andare? Perchè non ascolti il tuo cuore? Domande a cui molto spesso mi sono risposta in questo modo: ognuno è diverso dall'altro, ognuno ha le sue paure, le sue insicurezze e i suoi freni, chi sono io per giudicare se uno ha sbagliato o no? Certo, esprimo una mia idea, o meglio un parere, ma non posso mal giudicare un libro se la protagonista non si comporta come io mi comporterei  se fossi al suo posto. Insomma, posso anche non comprendere il motivo dei suoi atteggiamenti ma questo non rende malvagio o da bocciare il libro, assolutamente no. Capiamo il perchè.
"Ama la vita e la vita ricambierà il tuo amore."
Mia è una ragazza spaventata da cosa le possa riservare la vita nel suo futuro, vorrebbe una vita normale: un ragazzo, un lavoro stabile e un giorno una famiglia, ma questo in parte la terrorizza. Chi non è spaventato dal futuro? Tutti, ma particolarmente Mia è combattuta, non sa se seguire il suo istinto o la sua mente, diciamo che questo binomio lo riscontriamo nel corso di tutta le lettura. Troviamo Mia profondamente combattuta in tutto e per tutto, non sa a cosa dare ascolto, se il suo cuore o la sua mente, spesso, per tutta la prima parte del libro, ha dato ascolto alla sua mente facendo si che il suo cuore però soffrisse come non mai. Con Will però Mia trova la fede nella musica e nell'amore, perchè Will è un bravo ragazzo pieno di vita, che al contrario di Mia segue più il cuore e i suoi istinti, le sue passioni e non la sua mente. Mia e Will sono molto diversi ma, come si suol dire, "gli opposti si attraggono", e la loro è una forte attrazione fin da subito, fin da quel giorno in cui la vita di Mia prende una svolta irreversibile.
"Stavo precipitando in una vita piatta e ordinaria quando mi è venuto incontro un amore sconvolgente che cantava come un angelo. Perchè non mi permettevo di lasciarlo entrare?" Mia

venerdì 24 luglio 2015

Recensione: "Regole d'amore per amici confusi" di Ellie Cahill

Recensione di "Regole d'amore per amici confusi" di Ellie Cahill, noto come "When Joss met Matt".
Eccovi, amici, una recensione fresca fresca. Il libro di oggi è "Regole d'amore per amici confusi" di Ellie Cahill, noto come "When Joss Met Matt". Un libro autoconclusivo, pubblicato a giugno dalla casa editrice italiana "De Agostini".

Recensione di "Regole d'amore per amici confusi" di Ellie Cahill, noto come "When Joss met Matt".
Regole d'amore per amici confusi
Titolo: Regole d'amore per amici confusi
Titolo originale: When Joss Met Matt
Scrittrice: Ellie Cahill
libro autoconclusivo

Il primo anno di università può essere complicato, si sa. Soprattutto quando il tuo fidanzato storico ti lascia senza troppi giri di parole. È quello che succede a Joss, e la delusione le lascia davvero l’amaro in bocca. Un sapore da cui fatica a liberarsi, nonostante i corteggiatori non le manchino. Ma tutto cambia quando Joss incontra Matt: lui è bello e gentile, forse non proprio il suo tipo ideale. Eppure tra i due la complicità è immediata. Così, tra una confidenza e un bicchiere di vino, accade che Matt e Joss si ritrovino a elaborare e a verificare una teoria: per far svanire l’amaro in bocca di una delusione amorosa è necessario passare la notte in compagnia di un buon amico. Uno che non chieda niente al risveglio, uno che sia disposto ad essere semplicemente un sorbetto per rinfrescare il palato tra una relazione e un’altra. Ed è così che Matt e Joss decidono di diventare amanti di notte e amici di giorno. Tutte le volte che vogliono, tutte le volte che ne hanno bisogno. Stringono un patto, un vero e proprio contratto a cui attenersi scrupolosamente per gestire il proprio rapporto. La teoria del “sorbetto” sembra funzionare alla perfezione per molti anni. Finché uno dei due non infrange la regola più importante di tutte: non innamorarsi.
"Era un porto sicuro in un mare in tempesta, e non riuscivo proprio a immaginare di perderlo." Joss
Mi sono bastati un giorno e mezzo per iniziare e ultimare questo libro. Dopo aver letto libri che non hanno suscitato emozioni in me, come "La mia meravigliosa rivincita" di Penelope Douglas, il libro di Ellie Cahill è stato una manna del cielo, una boccata di aria fresca, insomma un vero sollievo. Questo è il libro più consigliato per l'estate. Fresco e brioso. La scrittrice è davvero molto brava perchè è riuscita a combinare perfettamente il passato e il presente. Con grande maestria (mi inchino alla scrittrice) Ellie Cahill racconta il passato tramite il corso dei ricordi di Joss. In effetti per poter spiegare quanto è raccontato nel presente non si può prescindere dal passato. La storia viene narrata a partire dai 7 anni prima, il primo giorno del college, esattamente quando Joss incontra Matt, l'inquilino che abita al piano sotto il suo. L'incontro è causale e ancora non sanno cosa il destino gli riservi. Vi dirò che questi salti temporali sono stati così ben affrontati dalla scrittrice che non ho sentito il loro peso, mi sono molto piaciuti perchè ben architettati nel corso della narrazione. Un altro inchino alla scrittrice lo devo per la sua briosità, ha scritto un libro davvero piacevole, ha inventato due protagonisti di carta simpatici, ironici al punto giusto e incasinati, diciamo pure così, dal punto di vista sentimentale. Sono gli stessi protagonisti ad ammettere di non capirci nulla dei sentimenti, ma in tutti questi sette anni devono aver pure imparato qualcosa, alla fine non sono più i due adolescenti di una volta, anche se non hanno per nulla perso quel sorriso di una volta.
"Quindi dobbiamo Sorbettare per tornale alla Sorbettabilità originaria?" Matt
Così facendo,  Ellie Cahill  ci racconta di una sorta di crescita interiore dei protagonisti, la loro storia mi ha ricordato molto il film "Friends with benefits", il nostro "Amici di letto", il cui rapporto però non è esattamente uguale a quello che nel libro viene raccontato di Matt e Joss. Come nel film, anche in questo libro i due protagonisti non sono dei semplici amici, ma dei amici che condividono anche qualcosa che va oltre l'amicizia, il cosìddetto: sesso sorbetto. Per capirci meglio, per "sesso sorbetto" loro intendono il sesso post relazione finita male. Dopo ogni relazione sentimentale, Joss e Matt, per così dire, "si puliscono il palato", l'uno con l'altro. Questo è durato per ben 7 anni, incredibile vero? Senza che nessuno dei due si facesse avanti o per chiuderla lì o per chiedere all'altro qualcosa di più. Il loro "sesso sorbetto" ad intermittenza ha fatto sì che Matt e Joss potessero diventare migliori amici, certo per condividere una cosa così intima penso sia il minimo. 
"Amore era conoscere qualcuno, conoscerlo davvero, e desiderare di starci insieme. Amore era tenere talmente tanto a una persona da anteporre i suoi bisogni ai propri. Amore era condividere passioni , storia, fiducia. Tutto questo, oltre alla ferma convinzione che la vita sia meglio con il tuo amore che senza. Che tutto quello che succederà dopo sarà più semplice, più felice, più ricco, e tutto grazie a lui." Joss

giovedì 23 luglio 2015

Anteprime dei libri che attendo: "E l'amore bussò" di G.J. Walker-Smith.

Inauguriamo oggi questa ulteriore rubrica dal nome "Anteprime dei libri che attendo", ebbene sì perchè in questi post vi parlerò dei libri in fase di pubblicazione.
Ci è giunta voce che la casa editrice Newton Compton quest'anno non va in vacanza perchè pubblicherà per tutta l'estate e anche ad agosto ci sono succulenti libri, assolutamente da non perdere. Stasera però vi parlerò di uno in particolare, eccolo qui: "E l'amore bussò" di  G.J. Walker-Smith.

Inizio con il dire che questo libro è altamente raccomandato per gli amanti del genere Young Adult (eccomi presente) e che ha fatto furore in tutta l'America. Ha lasciato lettori entusiasti e desiderosi di leggere tutta la serie. Ebbene sì,  "E l'amore bussò" di  G.J. Walker-Smith è il primo romanzo di una serie un po lunghetta, parliamo di ben sei romanzi. Ma della serie ne parleremo in un altro momento, ora voglio soffermarmi su questo romanzo in particolare. 

Anteprima di "E l'amore bussò" di  G.J. Walker-Smith, noto come "Saving Wishes".
Cover USA
"E l'amore bussò", noto come Saving Wishes, è il libro d'esordio della scrittrice. Il genere è quello del Young Adult, sì perchè la protagonista, Charli Blake, non ha più di 17 anni. Vive a Pipers Cove, una piccola località sulla costa della Tasmania, con suo fratello, dopo la morte dei suoi genitori, ma vorrebbe trascorrere ancora poco del suo tempo lì, perchè Charli ha un sogno nel cassetto: viaggiare con la sua migliore amica Nicole. 
Il viaggio è insomma un modo per poter evadere dalla sua vita perchè deve essere molto duro affrontare le angherie e gli insulti della ragazze più cool della sua scuola, che hanno contribuito a diffondere una brutta reputazione in tutto il liceo. Ma la storia ha una svolta inaspettata quando Charli incontra Adam Décarie, il cugino newyorkese della sua odiosa professoressa di francese. Così come ogni libro Young Adult, anche in questo assistiamo a una crescita interiore della protagonista e ci innamoriamo perdutamente di lei che a solo 17 anni è intraprendete, ambiziosa, coraggiosa e affronta di petto ciò che si imbatte nel suo cammino.

Anteprima di "E l'amore bussò" di  G.J. Walker-Smith, noto come "Saving Wishes".
Cover Italia
Titolo: E l'amore bussò
Titolo originale: Saving Wishes
Scrittrice: G.J. Walker-Smith
Serie: La serie dei desideri (Wishes)
primo romanzo
Data di pubblicazione: 06/08/2015
Casa editrice: Newton Compton

Avere diciassette anni non è facile. Soprattutto se la gente ti considera una piantagrane, hai una brutta reputazione e abiti in un paesino sperduto. O almeno è così che si sente Charli Blake. Vive a Pipers Cove, una piccola località sulla costa della Tasmania, ed è l’ultimo posto dove vorrebbe stare. Proprio Charli, che sognava mille avventure in giro per il mondo, si ritrova bloccata laggiù e costretta a sopportare le angherie delle ragazze cool della scuola che fanno di tutto per emarginarla e metterla in ridicolo. Ma quando Adam Décarie arriva a Pipers Cove, direttamente da New York, sembra finalmente giunta la grande occasione anche per la giovane Charli. È convintissima, infatti, che Adam sia il ragazzo perfetto per lei e che proprio il destino lo abbia fatto finire in quel paese così lontano dalla civiltà.

Inutile dilungarci ancor più in questa anteprima, capite bene che ci sono tutti gli elementi perchè sia un libro magnifico, e ringraziamo la Newton Compton che ci farà conoscere questa scrittrice. Cosa pensate di questo libro? Lo acquisterete o no? Curiosa di sapere quello che pensate, scrivetemi nei commenti. 
Per oggi è tutto, la vostra Rapunzel.

I migliori romanzi in serie: "Eversea" di Natasha Boyd

Guardate qui cosa vi presento oggi: la serie "Eversea" di Natasha Boyd, di cui ho avuto piacere di leggere solo il primo libro:"Un' incantevole tentazione" e vi ho anche regalato una bella recensione, eccola qui.
Si tratta di una duologia, ovvero una serie composta da soli due romanzi, con l'aggiunta di una breve novella. Andiamo a vedere di cosa si tratta.
Per coloro che hanno avuto modo di leggere già questo romanzo o le recensioni in giro sanno che è un romanzo singolare per la storia che ci viene raccontata e non esito a riprenderla di nuovo:
Un'incantevole tentazione
UN' INCANTEVOLE TENTAZIONE
PRIMO ROMANZO 1#

È finalmente orario di chiusura nel bar in cui lavora e Keri Ann non desidera altro che tornarsene a casa. Peccato che il ragazzo dai modi bruschi, con il cappuccio della felpa ca­lato sugli occhi, non sembra avere nessuna intenzione di togliere il disturbo. Quando Keri si avvicina, rimane letteralmente impietrita: sotto quel cappuccio infatti si nasconde il famosissimo attore Jack Eversea, idolo dei rotocalchi per le sue relazioni burrascose e le migliaia di fan che lo seguono a ogni passo. Due occhi verdi come il mare, un’espressione sexy e un fisico da urlo. Ma cosa ci fa una star di Hollywood nella sonnacchiosa isoletta di Butler Cove? Quella tra Keri Ann, la cameriera acqua e sapone abituata a cavarsela da sola, e Jack Eversea, la stella del cinema che ha smarrito la via, all’inizio è solo amicizia. Non ci sono due persone più diverse di così: lei è semplice e schietta, lui è il ragazzo che tutte desiderano, sempre circondato da attrici e modelle bellissime. Eppure qualcosa negli occhi di Keri spinge Jack ad avvicinarsi a lei. Troppa complicità, troppa fiducia, troppe risate, finché l’attrazione diventa irresistibile… Ma si può vivere nel presente dimenticando da dove si viene? Oppure il passato torna sempre a bussare rischiando di spazzar via anche il sogno più bello? Un romanzo che si divora, irresistibile come i suoi protagonisti, una storia d’amore sensuale e pericolosa come solo le vere storie d’amore possono essere. 

Questa storia emozionante, che ho reputato complessamene meravigliosa, vede il suo seguito in un secondo romanzo, che non ha ancora visto pubblicazione in Italia. Parliamo di "Forever Jack".
Forever Jack

FOREVER JACK 
SECONDO ROMANZO 2#

La vita di Keri Ann Butler è cambiata da quando ha incontrato la stella del cinema, Jack Eversea. Lei pensava di conoscere Jack, pensava fosse un uomo molto diverso da come si mostra ai fan di tutto il mondo. Dopo il suo tradimento e l'abbandono, Keri Ann è andata avanti con la sua vita, come se Jack non l'avesse mai conosciuto. Ma improvvisamente Jack ritorna da lei, le sue spiegazioni sul perché l'abbia lasciata sembrano abbastanza plausibili, le sue dichiarazioni alquanto seducenti. Potrà Keri Ann fidarsi di lui ancora una volta?  Jack sta lottando per salvare il suo rapporto con Keri Ann, anche se la sua vita folle minaccia di farli a pezzi. Ancora una volta. La domanda è,  può Jack convincerla a ritornare assieme? Entrambi avranno quanto desiderano? Per sempre?
made by me

martedì 21 luglio 2015

Recensione: "La mia meravigliosa rivincita" di Penelope Douglas

Salve, amici miei, anche oggi vi rendo una bella recensione, sto parlando del libro  "La mia meravigliosa rivincita" di Penelope Douglas, noto come Rival, tratto dalla serie "The fall away".

La mia meravigliosa rivincita

Titolo: La mia meravigliosa rivincita
Titolo originale: Rival
Scrittrice: Penelope Douglas
Serie: The fall aways
secondo romanzo
1. "Mai per amore" (Bully) #1
1.5. "Da quando ci sei tu" (Until you) #1.5
2.  "La mia meravigliosa rivincita" (Rival) #2
3. Falling Away #3

Sono passati due anni dall’ultima volta che si sono visti. Due anni in cui non hanno fatto altro che covare rancore reciproco. Ma la verità è che Madoc e Fallon sono stati ingannati e tenuti lontano l’uno dall’altra dai rispettivi genitori. E ora che Fallon è tornata, vuole vendicarsi di tutto il dolore che è stata costretta a sopportare. Solo che non ha messo in conto il brivido di rivedere Madoc. Forse, nonostante tutto, i suoi sentimenti per lui non sono così cambiati… Madoc, dal canto suo, proprio non riesce a detestarla come vorrebbe.
Reduce di giornate bollenti, a mare, sulla mia brandina mi sono concessa di leggere alcuni capitoli di questo libro: "La mia meravigliosa rivincita". L'ho ultimato da poco e sono contenta di raccontarvi delle impressioni che ha suscitato in me.
"Mi manca odiarti, è meglio che amare chiunque altro." Fallon
Ero fortemente entusiasta di leggere questo romanzo, il secondo della serie "The fall aways" che a suo tempo mi colpi particolarmente. Infatti non potetti che parlare bene del primo romanzo "Mai per amore", potete avere la conferma cliccando qui, ma questo libro mi ha delusa un tantino, no bugia, abbastanza. Si, prendo coraggio e dico che mi ha deluso molto. Non so se la causa sia il periodo, il caldo, l'umidità e tutti gli annessi e connessi, maaa questo libro proprio non mi è piaciuto granché. 
Fin dal primo romanzo Madoc mi ha sempre incuriosito, non vedevo l'ora di leggere della sua storia, ma le mie aspettative, ovvero il desiderio di leggere qualcosa che si avvicinasse alla storia di Jared e Tate, è stato stroncato, amaramente. 
Madoc ci viene presentato, fin dal primo romanzo, come l'amichetto di combriccola di Jared, insomma il ragazzo che segue il suo amico in tutto e per tutto, anche nel fare gli scherzetti, poco graditi, a Tate, seppure non comprendeva il motivo. Madoc in quelle occasioni, seppure si domandasse il perchè Jared covasse tanto odio nei confronti di Tate e spingesse l'amico a ragionare, era sempre pronto a spalleggiare il suo amico, ecco il significato della parola Amicizia, l'esserci l'uno per l'altro, anche se trovo un po esagerato il fatto che Madoc non si tiri indietro a certi scherzi, che lui stesso considera un tantino malvagi. Questa figura è però marginale, perchè il libro si concentra soprattutto su Jared e Tate, infatti non sappiamo quasi nulla di Madoc. In questo secondo libro Jared e Tate sono presenti, così come gli abbiamo conosciuti, con odio e amore, litigi e carezze, ma l'attenzione è spostata ovviamente su Madoc e Fallon. 
"Quando qualcuno che ami ha bisogno di te, non puoi tirarti indietro." Fallon

Confronto tra cover: "Non aver paura di innamorarti" di Renée Carlino

Un'altra rubrica appena inaugurata, "Confronto tra cover" di cui vi ho parlato qui. Oggetto di questa rubrica sono proprio le cover dei libri. Sapete che di uno stesso libro più e più case editrici, appartenenti a paesi diversi tra di loro, acquistano i cosiddetti diritti d'autore, così da poter pubblicare nel proprio paese il libro in questione. Gli editori possono pubblicare il libro con la copertina originale, quella con cui il libro ha visto la prima pubblicazione oppure possono rivolgersi ai loro book desiner, così che molto spesso i libri cambiano cover da paese a paese. Spesso però ci sono copertine che ti colpiscono particolarmente rispetto ad altre, ed è proprio questo il caso di questo libro: "Non aver paura di innamorarti" di Renée Carlino, noto in America come "Sweet Thing".
In Italia il libro sopra citato è stato pubblicato nel mese di giugno dalla casa editrice Newton Compton, la cui lettura mi ha lasciata veramente estasiata. A breve la recensione, che, da come potete capire, sarà molto, ma molto positiva.
Ora però voglio attirare la vostra attenzione sulle cover, tra le migliori ci sono le seguenti:

Questa è la cover americana, con cui il libro è stato, per la prima volta, pubblicato.
La data di pubblicazione risale al 17 marzo 2013, con ben 322 pagine il cartaceo e 324 l'ebook.
Che dire? Non c'è male, è, a mio modesto parere, una delle più semplici cover e proprio questo suo aspetto la rende molto graziosa. I due elementi, quello del piano e del cappuccino, sono caratteristici, meglio rappresentano la narratrice-protagonista: Mia Kelly, pertanto non ci poteva essere cover migliore.
La mia valutazione:


 La cover qui affianco, mentre, è una riedizione, in quanto risale a una successiva pubblicazione del libro, sempre in America. La data di pubblicazione è il 17 aprile 2013, con ben 331 pagine il cartaceo e 324 l'ebook. Questa cover la reputo molto carina, mi piacciono molto i colori, i font utilizzati, e la città e lo spartito che si scorgono in basso, che effettivamente fanno da sfondo alla storia. L'unica pecca, forse un po confusionaria.
La mia valutazione





Questa cover è un'ulteriore riedizione, effettuata dalla casa editrice Atria Books, il 7 gennaio 2014, con 320 pagine sia il cartaceo e sia l'ebook. Anche questa copertina ha un suo perchè. Eccoli qui i due innamorati, colti in due momenti diversi della loro relazione: amicizia e passione, il tutto separato da uno spartito ancora vuoto, così da riempirlo delle note della loro vita.Anche questa copertina mi è piaciuta, ma non tanto quanto le precedenti perciò, la mia valutazione:

lunedì 20 luglio 2015

Scrittori che preferisco: K.A Tucker

Oggi inauguro questa rubrica, di cui vi ho parlato qui. Si chiama "scrittori che preferisco", proprio perchè al centro dell'attenzione è uno dei scrittori che più ho amato.
Questa volta tocca a K.A. Tucker, la famosa scrittrice della serie "Dieci piccoli respiri" (Ten Tiny Breaths). Se vi ricordate, dalle recensioni già scritte, io divorato e strapazzato questa serie, o almeno i primi tre libri che sono stati già pubblicati, eh bene sì, parliamo di una serie in fase di ultimazione, ma manca poco, pochissimo, solo due romanzi e una novella. Ringraziamo la casa editrice Newton Compton che ha portato in Italia questa splendida serie, ci ha fatto conoscere questa bravissima scrittrice e con impegno sta portando a termine l'intera serie.

Parliamo un po della scrittrice, di Kathleen Tucker:
nata in una cittadina dell'Ontario, Kathleen ha pubblicato il suo primo libro all'età di sei anni con l'aiuto del bibliotecario della sua scuola elementare. Kathleen attualmente risiede in una piccola città pittoresca fuori Toronto con il marito, due belle ragazze, e più di una creatura a quattro zampe. Dieci piccoli respiri è nato come un romanzo auto-pubblicato. Grazie al successo dei molteplici download è stato acquisito dalla Simon & Schuster, uno dei maggiori gruppi editoriali di lingua inglese che ha pubblicato tutta la serie. Certo la Tucker è nota per aver esordito con la serie dei "dieci piccoli respiri", ma non solo, in quanto è autrice di altre due serie, quali: "The Causal Enchantment Series", una quadrilogia di genere Paranormal e  "Burying Water Series" una quadrilogia di genere New Adult. Da amante, quale sono, del genere New Adult, spero vivamente che dopo il successo che la scrittrice ha avuto in Italia per la serie dei "Dieci piccoli respiri", venga pubblicata anche "Burying Water Series", l'altra serie New Adult, che sta avendo grande successo in America, su una media di 5 stelle, i lettori hanno attribuito più di 4 stelle al primo romanzo.

Entusiasta dei suoi scritti, vi indico il link di presentazione della serie:
Qui sotto vi indico le recensioni da me affrontate nel blog sui suoi romanzi:
Attendiamo la pubblicazione del quarto romanzo, prevista per giovedì 23 luglio:
"Cinque ragioni per odiarti", libro con cui ho avviato la mia prima collaborazione con la casa editrice Newton Compton.

Vi allego i suoi contatti, così da seguirla nonostante l'abissale distanza:

Dopo tutte queste generalità, vi lascio la mia opinione. Per i nuovi lettori di questo blog non sarà noto che questa scrittrice ha colpito in pieno il mio cuore. Ho amato follemente ciascuno dei suoi libri, uno più bello dell'altro. La scrittrice, con questi pochi libri, pubblicati fino ad ora, ci ha dimostrato immensa bravura, in quanto è riuscita a scrivere di storie da batticuore con trame e intrecci molto diversi tra loro, alquanto articolati e mai banali, sempre più vicini alla realtà. Il suo stile è meraviglioso, la sua penna è strepitosa, ben affilata e così romantica da creare pura poesia. Questi sono i libri che più mi appassionano e che con facilità entrano nel mio cuore.

Cosa ne dite di questa scrittrice?Avete letto qualcosa di suo? 
Curiosa di conoscere le vostre opinioni, scrivetemi nei commenti.
Bacioni, alla prossima.

venerdì 17 luglio 2015

sul mio...scaffale 17/07/2015

Buongiorno a tutti voi, che mattino sarebbe senza la mia compagnia? Come ben sapete sono una lettrice super accanita e anche questa settimana non ho potuto fare a meno di leggere, leggere tanto (diciamo per recuperare il tempo perduto) e di procurarmi nuovi romanzi, perchè la vita senza libri è priva di magia. Bando alle ciance, oggi vi presento quali sono i libri acquistati o ricevuti in omaggio dalle case editrici. Sono una romanticona, pertanto non potevo non arricchire il mio scaffale con:

Titolo: Quanto ti ho odiato
Titolo originale: The DUFF
Scrittrice: Kody Keplinger
romanzo auto-conclusivo
Questo libro mi ha fortemente incuriosito perciò non potevo mancare di acquistarlo, non vedo l'ora di leggerlo e farvi conoscere la mia opinione.
Bianca Piper ha diciassette anni, è cinica ma leale e non pensa minimamente di essere la più carina tra le sue amiche. È anche troppo intelligente per cedere al fascino di Wesley, il ragazzo più corteggiato e viscido della sua scuola. Bianca infatti lo detesta. Ma dato che le cose in famiglia non vanno granché bene e Bianca è alla disperata ricerca di una distrazione, un giorno finisce per baciare Wesley. Per scoprire addirittura che le piace. Desiderosa di fuggire dai problemi familiari, finisce per legarsi a lui e farci sesso. Ma Wesley è addirittura più scombinato del previsto e Bianca si ritrova terrorizzata all’idea di essersi innamorata proprio del nemico… 

Titolo: Oltre noi l'infinito
Titolo originale: Jet
Scrittrice: Jay Crownover
Serie: The Tattoo Trilogy (Marked Men)
secondo romanzo 
La serie è composta da:
1. Oltre le regole (Rule)
2. Oltre noi l'infinito (Jet)
3. Rome
4. Nash
5. Rowdy
6. Asa
Dopo aver letto il primo romanzo, in cui si intravede il misterioso Jet sono fortemente incuriosita del romanzo che lo vede come protagonista principale. Spero di poter parlarvene a più presto.
Con i suoi pantaloni di pelle aderenti, un profilo tagliente e un’aria misteriosa, Jet Keller è il protagonista delle fantasie più scatenate di ogni ragazza. Ma Ayden Croce è cresciuta accanto a ragazzi poco raccomandabili e di certo non ha intenzione di farsi abbindolare dagli occhi scuri e ipnotici di Jet. Ha paura di bruciarsi, ma anche solo essere sfiorata da lui la accende. Jet non riesce a resistere alle sue gambe chilometriche, infilate in quegli stivali da cowboy, che sembrano sfidarlo. Eppure, più gli sembra di essere vicino a Ayden, tanto più è forte la sensazione di non conoscerla. E nel momento in cui capirà di volerla a qualsiasi costo, dovrà fare i conti con qualcuno che ha un’idea di relazione completamente diversa dalla sua. La fiamma iniziale lascerà il posto a un amore duraturo, o consumerà i loro sogni lasciando solo cenere.
Se il post ti è piaciuto, lascia un commento. Risponderò presto!